Una serata intorno alla figura grandissima di Renato Rascel, a Verona, mercoledì 5 dicembre alle 21, al Teatro Modus di piazza Orti di Spagna.

Renato Rascel, a Verona lo spettacolo omaggio

“Con un po’ di fantasia” è una conversazione-spettacolo con Ilaria Peretti, canto, Alberto Misuri, chitarra, Claudio Moro, basso e chitarra, Luca Pighi, batteria, Giovanna Paretti, coro, Enrico de Angelis, voce narrante, per la regia di Mario Peretti.

Meastro di comicità

Partendo negli anni ’30 dall’avanspettacolo e dalla rivista, Renato Rascel diventa nel dopoguerra un personaggio popolarissimo soprattutto nelle commedie musicali italiane e in televisione. In canzone porta, in particolare, una comicità esilarante, un po’ derivata da Petrolini ma comunque eccentrica, fatta di nonsensi, di paradossi, di giochi linguistici, di pure associazioni verbali: un surrealismo che, pur avendo anche intenti di satira, si spinge fino alle estreme conseguenze dell’astrazione, sì da precorrere molto cabaret successivo o certa canzone cosiddetta demenziale.

Cantautore e precursore

Parallelamente, da vero cantautore ante litteram, sviluppa una garbata vena melodica e sentimentale, con una particolare attenzione al mondo dell’infanzia. È insomma ineguagliabile in “E’ arrivata la bufera” come in “Arrivederci Roma”, nel “Piccolo corazziere” come in “Romantica”, nella “Ninna nanna del cavallino” come in “Attanasio cavallo vanesio”, in “Dove andranno a finire a palloncini” come  in “Con un po’ di fantasia”. Immeritatamente un po’ dimenticato, lo ricorda questo spettacolo, intitolato a una delle sue più belle canzoni.

Leggi anche:  Forza Nuova a Verona contro la 194, contestazione degli antifascisti

Ingresso 10 euro. Gratuito per under 10, disabili e per chi compie gli anni in questa settimana.