Scuole sicure: droga all’istituto Giorgi. Continua incessante l’attività di prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti all’interno, o nelle immediate vicinanze, degli istituti scolastici da parte della Polizia di Stato.

I controlli all’istituto Giorgi

Nella mattinata di ieri, venerdì 25 gennaio 2019, gli uomini delle Volanti e della Squadra Mobile della Questura scaligera, coadiuvati da equipaggi di rinforzo del Reparto Prevenzione Crimine “Veneto”, hanno effettuato un servizio mirato all’interno dell’Istituto IPSIA “G. Giorgi” in via F. Rismondo n. 10.

L’attività è nata da una serie di segnalazioni e dall’acquisizione di notizie che hanno fatto emergere un possibile traffico di sostanze stupefacenti all’interno dell’Istituto.

Controlli con unità cinofile

Sono stati effettuati controlli sia sugli studenti e sui loro effetti personali, che all’interno di bagni e aule condivise, il tutto con l’ausilio delle unità cinofile che hanno segnalato l’effettiva presenza di droga all’interno delle tasche di due minorenni.

Due persone trovate in possesso di droga

Nello specifico, uno di questi è stato segnalato alla Prefettura e sanzionato amministrativamente per il rinvenimento di una modica quantità di Hashish che lo stesso deteneva per uso personale. Addosso ad un altro ragazzo invece, quasi maggiorenne, sono stati trovati 4 involucri contenenti Hashish, per un peso complessivo di 3,3 grammi, ed un involucro contenente Marijuana del peso di circa un grammo.

Leggi anche:  Fugge da una rissa e piomba con la sua auto su quelle parcheggiate VIDEO

Controlli estesi a casa

Considerato il confezionamento dello stupefacente, è stata effettuata una perquisizione nella sua abitazione che ha portato al ritrovamento di altri due involucri, uno di  Hashish del peso di 20 grammi e uno di Marijuana del peso di 14 grammi, e un bilancino di precisione evidentemente utilizzato per la ripartizione delle dosi.

Detenzione ai fini di spaccio

Dopo gli atti di rito ed il sequestro della droga, lo studente è stato denunciato per detenzione di sostanza stupefacente per finalità di spaccio alla Procura al Tribunale per i minorenni di Venezia.