Fieracavalli, al via la 121esima edizione.

Da giovedì 7 al via Fieracavalli

Il binomio Verona-cavallo è un’identità culturale, storica ed economica con origini molto antiche. Difficile, se non addirittura impossibile, immaginare questa città senza i suoi cavalli, simbolo della sua essenza e della sua internazionalità.

Una storia lunga 121 edizioni

Per la sua 121a edizione, Fieracavalli ripropone come protagonista indiscusso della manifestazione il cavallo, in tutta la sua forza espressiva. Per la campagna 2019 è stata scelta l’artista Federica Crestani a guidare l’ispirazione di tutta la comunicazione dell’evento. ll cavallo viene interpretato come vera e propria opera d’arte della natura e, da protagonista indiscusso, si manifesta attraverso l’utilizzo dei quattro elementi: acqua, terra, aria e fuoco.

Acqua, terra, aria e fuoco

L’acqua, componente primordiale, è il principio vitale inteso come mezzo di rigenerazione e rinnovamento. Raffigura quindi la trasparenza della scelta etica di Fieracavalli nella direzione del benessere animale. La terra è la rappresentazione del campo di gara. Gli schizzi di terreno che si sollevano simboleggiano la natura concreta dell’elemento e il dinamismo proprio della competizione. L’aria rimanda al senso di libertà e al lato spettacolare della manifestazione. Il fuoco, infine, è filo conduttore della mostra Art&Cavallo che debutta quest’anno in fiera, portando nel padiglione 8 pittura, scultura e fotografia.