Spacciatore veronese arrestato. La perquisizione estesa a casa ha aggravato la posizione dell’uomo.

Arrestato un pregiudicato

Ieri pomeriggio, venerdì 15 giugno, i carabinieri dell’Aliquota operativa del nucleo operativo e radiomobile di Verona hanno tratto in arresto, a Pescantina, un veronese classe 1973, pregiudicato e nullafacente.

Pedianto e osservato, lo hanno incastrato

Era infatti in corso un attento servizio di osservazione, controllo e pedinamento dell’uomo, che è stato seguito da Verona fino a Pescantina per l’appunto, dove ha ceduto droga a un giovane, successivamente segnalato in Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Cocaina per lo spaccio

I militari hanno allora esteso la perquisizione nei confronti dell’arrestato al suo domicilio: lì, in una “insospettabile” scatola contenente cialde del caffè, hanno rinvenuto ben 13,67 grammi di cocaina, accuratamente suddivisa in 9 piccoli sacchetti, pronti per il successivo spaccio.

Arrestato, il processo sarà a fine luglio

L’uomo è stato condotto in stato di arresto in caserma: questa mattina la direttissima ha convalidato l’arresto, e disposto la misura degli arresti domiciliari. Processo rinviato al 30 luglio 2018.