Ferisce un coetaneo durante una rissa in discoteca: denunciato dalla polizia un 22enne mantovano.

Scatta la rissa per una ragazza

Alle ore 03.30 circa della scorsa notte, la Volante della Questura è intervenuta al “Chiringuito” di Mantova per una lite tra alcuni avventori. Arrivati tempestivamente sul posto anche con l’ausilio di una pattuglia della Polizia Stradale, che si trovava nelle vicinanze per effettuare straordinari controlli con etilometro finalizzati al contrasto delle cd “stragi del sabato sera”, gli Agenti hanno raccolto le testimonianze di quanto accaduto e hanno rilevato che alcuni giovani avevano avuto un diverbio sulla pista da ballo a causa di un approccio con la ragazza di uno dei due.

Vuole evitare la rissa ma viene ferito

Secondo le testimonianze un terzo ragazzo, che conosceva la ragazza contesa, si sarebbe messo tra i due per evitare uno scontro fisico: ciò lo avrebbe portato ad essere colpito con un bicchiere che, infrangendosi, gli avrebbe procurato una ferita al collo. Il ragazzo è stato soccorso da un’ambulanza del 118 e trasportato al locale pronto soccorso dove, dopo le cure del caso, è stato giudicato guaribile in 3 giorni salvo complicazioni. L’autore del gesto, riconosciuto dai testimoni, è stato condotto negli uffici della Questura e denunciato all’autorità giudiziaria in stato di libertà per il reato di lesioni aggravate: lo strumento utilizzato per ferire l’altra persona, in questo caso un bicchiere, viene considerato dal codice penale un’arma impropria.

Leggi anche:  Gioielliere ucciso a Suzzara: assolti tutti e 5 i giostrai del caso Mora

Accoltellamento anche nel Bresciano

Nella notte a cavallo tra sabato 28 e domenica 29 settembre 2019, nel bel mezzo della movida bresciana, un ragazzo di 30 anni del luogo è stato accoltellato alla discoteca Molo di Brescia. Secondo la ricostruzione dei fatti l’aggressione sarebbe scaturita in seguito ad una discussione nata nel locale, motivo che ha spinto il più giovane dei due aggressori a sferrare una stilettata al 30enne. Il ragazzo è stato prontamente soccorso e trasportato in ospedale, dove gli è stata suturata la ferita, ritenuta guaribile in 20 giorni.

Gli aggressori sono stati velocemente individuati dalle forze dell’ordine: si tratta di due fratelli di 22 e 23 anni di origini albanesi, risultati essere irregolari sul territorio e denunciati per lesioni e per violazione della legge Bossi- Fini.

LEGGI ANCHE:Per bere alcolici falsifica un documento: 17enne denunciata per sostituzione di persona 

TORNA ALLA HOME