Piscine di Villafranca fuoriuscita di disinfettante. Si tratta di ipoclorito di Sodio. Il 118  sta visitando alcuni bambini.

Piscine di Villafranca fuoriuscita di disinfettante

Ancora sirene, ancora un allarme in un centro pubblico a Villafranca. Dopo l’allarme all’Ospedale Magalini per una finta bomba, questa mattina alle 11.15 i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Verona sono intervenuti alle Piscine Comunali della città.

Piscine evacuate

Sul posto immediato l’intervento di due squadre da 8 persone, con due mezzi, di uno quello con a bordo la squadra speciale Nbcr, chiamato a intervenire in situazioni eccezionali, ossia quando esiste un fondato pericolo di contagio da sostanze nucleari, biologiche, chimiche o radiologiche che potrebbero provocare gravi danni a persone, animali o cose. Nell’aria si avverte un forte odore di cloro (QUI la versione della struttura).

Sostanza irritante e caustica

Secondo le prime indiscrezioni la fuoriuscita sarebbe di ipoclorito di sodio, composto che può essere efficacemente usato per la depurazione dell’acqua. E’ usato su larga scala per applicazioni industriali, candeggiamento, rimozione degli odori e disinfezione dell’acqua. Si tratterebbe della rottura di un tubo in sala macchine.

Soccorsi

Oltre ai Vigili del Fuoco sul posto sono arrivati i Carabinieri e tre ambulanze e un’automedica del Suem 118. Proprio sui mezzi sanitari alcuni bambini vengono sottoposti alla misurazione della saturazione dell’ossigeno nel sangue per escludere problemi respiratori. Al momento dell’allarme erano presenti numerosi bambini, presumibilmente partecipanti ad un grest.

Leggi anche:  Green Hill, prima udienza per gli animalisti VIDEO

Sei in ospedale

Al momento dell’allarme erano presenti all’interno delle piscine comunali circa 80 persone. E’ stato subito attivato il Centro coordinamento 118 per maxi emergenze: 20 persone, tra cui molti bambini, sono state valutate dai sanitari e sono state ospedalizzate sei persone in codice verde all’ospedale di Villafranca. Un altra persona ha invece rifiutato il trasferimento in ospedale.

L’ingresso dei pompieri nel vano tecnico

In questo momento, alle 12.49, i Vigili del Fuoco della squadra Nbcr stanno facendo il loro ingresso nel vano tecnico in cui sarebbe esplosa la tubatura che trasportava il cloro. In molti hanno riferito infatti di aver udito una forte esplosione prima che scattasse l’allarme. Indossano un tuta anticontaminazione e una maschera antigas collegata ad una fonte di ossigeno e azoto. Al momento tutta la struttura è stata chiusa.

Ecco i locali coinvolti