Giornata Europea degli Antibiotici a Lonigo.

Giornata Europea degli Antibiotici

Ridurre la mortalità prematura dovuta alla resistenza agli antibiotici è diventata un’emergenza di sanità pubblica mondiale. Nel nostro Paese ogni anno si registrano oltre 10mila decessi per antibiotico-resistenza su 33mila circa in Europa. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, le infezioni ospedaliere hanno un’importanza anche maggiore di tante altre malattie non infettive. Infatti, su 9 milioni di ricoveri in ospedale, ogni anno si riscontrano da 450.000 a 700.000 casi, pari al 5-8% di tutti i pazienti ricoverati. Nel 2050 le infezioni batteriche saranno la principale causa di decessi ed anche una persona che non abbia mai assunto antibiotici, oggi corre il rischio di avere un’infezione da batteri resistenti. Il 18 novembre, come ogni anno dal 2008, si celebra in tutta l’Unione Europea la Giornata Europea degli Antibiotici promossa dal Centro Europeo per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie, Agenzia dell’Unione Europea sostenuta in qualità di partners dall’Union Européenne des Médecins pour l’Education et la Promotion de la Santé “UNIMEDPROSANTE” ed Educational Provider Agency “EPA” da sempre impegnati nell’organizzazione di campagne medico educazionali no profit nelle scuole. La forza di questa iniziativa europea consiste nella partecipazione volontaria di medici e farmacisti che spiegheranno agli studenti ed insegnanti come arrestare l’antibiotico resistenza.

Leggi anche:  Lions veronesi uniti per i bambini malati con un concerto benefico

L’iniziativa a Lonigo

A Lonigo ha aderito con entusiasmo l’Istituto Lodovico Pavoni dove interverrà la mattina del 18 novembre 2019 la dottoressa Aurora Bisognin farmacista esperta, per spiegare agli studenti ed insegnanti quando vanno usati gli antibiotici e come assumerli in maniera efficace per far sì che continuino ad essere efficaci anche in futuro. I rischi sanitari riguardano non solo la persona che li assume in modo improprio, ma anche chi sarà successivamente contagiato da batteri resistenti agli antibiotici. Senza antibiotici efficaci, la medicina moderna rischia tornare ai tempi in cui ammalarsi di una comune infezione batterica come la polmonite equivaleva ad una sentenza di morte.