Continua incessante l’attività di prevenzione e repressione dei fenomeni di spaccio nelle scuole veronesi. L’ultimo intervento al Giorgi.

Hashish nascosta nei bagni

A distanza di circa due mesi, dall’ultimo controllo nella mattinata di ieri, sono stati effettuati controlli sia sugli studenti e sui loro effetti personali, che all’interno di bagni e aule condivise, il tutto con l’ausilio delle unità cinofile. I primi controlli, effettuati nei confronti di quattro studenti, hanno avuto esito negativo. Successivamente, le unità cinofile hanno segnalato l’effettiva presenza di droga all’interno dei locali del bagno, dove sono stati rinvenuti quasi 2 grammi di hashish, poi sequestrati a carico di ignoti.

L’operazione precedente

L’attività nasce da segnalazioni successive al controllo effettuato lo scorso gennaio, che aveva portato alla denuncia di un minore trovato in possesso di 23 grammi di hashish e 14 di marijuana.

LEGGI ANCHE: Scuole sicure: droga all’istituto Giorgi

Marijuana nel parco

Al termine delle attività scolastiche, i controlli sono stati estesi ai giardini pubblici di Via Alto San Nazaro, ai bastioni e alla stazione ferroviaria. All’interno dei giardini, i poliziotti hanno rinvenuto circa 38 grammi di marijuana in prossimità di un cespuglio.

Leggi anche:  Verona tutta d'azzurro per sostenere l'Unicef e i diritti dei bambini

Continuano i monitoraggi

Il monitoraggio del fenomeno della detenzione e dello spaccio all’interno degli istituti scolatici dislocati sul territorio, da parte degli uomini delle Volanti e della Squadra Mobile della Questura scaligera, con il Reparto Prevenzione Crimine “Veneto”, proseguirà fino alla chiusura dell’anno scolastico. I servizi sono già stati programmati dal Questore della Provincia di Verona.

TORNA ALLA HOMEPAGE