Volevano far rinascere il partito Nazista, la Digos anche a Caldiero.

Filonazisti: arresti anche a Caldiero

Volevano costituire un partito di chiara ispirazione nazista con matrice xenofoba ed antisemita ma sono stati individuati dalla Procura al termine di una lunga fase investigativa.  Tra i 19 indagati nell’operazione “Ombre nere”, che ha visto perquisizioni in mezza Italia, anche una cinquantacinquenne residente a Caldiero finita nel mirino degli investigatori a causa di una intercettazione.

La perquisizione nella sua abitazione

La Digos ha sequestrato nella casa della donna, militante di Forza Nuova,  documentazioni scritte, materiale informatico, cimeli riferiti al nazionalsocialismo, bandiere con la croce uncinata, decine di libri legati al periodo nazista.

E c’era pure “Miss Hitler”

Una giovane lombarda avrebbe anche partecipato a un concorso on line, sul social network russo ‘VK’, vincendo il titolo di ‘Miss Hitler 2019’. L’attenzione degli investigatori è toccata anche a una coppie residente a Vicenza, originaria della Sicilia, 42 anni lui, 40 la moglie.

Leggi anche:  Volevano creare un Partito Nazista in Italia:arresti e perquisizioni

A Padova la “Sergente di Hitler”

A Padova ci sarebbe stata invece proprio la capa veneta dell’organizzazione che avrebbe voluto ridare vita al partito nazista. Sulla sua pagina Facebook la donna scriveva: “Il nazionalsocialismo trionferà in tutta Europa. Hitler è immortale”.
LEGGI ANCHE:

Volevano creare un Partito Nazista in Italia:arresti e perquisizioni