Aggredisce carabiniere e fugge con la complicità della famiglia. E’ successo a Montecchia di Crosara durante la tradizionale “Sagra delle ciliegie”. A seguito dei fatti i carabinieri della stazione di San Giovanni Ilarione hanno denunciato tre persone: marito, moglie e cognato, resisi responsabili, a vario titolo, di violenza e oltraggio a P.U., favoreggiamento personale, rifiuto di indicazioni sull’identità personale ed ubriachezza.

Aggredisce carabiniere e fugge

Protagonista un 45enne, di Montebello Vicentino che, in evidente stato di ubriachezza, si è avvicinato a due dei militari impiegati per la vigilanza dell’evento pretendendo il loro intervento in quanto, a suo dire, era stato aggredito da un altro partecipante alla festa.

La fuga

I militari hanno quindi chiesto all’uomo di declinare le generalità e fornire spiegazioni sull’episodio ma il 45enne ha reagito violentemente, oltraggiando gli operanti ed afferrando per un braccio un carabiniere allo scopo di trascinarlo verso l’antagonista. Liberatosi dalla presa, il militare ed il collega hanno tentato di bloccare l’uomo allo scopo di calmarlo ed identificarlo compiutamente. Invano però, a causa dell’intervento di un gruppo di persone che, oltre a rifiutarsi anche loro di declinare le generalità, hanno “fatto scudo”, consentendo la fuga dell’uomo in stato di alterazione.

Leggi anche:  Scivola nel sentiero: salva escursionista tedesca

Rintracciati

Sono scattate quindi le indagini che hanno consentito di individuare l’auto utilizzata per la fuga e di localizzare l’uomo nella sua abitazione nel Vicentino. Analogamente sono stati identificati anche i suoi favoreggiatori, la moglie ed il cognato, anche loro deferiti alla Procura della Repubblica di Verona. Sono in corso, inoltre, ulteriori accertamenti per addivenire all’identificazione delle altre persone che hanno dato ausilio al reo.