La Fondazione Cis organizza, sabato 15 dicembre 2018 alle ore 16.30 in Auditorium Comunale, la presentazione dell’avvincente romanzo «Il Palazzo dei baci rubati. Un omicidio e altri misfatti a Montecitorio», pubblicato da Gabrielli Editori e scritto a quattro mani da Paolo Bertezzolo e Laura Rozza Giuntella.

Paolo Bertezzolo presenta il suo libro a Villafranca

Nel corso del pomeriggio interverranno il giornalista Roberto Zoppi, che dialogherà con l’autore, Paolo Bertezzolo, mentre l’attrice dei «Gotturni», Anna Paganini, allieterà l’incontro con letture di brani delromanzo e canzoni del suo repertorio. L’appuntamento, in piazza San Francesco n.1 a Villafranca di Verona, si concluderà con un buffet e la degustazione di vini offerti a tutti i presenti.

Come salvarsi nel Palazzo senza perdere l’anima

“La politica è il luogo teologico della speranza” affermano a un certo punto Paolo Bertezzolo e Laura Rozza
Giuntella citando il padre domenicano Marie-Dominique Chenu, nel loro romanzo che è giallo, analisi politica, intreccio psicologico, ma soprattutto, come scrive il giornalista Marco Damilano nella prefazione al libro, il racconto dell’incontro e dello scontro tra un luogo fisico – il Parlamento, Montecitorio, il Transatlantico, la buvette, con il suo carico di ambizioni, tradimento degli ideali e delle persone – e un luogo spirituale, meno noto perché intimo, confinato negli angoli più nascosti della coscienza. Tra questi due luoghi, il Palazzo e l’anima, e in questo conflitto, salvarsi nel Palazzo senza perdere l’anima, si muovono
Pico e Margherita, buffe figure di deputati-detective, persone normali elette alla Camera nel momento più drammatico della storia repubblicana, la legislatura 1992-1994, quella travolta dagli scandali di Tangentopoli e colpita al cuore dagli omicidi di mafia di Falcone e Borsellino e dalle stragi del ’93. È una storia di venticinque anni fa, ma sembra raccontare la politica di oggi.
Ingresso libero e gratuito.

Leggi anche:  Messa del lavoro officiata dal vescovo di Verona

Gli autori

Paolo Bertezzolo, impegnato a lungo nell’associazionismo cattolico veronese, è stato prima insegnante di Storia e Filosofia, poi dirigente scolastico nei licei. Eletto deputato nell’XI legislatura, è tornato in seguito al lavoro e all’impegno sociale. Ora è in pensione e vive a Villafranca di Verona. Ha pubblicato numerosi saggi e diversi libri. Tra questi, nel 1992, «Francesco Angeleri. Un rosminiano veronese» vincitore nel 1993 del «Premio Emilio Chiocchetti» del «Progetto Rosmini» di Rovereto e, nel 2011, «Padroni a chiesa nostra. Vent’anni di strategia religiosa della Lega Nord». Ha pubblicato anche due romanzi con Gabrielli editori: «Il tempo della danza» (2004) ed «Ester», che ha vinto il secondo premio al concorso internazionale di letteratura «Città di Moncalieri» nel 2007.
La co-autrice del romanzo, Laura Rozza Giuntella, è nata a Milano e anche lei è stata impegnata fin da giovane nell’associazionismo cattolico. Si è laureata in Lettere moderne all’Università Statale di Milano ed è stata presidente degli universitari della FUCI. Come Bertezzolo, è stata eletta deputata con il Movimento per la Democrazia «La Rete» nel 1992. Dopo questa parentesi politica, ha ripreso a fare l’insegnante di Lettere alla scuola media. Vedova del giornalista Paolo Giuntella, attualmente vive a Roma.