Tre pregiudicati marocchini arrestati nell’arco di poche ore.

Il primo arresto in via Palladio

Il primo nella notte appena trascorsa, quando un marocchino, classe 65, ha iniziato ad infastidire la clientela del locale pubblico “palladio”, in via palladio, in evidente stato di ubriachezza.
L’uomo, pregiudicato, alla vista dei militari accorsi per riportare ordine all’interno del locale, ha dato letteralmente in escandescenza, scagliandosi contro di loro e tentando di colpirli.

Ammanettato, chiesti i termini dalla difesa

Ammanettato, è stato portato, in stato di arresto, presso il proprio domicilio, in attesa della direttissima di quest’oggi: chiesti termini a difesa per il 20 giugno, l’uomo è stato rimesso in libertà senza applicazione di misure cautelari, previo risarcimento del danno alle parti offese.

Il secondo arresto

Questa mattina, ancora il nucleo operativo e radiomobile ha messo le manette ai polsi a ben due pregiudicati, di origine marocchina, classe 72 e 88, pregiudicati. Gli uomini erano in macchina, e sono stati fermati dai carabinieri per un controllo d’iniziativa: ma hanno destato subito sospetti per l’atteggiamento nervoso e sbrigativo con cui si sono posti, tanto da indurre i militari ad iniziare una perquisizione prima personale e poi veicolare, che infatti ha dato esito positivo.

Leggi anche:  Ritrovato sano e salvo Alex scomparso ieri a Borgo Roma

Spaccio

Sono stati rinvenuti, ben nascosti nel bagagliaio dell’auto, quindici involucri cellophanati, contenenti complessivamente 2,5 chili di hashish e ben 360€, denaro ritenuto provento dell’attività illecita di spaccio. Gli arrestati sono stati portati presso il carcere di montorio a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.