Tornano gli incontri con la storia a Sommacampagna e questa volta raccontano la Grande guerra.

La Grande guerra a Sommacampagna

Due appuntamenti culturali al Virtus Cinema di via Ospedaletto, per raccontare cosa accadde 100 anni fa, durante la prima guerra mondiale. Lunedì 10 dicembre, alle 21, gli studenti del Liceo Artistico Carlo Anti di Villafranca proporranno agli spettatori un cortometraggio da loro elaborato nell’ambito dei laboratori multimediali. Punto di partenza un filmato inedito, realizzato dal 332° reggimento di fanteria statunitense che tra luglio e agosto 1918 prese stanza a Villa Mille e una Rosa, nel centro di Sommacampagna. Il figlio del capitano Ralph Klinger, a capo del reggimento, venne in Italia a cercare i luoghi in cui suo padre e i commilitoni fecero passaggio. Così, per caso, Carlo De Simone, proprietario di Villa Mille e una Rosa, vide quest’uomo aggirarsi fuori da casa sua con un tablet. Incuriosito, gli chiese cosa stesse facendo e da questo fortuito incontro scoprì che Villa Mille e una Rosa, allora di proprietà Bocca Trezza, fu quartier generale delle truppe americane sul finire della prima guerra mondiale e che la stessa villa compariva in un raro filmato dell’epoca. Il dottor De Simone, sempre attento al coinvolgimento dei giovani nella vita civile e purtroppo venuto a mancare qualche mese fa, si mise generosamente a disposizione degli studenti del Carlo Anti di Villafranca, guidati dagli insegnanti Cristina Carletti, Ismaele Chignola e Arianna Rebonato, per fornire loro informazioni utili a far conoscere questa interessante storia. Lunedì 10 dicembre il cortometraggio verrà presentato al pubblico con interventi dei
docenti e degli studenti, che spiegheranno inoltre il percorso culturale e le tecniche utilizzate.

Prosegue il format “Sommacampagna si racconta”

Sabato 15 dicembre, alle ore 16, è la volta de “La Memoria Raccontata. Tracce della Grande Guerra tra i ricordi di famiglia”. Terzo appuntamento del fortunato format proposto da Sommacampagna si racconta in collaborazione con il Circolo Ricreativo Anziani di Sommacampagna. Da mesi si sta lavorando per la creazione dell’Archivio della Memoria di Sommacampagna, in cui ciascuno può portare storie, racconti, fotografie e oggetti. Il tutto viene filmato, fotografato e registrato a computer.
Da queste storie, racconti, fotografie e oggetti, che i cittadini hanno deciso di condividere con la comunità, è possibile sviluppare narrazioni, per poter ricostruire, nella pluralità del materiale messo assieme, la storia delle comunità. Sul palco del Virtus, sabato 15 dicembre, interviste, filmati e musica per due ore che scalderanno i cuori degli spettatori, con la straordinaria partecipazione del coro SMS Vocal Ensemble della Scuola di Musica e Teatro Antonio Salieri di Caselle.
Sabato 15 sarà inoltre a disposizione di tutti i partecipanti il nuovo Quaderno Storico curato da Sommacampagna si racconta. “La Memoria raccontata. Verso il 25 aprile”, una pubblicazione fresca di stampa che raccoglie le testimonianze messe in scena lo scorso 25 aprile, sempre al Virtus, in cui il tema era la narrazione dei tempi della seconda guerra mondiale.

Leggi anche:  Incontro con l'autore

La consigliera Principe: “Diamo impulso alla cittadinanza attiva”

La consigliera Eleonora Principe, promotrice del progetto di conservazione della memoria storica di Sommacampagna: “Questa Amministrazione crede fortemente nell’importanza della conoscenza e della conservazione della memoria storica, coinvolgendo direttamente i cittadini. Con progetti volti a raggiungere questo obiettivo, si forniscono delle offerte culturali di grande valore, che permettono ad un’ampia fascia d’età di sentirsi partecipe e ai cittadini di rafforzare il legame con il luogo in cui vivono, dando impulso a percorsi di cittadinanza attiva e responsabilità civica”.