Nell’ambito dei servizi straordinari di prevenzione e controllo, pianificati in occasione delle festività pasquali, la Polizia Ferroviaria di Verona Porta Nuova ha intensificato i controlli nell’ambito di competenza anche con l’ausilio di unità cinofile e metal detector. Solo nella giornata di venerdì sono state controllate oltre 150 persone e 170 bagagli, nonché 9 autovetture.

Aggredisce controllori e agenti della polfer

Sempre nella mattina di venerdì i poliziotti sono intervenuti su un treno in partenza per Bolzano per la presenza a bordo di un uomo senza titolo di viaggio, che si era sottratto ai controlli del personale FS, aggredendo e spintonando gli stessi. Quindi si è proceduto all’arresto del viaggiatore, K.M. cittadino della Guinea di 30 anni, che, dopo avere insultato e minacciato gli agenti che lo stavano identificando, si è scagliato contro di loro dando in escandescenze e riuscendo, nella colluttazione, ad arrecare leggere contusioni a due operatori Polfer. Eseguiti gli accertamenti identificativi si è appurato che il giovane aveva a carico numerosi precedenti penali per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, interruzione di pubblico servizio, porto abusivo di oggetti atti ad offendere, furto aggravato, violazione della normativa sul soggiorno degli stranieri.

Avrebbe dovuto lasciare il territorio statale

L’arrestato, inoltre, era già destinatario di un ordine, disposto dal Questore di Verona lo scorso 1 aprile, di lasciare il territorio dello Stato, provvedimento a cui non ha ottemperato. Condotto innanzi all’A.G. nella mattinata odierna, il Giudice ha convalidato l’arresto e applicato a K.M. la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Verona.