Maria Soares Aparecida: nominato Tecnico del Tribunale per le indagini sul telefono. La comunità brasiliana non dimentica questa donna e continua a muoversi con i Sit in nelle piazze delle grandi città.

(il video elaborato dalle amiche, le donne che stanno tenendo accesi i riflettori su tutta la vicenda)

La procura si sta muovendo

Partono le indagini sulle celle telefoniche e sui dispositivi elettronici che Maria Soares Aparecida detta Brenda o Cida, ha utilizzato fino al giorno della sua scomparsa. In questi giorni è stato nominato un tecnico per svolgere questo tipo di indagini da parte del tribunale di Verona, il cui caso è seguito dal Pm (Pubblico Ministero) Maria Federica Ormanni.

Il caso

Sono passati cinque mesi dalla misteriosa scomparsa di Brenda da Camalavicina, frazione di Castelnuovo del Garda. La donna, stando a quanto dichiarato al programma “Chi l’ha visto?” dal compagno Andrea Felicetti, si sarebbe allontanata spontaneamente dall’abitazione il 18 luglio.

La denuncia al programma è avvenuta il 26 luglio, oltre a quella fatta ai carabinieri circa il ritrovamento di una bicicletta rossa utilizzata, a quanto pare, dalla donna da parte di Felicetti, alla stazione di Peschiera del Garda.

Leggi anche:  Trovato il corpo senza vita di Natasha Chokobok VIDEO

Di Cida, o Brenda, noi abbiamo parlato spesso:

Nessuna notizia di Brenda, Maria Aparecida Soares

Brenda è scomparsa, ma che fine ha fatto?

Mistero sulla scomparsa di Brenda da Castelnuovo del Garda

Non spegnete i riflettori

Sembrava stesse per naufragare questo caso, ma le amiche, quelle che vogliono bene a Brenda, non si fermano, si presentano nelle piazze con un manifesto e la foto della donna, chiedendo di rimanere unite.

“Venite a partecipare alla manifestazione a favore delle indagini sulla scomparsa di Cida, per favore presentatevi, uniamoci in questa causa così importante, non lasciamo cadere nell’oblio Cida. Noi donne brasiliane e la famiglia di Cida abbiamo il diritto di sapere cosa sia successo? Dove si trova Cida?
Unite siamo più forti”.

E poi l’avvocato arilicense Roberta Micheletti che ha preso in mano il caso con l’ex marito di Brenda e la figlia che, come tutti quelli che le vogliono bene, vogliono trovarla e vogliono risposte.

 

Maggiori dettagli esclusivi sulla vita di Brenda nel prossimo numero di Gardaweek, in edicola sabato 15 dicembre.