I carabinieri della stazione di Lazise hanno denunciato in stato di libertà P. J., classe ‘2001, P.K. classe ‘2000 e P. R. classe’99, tutti e tre studenti di nazionalità olandese e in Italia per turismo, poiché ritenuti responsabili del reato di danneggiamento in concorso.

Ad incastrarli le testimonianze di alcuni testimoni

Il fatto risale allo scorso 28 luglio, quando, intorno alle ore 02.50, su richiesta della centrale operativa della compagnia di Peschiera del Garda, una pattuglia del comando stazione di Lazise si è recata sulla S.R. 249, nei pressi del campeggio Eurocamping della frazione Pacengo di Lazise, poiché, poco prima, un automobilista aveva notato tre giovani sradicare alcuni cartelli stradali. Giunti sul posto e raccolta una sommaria descrizione dei ragazzi da alcuni testimoni che avevano assistito al fatto, i carabinieri si sono attivati immediatamente alla loro identificazione e, dopo accurate ricerche, hanno individuato un gruppo di tre persone dalle fattezze simili a quelle descritte che passeggiavano tranquillamente all’interno del campeggio Eurocamping.

Divelta la segnaletica stradale per puro diletto

A quel punto i militari hanno generalizzato i giovani ed hanno scattato loro alcune foto; successivamente, dopo aver redatto apposito fascicolo fotografico, le hanno mostrate a vari testimoni che li hanno riconosciuti senza ombra di dubbio come gli autori del danneggiamento. La ricostruzione operata dai militari, sia mediante la raccolta di testimonianze che con l’ausilio delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona, ha permesso di accertare che i tre ragazzi di nazionalità olandese e in Italia per turismo, nella notte del 28 luglio, probabilmente in stato di ubriachezza, si sono avvicinati ad alcuni cartelli stradali e, per puro diletto, li hanno sradicati con violenza per poi scaraventarli al suolo, cagionando un danno patrimoniale di 3.500 € circa; compiuto tale atto vandalico, sono quindi rientrati tranquillamente all’interno del vicino Eurocamping, dove erano alloggiati e si stavano godendo la vita notturna quando però, per loro sfortuna, sono stati prontamente rintracciati e identificati dai Carabinieri quali autori del gesto. Per tali motivi, riscontrate inequivocabili responsabilità a carico dei tre per il reato di danneggiamento in concorso, i militari hanno quindi provveduto a denunciarli in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria