Polizia di Frontiera Aerea di Verona ecco quello che è successo al Catullo. Ci sono anche quattro singolari multe ad altrettanti aerei.

Polizia di Frontiera Aerea di Verona ecco quello che è successo al Catullo

La sicurezza del trasporto aereo è assicurata dalla quotidiana attività, preventiva e repressiva, svolta dagli Uffici della Polizia di Frontiera. Nell’arco di tempo considerato, ossia il 2018, l’Ufficio di Polizia di Frontiera all’Aeroporto “Valerio Catullo” di Villafranca ha svolto la seguente attività:

  • 3.456.032 passeggeri in transito su voli nazionali ed internazionali contro i 3.120.842 dell’analogo periodo scorso anno;
  • 158 cittadini stranieri respinti alla frontiera perché privi di visto o di sostentamento ovvero con documenti falsi o dichiarati inammissibili contro i 106 dell’analogo periodo scorso anno;
  • 32.149 aeromobili ispezionati contro i 30.226 dell’analogo periodo scorso anno;
  • 94 cittadini stranieri allontanati dal territorio nazionale perché colpite dal decreto di espulsione contro i 101 dell’analogo periodo scorso anno;
  • 124 clandestini rintracciati contro i 135 dell’analogo periodo scorso anno.
Leggi anche:  Stevanin: "Sono cambiato". Una nuova perizia per richiedere permessi per lasciare il carcere.

Attività di polizia giudiziaria al Catullo

  • 397.442 persone identificate e controllate contro le 385.993 dell’analogo periodo scorso anno;
  • 27 persone arrestate contro le 23 dell’analogo periodo scorso anno;
  • 28 persone denunciate in stato di libertà contro le 50 dell’analogo periodo scorso anno;
  • 29 documenti falsi sequestrati contro i 22 dell’analogo periodo scorso anno;
  • 4 contravvenzioni ai vettori aerei contro le 9 dell’analogo periodo scorso anno;
  • 18 contravvenzioni al Codice Navigazione contro le 11 dell’analogo periodo scorso anno;
  • 10 sequestri penali contro i 135 dell’analogo periodo scorso anno.