Tragedia al mare chiesa gremita per l’addio a Loris.

Tragedia al mare chiesa gremita per l’addio a Loris

Oggi, giovedì 4 luglio, nella frazione di Roverchiaretta, si sono svolte le esquie di Loris Elberti, scomparso in seguito ad un tragico incidente in mare lo scorso 29 giugno. La chiesa ha contenuto a stento la numerosa folla che ha voluto dargli l’estremo salute.

Le parole di don Gianluca Colato

«Oggi siamo qui in tanti. Siamo tristi, sconvolti, increduli, delusi ma con il cuore in mano. La parola “morte” è difficile da affrontare. Essa purtroppo non va mai in ferie. Giovani, anziani, bambini, adulti, uomini, donne. La morte non ha preferenze, è sempre in agguato, ti colpisce e ti prende anche in un momento di relax». Lacrime e sconforto per la scomparsa di un uomo che era amato da tutti, per la sua intraprendenza e la voglia di fare.

Addio all’uomo solare e sempre disponibile

Durante l’omelia, don Gianluca Colato ha affermato: «Loris era un uomo buono, solare, allegro, pronto ad aiutare chi aveva bisogno. Loris sapeva amare. È caduto e si è rialzato. Quando uno si spende per gli altri incarna il messaggio del Vangelo».

Leggi anche:  Stevanin: "Sono cambiato". Una nuova perizia per richiedere permessi per lasciare il carcere.

Il commuovente ricordo della compagnia

La compagnia Sofia ha voluto salutarlo per l’ultima volta e ha affemrato: «Voglio ringraziarti per questi quattro anni insieme. Tu, uomo buono, pronto ad aiutare chi aveva bisogno, solare e sorridente, grazie per la tua allegria, per la tua ironia, per la tua pazienza. Mi hai dato l’amore che mi mancava. Proteggimi, sostieni, amami. La tua Sofia».