Musei del Garda: abbonarsi conviene.

Un calendario fitto di appuntamenti culturali nei Musei del Garda

Il Polo Museale della Lombardia propone a partire da novembre 2019 e fino ad aprile 2020 18 appuntamenti culturali nei Musei del Garda.

Si inizia alla Villa Romana di Desenzano il 16 novembre con il primo di un ciclo di 6 incontri (uno al mese) dedicati alla riscoperta della villa come luogo dell’abitare.

I primi tre incontri approfondiranno ciascuno un tema legato alla vita quotidiana in epoca romana, i successivi invece si concentreranno sulla rielaborazione del racconto, attraverso tre laboratori di scrittura guidati da una drammaturga.  Al Castello Scaligero, invece, si susseguiranno 6 visite guidate a tema incentrate sui diversi aspetti legati alla storia del Castello e del suo territorio: dalla biologia lacustre all’araldica, dalle mode dell’abbigliamento medievale ai giochi dell’epoca. Due appuntamenti, a dicembre e marzo, saranno dedicati alle famiglie con bambini fino ai 12 anni.

Alle Grotte di Catullo, infine, si partirà a fine novembre con una visita guidata alla scoperta dei depositi delle Grotte, dove sono raccolti preziosi frammenti degli affreschi che decoravano la villa. Si prosegue poi con altre 3 visite guidate alla scoperta dell’oliveto storico e dei segreti della produzione dell’olio. Concludono il ciclo due appuntamenti dedicati l’uno al disegno dal vero, l’altro alle famiglie, che saranno coinvolte in una caccia al dettaglio negli spazi della villa.

Leggi anche:  Sala Arazzi ha ospitato il concerto di Natale degli studenti del liceo musicale

Ecco come partecipare alle attività

La partecipazione alle attività è gratuita previo acquisto del biglietto d’ingresso. Per partecipare a più di una iniziativa, ricordiamo che è disponibile l’Abbonamento 3 Musei del Garda che – al costo di 21 € – consente l’accesso illimitato ai tre siti museali per un anno a partire dalla data di acquisto.
L’abbonamento è uno strumento pensato proprio per il pubblico che risiede nel territorio del Garda, al fine di incentivare un legame e una frequentazione continuativa con i luoghi della cultura del territorio.