I Carabinieri del NOR della compagnia di Legnago ieri pomeriggio verso le 14 sono intervenuti presso un negozio di abbigliamento a San Pietro di Legnago, poiché era stato segnalato un furto.

Rubano vestiti in un negozio di abbigliamento

Immediatamente giunti sul posto i militari hanno visto una donna, C.A., cittadina italiana, classe 1997, residente a Casaleone, nullafacente, pregiudicata, la quale, insieme ad una sua parente minorenne, erano state bloccate dal personale addetto alla vigilanza. In una borsa avevano occultato diversi capi di abbigliamento, ben 6 ai quali erano stati rimossi i dispositivi antitaccheggio  del valore complessivo di 128 euro.

L’arresto

La donna è stata quindi condotta in caserma e dichiarata in arresto per furto aggravato in concorso con la ragazzina sua parente che è stata denunciata a piede libero per gli stessi reati. La donna è stata poi condotta presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari. Questa mattina è stata accompagnata dai Carabinieri presso il tribunale di Verona per sostenere il giudizio per direttissima dove il giudice, dott. Claudio Prota ha convalidato l’arresto e condannato la donna, che ha patteggiato, a 3 mesi di reclusione, 128 euro di multa, pena sospesa e posta in libertà.