Nottata di ordinaria follia a Lugagnano. Nella frazione di Sona, infatti, alcuni vandali hanno deciso di devastare completamente il bagno pubblico del cimitero. Come testimoniano le immagini, apparse sui profili social ufficiali del Comune, tutto ciò che era possibile danneggiare è stato fatto a pezzi. Anche i muri hanno dovuto subire la medesima sorte, imbrattati da scritte prima assenti.

“Sono stati i nostri ragazzi”

Sempre sul profilo Facebook del Comune di Sona è apparso anche un commento alle foto che vogliamo riportare integralmente qui di seguito:

“Ecco cosa troveranno al Cimitero di Lugagnano oggi i nostri cittadini. Gli autori, che vedremo per l’ennesima volta, attraverso le telecamere, sono nostri ragazzi, che già hanno danneggiato il monumento, appiccato fuochi al parco giochi, un piccolo branco che nessuno si prende la briga di segnalare e che fino ad ora, non abbiamo voluto mettere nei guai. Chiediamo ai loro genitori che ci leggono qui ( perché ci leggono): sapete cosa fanno i vostri ragazzi? Spiegate loro che tutto ha un prezzo, e che non è corretto che a pagare sia sempre il Comune”.