Guai per un giovane, è stato preso con 52 dosi di cocaina.

Repressione allo spaccio

Nel corso dell’ultimo weekend, il primo di agosto, il personale del Comando Compagnia Carabinieri di Caprino Veronese, in occasione di specifici servizi atti alla prevenzione e alla repressione di reati inerenti lo smercio di sostanze stupefacenti nella fascia “Lago” , hanno arrestato un cittadino marocchino, A. F.

Cocaina già suddivisa

L’uomo, di anni 34, è residente a Lazise ed è stato trovato in possesso di 52 grammi di cocaina, già divisa in 52 dosi da 1 grammo ciascuna pronta per lo smercio al dettaglio nella zona costiera del lago di Garda, tra Lazise, Bardolino e Garda.

Allarmato dall’arma, ha tentato la fuga

A. F. è stato seguito per le vie di Lazise, durante il pedinamento tra i turisti del lago, accortosi della presenza del personale dell’Arma, è riuscito a salire a bordo della propria autovettura, cercando di darsi alla fuga, cercando di investire il personale operante, che solo grazie alla prontezza di riflessi, ha limitato i danni e riportato lievi contusioni dovute all’impatto contro l’autovettura del fuggitivo. Altro personaledell’ Arma, nel frattempo, è riuscito a infilarsi nel finestrino del lato guidatore bloccando la manovra del magrebino.

Leggi anche:  Quartiere Golosine, la Polizia chiude il Bar Nuovo

Arrestato

L’uomo è stato tratto in arresto per detenzione scopo spaccio di sostanze stupefacenti, relativamente al quantitativo di droga oltre che per resistenza e violenza a pubblico ufficiale per il tentativo di investimento con la propria autovettura e le lesioni provocate ai militari dell’Arma.

Rimane in carcere

Attualmente è ristretto presso la Casa Circondariale di Verona Montorio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che ne ha convalidato l’arresto e confermato la detenzione in carcere in attesa del processo.