Pregiudicato ruba l’energia elettrica, oggi il processo.

Controlli per contrastare l’abusivismo

Nel corso dei controlli disposti dalla Compagnia dei carabinieri di Legnago per contrastare le occupazioni abusive delle abitazioni, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto un uomo di trentotto anni  per furto aggravato di energia elettrica.

L’arrestato

Si tratta di L.A. un pregiudicato, cittadino italiano di origini marocchine, classe 1980 e residente a Bevilacqua, in provinicia di Verona.

I cavi hanno incastrato il pregiudicato

I militari insospettiti da alcuni cavi che stranamente da un palo per l’illuminazione pubblica, finivano nell’abitazione di Bevilacqua di L.A., hanno deciso di vederci chiaro e, una volta entrati nell’abitazione hanno appurato che effettivamente la corrente elettrica proveniva dal lampione, nonostante delle opere in muratura ne celassero l’allaccio abusivo. L’uomo è stato portato in caserma per gli accertamenti e dichiarato in arresto.

Oggi il processo per direttissima

Su disposizione dell’AG scaligera è stato accompagnato presso il proprio domicilio in attesa del processo per direttissima che si terrà nella giornata odierna.