Ruba all’interno del taxi arrestato dalla Polizia. La cattura era stata ordinata il primo aprile ma il giovane padovano è stato rintracciato solo qualche giorno fa.

Ruba all’interno del taxi arrestato dalla Polizia

Nei giorni scorsi la Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Verona il primo aprile di quest’anno. A finire in manette è stato H.D., ventiduenne nato in provincia di Padova. Le indagini nei suoi confronti, eseguite dagli agenti della Sezione Reati contro il Patrimonio e la Pubblica Amministrazione della Squadra Mobile di Verona, sono state avviate a seguito di denuncia di furto su un taxi: reato commesso, la sera dello scorso 23 ottobre, nei pressi di via Golino.

Il colpo al mezzo pubblico

H.D., approfittando dell’assenza del tassista che si era allontanato per qualche minuto, ha infranto il vetro anteriore dell’abitacolo per poi intrufolarvisi e raccogliere, in tutta fretta, ciò che era stato lasciato all’interno. Grazie anche ai filmati delle telecamere installate dentro al veicolo, i poliziotti sono riusciti ad identificare l’uomo, ripreso durante tutte le fasi dell’azione criminosa. L’attività investigativa svolta ha consentito, inoltre, di far emergere i numerosi precedenti del giovane che, noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, era stato già arrestato dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona, lo scorso settembre, sempre a seguito di tentato furto aggravato su auto. Deferito alla competente Autorità Giudiziaria per l’ennesimo illecito accertato, H.D. è stato sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere. L’uomo è detenuto presso l’Istituto Penitenziario di Montorio.