Sagra dell’Anara Pitanara, l’inaugurazione. Per il grande giorno si è tenuto il concorso “La sfoglia d’oro”.

Quinta edizione in rosa

È stata Sara Bonfante di Oppeano, professione addetta alle vendite in un negozio di ortofrutta, ad aggiudicarsi ieri sera la 5° edizione del Concorso Gastronomico “La Sfoglia d’Oro”, la sfida che come da tradizione inaugura la “Sagra de l’Anara Pitanara” che si terrà a Tarmassia fino all’11 settembre. Il giudice, lo chef stellato Davide Botta, ha giudicato la sua come la miglior sfoglia per le tagliatelle da accompagnare al sugo d’anatra, simbolo della manifestazione. Sara Bonfante ha preceduto sul podio Mersia Mirandola, impiegata di banca di Vigasio, Luca Patuzzi, agricoltore di Tarmassia, e gli altri nove concorrenti che hanno preso parte alla sfida a colpi di mattarello.

La devozione al di là della festa

Il concorso gastronomico, riservato a cuochi non professionisti, è stato presentato da Elisa Tagliani e da Elisabetta Gallina ed è l’evento d’esordio della 12° sagra de l’Anara Pitanara. Un’edizione dedicata a Remigio Marchesini, grande sostenitore della manifestazione, e inaugurata ieri sera da Elena Meneghelli presidente de “La compagnia de l’Anara”, dal sindaco di Isola della Scala Stefano Canazza, dal presidente della Provincia di Verona Antonio Pastorello e dal direttore artistico del “Maravilia Festival” Marco Biasetti. “La sagra – spiega la presidente Meneghelli – nasce dalla devozione per la Madonna Addolorata e, pur mantenendo queste sue radici, ha saputo evolversi e crescere diventando il luogo ideale per un incontro tra le tradizioni culinarie della Bassa, l’impegno sociale, il divertimento e la possibilità di partecipare a eventi culturali di altissimo livello”.

Leggi anche:  Isola della Scala dice no al femminicidio

Onore al mondo circense

Sul palco di villa Guarienti Baja, si sono alternati alla sfida gastronomica alcuni straordinari numeri circensi. Quest’anno, infatti, il “Maravilia Festival” si intitola “Circus”, in onore del 250° anniversario della nascita del circo contemporaneo. A introdurre e presentare gli artisti Alessandro Serena, professore di Storia dello spettacolo circense, artista e nipote di Moira Orfei.

Durante la sagra, nel parco della storica villa, nelle sue scuderie e nell’aia allestita con un grande palco ci sarà la possibilità di scoprire un mondo magico attraverso numeri internazionali, mostre tematiche, musiche e spettacoli unici. “Circus” permetterà di conoscere da vicino anche Moira Orfei, la regina del circo e molti altri grandi artisti circensi.
Comicità nell’arte dell’alta cucina, questo l’ingrediente fondamentale dello spettacolo dal titolo “I 3 Chefs”. Alessandro Vallin, Stefano Locati e Claudio Cremonesi sono i tre comici che danno vita allo spettacolo esilarante, che sarà presentato domani, venerdì 7 settembre alle 21.15, sul palco eventi dell’Aia di Villa Guarienti Baja, nell’ambito del Maravilia Festival.

Dopo essere stati i clown del Cirque du Soleil nello spettacolo “Allavita!”, i tre comici hanno deciso di unire in un progetto comune la loro esperienza ventennale per portare in scena la figura dello “Chef”, icona dei nostri giorni e nuovo eroe domestico, tra padelle e fornelli.

Nello spettacolo ci si avvicinerà alla cucina dell’assurdo, quella che prepara ricette per solleticare il karma fra saporiti virtuosismi e gustose acrobazie per una cena “senza cibo” che non lascerà a digiuno lo spirito. Un appuntamento da non mancare, un susseguirsi di numeri comici, giocoleria e acrobazie. Il tutto rigorosamente realizzato con utensili da cucina.