La Compagnia Gino Franzi Onlus presenta una serie di iniziative fra teatro e solidarietà che si svolgeranno nella Biblioteca civica di Verona dal 12 aprile al 25 maggio con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Verona e la collaborazione della Biblioteca Civica.

Teatro e solidarietà con la compagnia Gino Franzi

Il progetto nasce dalla donazione della Gino Franzi alla Biblioteca di una collezione di Giochi dell’Oca che andrà ad
arricchire un piccolo prezioso nucleo già presente in Civica. I fogli stampati in Italia nella prima metà del Novecento saranno esposti dal 12 aprile al 25 maggio, parte presso la Protomoteca al piano terra e parte presso la Biblioteca Ragazzi. I tabelloni donati, tutti di buona qualità grafica, offrono un’interessante carrellata del periodo e presentano numerose varianti di gioco e di ambientazione: dagli scenari storico-patriottici, ai racconti di ispirazione letteraria, agli itinerari sportivi, ai percorsi geografici a scopo didattico. La mostra è curata da Lorenza Roverato e Chiara Rigoni, con lacollaborazione di Martina Dalla Mura.

Teatro e solidarietà a Verona con il gioco dell'oca
La locandina dell’iniziativa

Lo spettacolo

La Compagnia Gino Franzi, inoltre, ha messo a punto una personale versione in chiave storico-musicale dal titolo “La storia d’Italia in musica”, che permette, seguendo le regole tradizionali del gioco, di compiere un percorso musicale attraverso la storia d’Italia dei primi sessant’anni del Novecento. Il tabellone è stato stampato con il contributo ed il sostegno del Gruppo Alimentare Rossetto e verrà distribuito nelle Case di Riposo e nei Centri anziani di Verona, dove sarà presentato dalla Gino Franzi sotto forma di spettacolo, trasformando l’attività teatrale in progetti di solidarietà.

Leggi anche:  Concerti dell’Assunta nel veronese

Il gioco in biblioteca

Il tabellone sarà anche messo a disposizione degli utenti della Biblioteca Civica, dove sono stati fissati 3 appuntamenti di gioco nello spazio della Biblioteca Ragazzi, coinvolgendo nonni e nipoti in uno scontro all’ultima nota. Un’occasione ludica di incontro intergenerazionale grazie al gioco che, per la sua semplicità, coinvolge anche i più piccoli ma che, per il contenuto musicale del percorso, si rivolge a giocatori con una memoria più datata, sulla falsa riga del libro edito sempre dalla Gino Franzi Cento canzoni della nostra memoria.
Squisitamente in ordine cronologico, il prossimo 4 maggio alle ore 21.00 in Sala Farinati (presso la Biblioteca Civica) conclude il percorso di eventi proposti la versione drammatizzata de Il molto dilettevole Giuoco dell’Oca. Banditori, cantanti, ballerine metteranno in scena una versione “artistica” del tabellone della Gino Franzi per ripercorrere con leggerezza e armonia la storia d’Italia attraverso il gioco, la musica, il teatro.

L’ingresso sarà libero fino ad esaurimento posti. All’iniziativa hanno collaborato il Comune di Verona e La Biblioteca Civica con il sostegno di: Gruppo alimentare Rossetto Tigella Bella, Via Sottoriva, BPM, Fondazione Zanotto, Media partner, Verona In,  Ippogrifo produzioni.