Perseguita l’ex e picchia il nuovo compagno di lei. Un altro caso di stalking e di violenza nel veronese.

Il soggetto arrestato

Nel corso della serata di giovedì 3 maggio, gli agenti delle Volanti della Questura di Verona hanno arrestato in flagranza di reato Hedi Fedrigo, ventenne originario di Negrar e residente in Borgo Venezia, resosi responsabile del reato di atti persecutori nei confronti dell’ex compagna.

L’evento che lo ha incastrato

Una segnalazione di una violenta lite in corso tra due uomini, in pieno centro storico è arrivata in Centrale Operativa alle 18 di giovedì.

Immediato l’intervento

Gli agenti delle Volanti, giunti immediatamente in via degli Alpini, luogo dell’aggressione, hanno trovato un giovane accasciato a terra, con una profonda ferita allo zigomo e diverse escoriazioni al volto. Accanto a lui, una donna, l’ex compagna dell’aggressore, che ha raccontato agli agenti che l’uomo percosso si era interposto tra lei e la furia dell’ex fidanzato, intenzionato, per l’ennesima volta, ad avvicinarla.

Noto per persecuzione

Fedrigo, in passato già denunciato e condannato per il reato di atti persecutori nei confronti della stessa donna, in quel momento si era già allontanato a bordo di un autobus prima dell’arrivo della Polizia che lo ha rintracciato nella sua abitazione e accompagnato nella Casa Circondariale di Montorio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Leggi anche:  Omofobia: scendono in piazza Mano nella Mano

Esito dell’udienza

In sede d’udienza il GIP, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto nei suoi confronti la custodia cautelare in carcere.

Dodici punti di sutura per l’aggredito

L’aggredito, P. G. M., trasportato all’Ospedale di Borgo Trento, è stato medicato per la ferita all’arcata sopraccigliare sinistra con 12 punti di sutura e poi dimesso lo stesso giorno senza riportare ulteriori conseguenze.