Tre arresti in 24 ore per la Polizia Ferroviaria di Verona Porta Nuova. Tanto lavoro nelle giornate pasquali per la Polizia Ferroviaria di Verona porta Nuova, ma il 3 aprile è stato particolarmente intenso con ben tre arresti.

Primo arresto: marocchino 25enne

Nella notte è stato arrestato prima il cittadino marocchino Noman Ordighi, di 25 anni, che aveva violato più volte l’obbligo di firma presso i Carabinieri di San Bonifacio e, sprovvisto di documenti, è stato sottoposto ad approfonditi accertamenti che hanno permesso di appurare che lo stesso era colpito da una ordinanza di custodia cautelare in carcere, proprio in sostituzione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Verona nello scorso mese di febbraio.

Secondo arresto: rumeno 22enne

A distanza di due ore è stato arrestato per danneggiamento aggravato il cittadino rumeno Turluianu Florin, di poco più di 22 anni che aveva danneggiato un’auto della Polizia parcheggiata sul primo binario.

Leggi anche:  Incidente motociclo auto, 30enne in codice rosso

Terzo Arresto: italiano ventenne

Il pomeriggio dello stesso giorno è stato il turno dell’italiano Falvo Leonardo, ventenne, che sottoposto a controllo di Polizia ha cercato di darsi alla fuga causando lesioni ad uno degli agenti della Polfer intervenuti. La perquisizione, estesa anche alla sua abitazione, ha permesso di rinvenire 14 grammi di eroina e circa 15 di hashish, oltre a un bilancino di precisione. Il Tribunale di Verona ha convalidato l’arresto applicandogli la misura cautelare dell’obbligo di dimora nella provincia di Verona.