Sversamento nell’Adige. La segnalazione fortunata ai Vigili del Fuoco di un passato ha fatto in modo che l’inquinamento non si espandesse in altri luoghi della città e della provincia.

L’intervento dei vigili del fuoco

I Vigili del fuoco sono intervenuti per risolvere un problema di inquinamento nel fiume Adige nella città di Verona ieri, lunedì 7 gennaio. La chiamata è arrivata da un passante che, vedendo una chiazza di sostanza oleosa galleggiare sulle acque del canale, ha attivato i soccorsi.

Bloccato l’inquinamento

La macchia inquinante è stata bloccata alla diga Enel che si trova nel parco del Pontoncello, tra i comuni di San Giovanni Lupatoto e San Martino Buon Albergo: per evitare che la sostanza arrivasse alla propria centrale, Enel ha chiuso il flusso d’acqua che dall’Adige abitualmente si riversa nel canale idroelettrico S.A.D.E., manovra che ha consentito anche di arrestare l’inquinante allo sbarramento sul fiume.

Leggi anche: Canale Giuliari, sversamento sostanze oleose

La soluzione

La fuoriuscita, avvenuta presumibilmente da un’azienda con sede in città, è stata quantificata in circa 200 litri. Ieri la squadra di Vigli del fuoco ha cosparso le acque vicine alla diga una sostanza per combattere l’inquinamento: si tratta di un liquido biologico disgregante che, reagendo con le molecole di idrocarburo, le discioglie.