R.M., cittadino serbo-montenegrino, classe 1976, in Italia senza fissa dimora, pluripregiudicato e conosciuto con numerosi “alias”, era venuto a Legnago per essere sottoposto ad un intervento chirurgico, lontano dall’hinterland milanese dove risiede, evidentemente per evitare di essere raggiunto dal provvedimento che pendeva nei suoi confronti.

Pensava di essere al sicuro, invece è finito in manette

E’ successo invece che le ricerche poste in essere anche dai Carabinieri della Stazione di Legnago hanno portato i militari presso il locale nosocomio ove, scorrendo tra le liste dei pazienti, hanno individuato proprio il ricercato, che è stato quindi dichiarato in arresto e piantonato dai militari in attesa di venire preso in consegna dalla Polizia Penitenziaria che lo ha poi accompagnato presso l’ospedale di Borgo Roma