La poetessa villafranchese Marisa Tumicelli ha partecipato al Carnevale dell’ateneo veneziano, leggendo un suo testo inedito.

Marisa Tumicelli ospite del Carnevale dell’ateneo veneziano

Si intitola “La luna di cartone” la poesia che Marisa Tumicelli è stata invitata a scrivere per l’occasione. Un testo ispirato al tema portante della performance poetica “La luna e i lunatici”, parte del programma del “Carnevale di Venezia all’Ateneo Veneto”.

I versi parlano di luna, bizzarrie e mascheramenti, in linea con l’atmosfera inafferrabile e vorticosa del carnevale veneziano. Eccone un brano: “ho somiglianze capricciose/ di risveglio/ miei inquieti pensieri/ mio rovesciato fiorire/ ho la luna tra i capelli/ una luna di cartone/ mia maschera bizzarra/ quotidiana vestizione”.

La Casa della poesia

L’autrice villafranchese ha letto l’inedito martedì 26 febbraio nell’Aula Magna dell’Ateneo Veneto, partecipando alla performance curata dalla “Casa della poesia”, un’iniziativa dell’Ateneo curata dal professor Paolo Balboni. I testi di poesia contemporanea sono stati letti fra musica classica, letture di autori classici e i brani blues interpretati da Mattia Balboni.

Il prossimo appuntamento per la festa della donna

La poetessa Tumicelli tornerà a partecipare a un prossimo evento della “Casa della poesia”, di cui è un’ “inquilina” a tutti gli effetti, il 7 marzo, con un programma dedicato alla “Poesia al femminile”.