Prosegue l’attività della Polizia di Stato volta a prevenire, anche all’interno delle Stazioni Ferroviarie, i reati contro il patrimonio in danno dei viaggiatori.

Visto dalle telecamere di videosorveglianza

Nella mattina del 17 maggio scorso, gli agenti specializzati del Centro Operativo Compartimentale hanno arrestato il veronese S.R. di 40 anni, già noto alle forze dell’ordine, colto nella flagranza del reato di furto aggravato di una bicicletta, trafugata dalla rastrelliera attigua al binario 12 della stazione di Verona Porta Nuova. Verso le dieci della mattina gli agenti hanno notato dai monitor delle telecamere di video sorveglianza un uomo che, dopo aver tranciato con una tronchese la catena che assicurava una bicicletta alla rastrelliera, saliva in sella al velocipede per poi darsi alla fuga.

L’uomo era già noto alle forze dell’ordine

Gli agenti, intervenuti immediatamente, hanno bloccato il fuggitivo e lo hanno perquisito trovandolo in possesso, oltre alla tronchese, di una trancia, un kit di chiavi a brugola e varie punte di cacciavite; gli arnesi rinvenuti sono stati sequestrati, mentre l’uomo è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato. Trattenuto nelle celle di sicurezza del Settore Operativo Polizia Ferroviaria, l’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine per reati della stessa natura, è comparso questa mattina davanti al giudice che ha convalidato l’arresto. La bicicletta oggetto del furto è stata trattenuta dalla Polizia in attesa di essere restituita al legittimo
proprietario.