Protezione Civile: grande successo per l’esercitazione al Leone di Lonato.

Domenica l’esercitazione al Leone

In meno di otto minuti hanno perlustrato palmo a palmo la doppia galleria, a piano terra e al primo piano, del Leone Shopping Center per trovare uno zainetto nascosto. E in poche manciate di minuti anche i nove cani addestrati, fra più esperti e cuccioli alle prime armi, hanno fiutato e trovato i quattro dispersi fra cui un ferito. Si sono vissuti attimi di tensione ieri mattina al centro commerciale di Lonato del Garda, ma era solo la grande esercitazione che il gruppo di Protezione Civile di Lonato-Bedizzole organizza ogni anno insieme con le unità cinofile.

Focus sulla preparazione dei volontari

«Anche quest’anno abbiamo messo a punto questa grande prova al Leone per preparare al meglio sia i volontari meno esperti, sia i cani da ricerca più giovani che sono stati i primi ad essere utilizzati in questa operazione proprio per dar loro modo di affinare l’addestramento» ha spiegato Fiorenzo Bresciani, responsabile del locale gruppo di Protezione Civile. I cani in forze al gruppo di Lonato e Bedizzole sono cani molecolari, addestrati cioè a riconoscere una traccia odorosa specifica e a seguire soltanto quella. All’interno del centro sono stati in grado di trovare e seguire la traccia di ciascun disperso fra venti o trentamila odori diversi. «L’esercitazione è andata benissimo, i cani hanno lavorato molto bene e anche i cuccioli si sono comportati correttamente» ha aggiunto Bresciani. Dopo le unità cinofile, si sono messi al lavoro anche i volontari di Garda Emergenza chiamati a soccorrere uno dei quattro dispersi ferito ad una gamba, e poi ancora una ventina di volontari della Protezione Civile alla ricerca di uno zainetto scomparso. «Questo tipo di ricerca ci serve per imparare a coordinarci al meglio. Seguendo uno schema a raggiera ogni spazio viene perlustrato palmo a palmo senza tralasciare nulla, per questo è stato possibile recuperare lo zainetto in pochi minuti nonostante la grande superficie che dovevamo controllare» ha concluso il responsabile. Al termine dell’esercitazione è arrivato anche il sindaco Roberto Tardani a congratularsi con tutti i volontari coinvolti nell’operazione.