Ricerche di Brenda nel fiume Mincio, gli esiti del primo giorno. I sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Venezia hanno perlustrato un tratto di 3,5 chilometri.

Ricerche di Brenda nel fiume Mincio, gli esiti del primo giorno

Oltre 3,5 chilometri di argine, dalla Littorina di Valeggio sino alla diga di Monzambano. E poi ancora al contrario, sull’altra sponda, altri chilometri, di nuovo verso il punto in cui il lago diventa fiume, a passo d’uomo, con il motore al minimo, per non farsi sfuggire nulla. E’ questo il tragitto che la squadra dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Venezia ha effettuato oggi, alla ricerca del cadavere di Maria Soares Aparecida, detta Brenda, la donna brasiliana scomparsa il 18 luglio 2018 dalla sua casa di Camalavicina.

Ricerche infruttuose

Nonostante la meticolosità dei Vigili del Fuoco, che hanno utilizzato una telecamera subacquea specifica per la ricerca in ambienti di questo tipo, nulla è apparso nel monitor portatile montato a bordo del piccolo gommone fornito dal distaccamento di Bardolino. A seguirli, passo passo, i Carabinieri del reparto operativo della Compagnia di Peschiera del Garda.

Leggi anche:  Frontale sulla Provinciale 6

Domani secondo giorno di ricerche

Domani, sempre con base nei pressi del bar ristorante “La Littorina”, nel territorio comunale di Valeggio, riprenderanno le ricerche disposte dalla Procura della Repubblica di Verona e coordinate dalla Prefettura di Verona.

LEGGI ANCHE:

Scomparsa Brenda, si cerca il corpo nel Mincio FOTO

Ricerche di Brenda, sommozzatori in acqua FOTO e VIDEO