Torna in scena a Verona la compagnia I Gotturni di Villafranca con la “La Vie en Rose”, aneddoti e canzoni di Edith Piaf , il terzo recital proposto da Anna Paganini Bresaola dopo “Barbera e Champagne”  (Omaggio a Giorgio Gaber) e “Tanto pe’ Cantà” (omaggio a Gabriella Ferri).

I Gotturni di Villafranca in scena a Verona

Un filo conduttore unisce le scelte di questi recital dove Anna Paganini Bresaola, alla quale piace definirsi attrice, oltre a racconti e aneddoti canta e con stima cerca di ricordare e riproporre questi tre grandi artisti.

Sul palco la ricerca personale di Paganini

“La scelta degli artisti, che può sembrare presuntuosa, è invece dettata da un bisogno e forse da una ricerca personale che sto portando avanti – dichiara l’attrice – Ho trovato nel teatro il mio sistema per comunicare e trovo che con il canto il tutto mi sia più congeniale. Quando vidi Gaber in teatro, oltre all’emozione indescrivibile avevo trovato nei suoi testi tutto quello che avrei voluto scrivere io. Così l’idea di riproporre la sua opera. Di Gabriella Ferri invece mi colpì la forza, quelle esplosioni liberatorie che le erano tipiche. In Edith Piaf ho trovato una grandezza, una potenza  e, al tempo stesso, un’ umiltà che mi disarma e mi emoziona”.

Leggi anche:  Carnevale di Mezza Quaresima presentato a Legnago

Con la fisarmonica Thomas Sinigaglia

Con Anna Paganini ci saranno sul paolo Thomas Sinigaglia e la sua fisarmonica, per la regia di Claudio Messini. L’appuntamento è venerdì 22 febbraio alle 21.15 al teatro Modus di Verona.