Rock the Castel Villafranca un altro arresto. Un uomo ubriaco ha continuato a disturbare gli operai durante lo smontaggio.

Rock the Castel Villafranca un altro arresto

Nella notte tra domenica 1 e lunedì 2 luglio, i Carabinieri della Compagnia di Villafranca di Verona sono nuovamente intervenuti presso il Castello Scaligero, ove aveva avuto termine da poche ore il festival musicale “Rock the Castle”, traendo in arresto un cittadino marocchino (R.R., classe ’71), poiché responsabile dei reati di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale,  e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità.

L’intervento dei militari

Durante il servizio perlustrativo, su segnalazione della Centrale Operativa, i militari della Stazione di Vigasio sono prontamente intervenuti per sedare l’uomo che stava disturbando gli operai già a lavoro per lo smontaggio del palco utilizzato per i concerti. Quando i militari dell’Arma sono intervenuti, era evidente lo stato di alterazione psico-fisica dell’uomo (dovuto ad un uso smodato di sostanze alcoliche): gli stessi hanno tentato a più riprese di farlo ragionare, ma lui ha iniziato ad inveire anche nei loro confronti, rivolgendo frasi ingiuriose ed opponendo un’attiva resistenza. Tanto che, anche di fronte alla loro richiesta di fornire indicazioni sulla propria identità, lo stesso si è rifiutato. Una volta accompagnato l’uomo presso la caserma, per procedere ad una sua identificazione chiara, ha continuato a mantenere un atteggiamento aggressivo. Al termine degli atti di rito è stato quindi dichiarato in stato di arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza ove resterà fino a martedì, giorno fissato per il rito direttissimo di fronte all’Autorità giudiziaria veronese.