Vespri d’organo in Cattedrale arriva alla seconda edizione.

Vespri d’organo in Cattedrale arriva alla seconda edizione

Prenderà avvio oggi, sabato 30 novembre la seconda edizione della rassegna Vespri d’organo in Cattedrale, frutto della collaborazione tra la Fondazione Cariverona, il Conservatorio Statale di musica E.F. Dall’Abaco di Verona e la Parrocchia della Cattedrale di Santa Maria Assunta. La rassegna oltre all’esaltazione del patrimonio organaro mira alla valorizzazione della figura dell’organista e dei percorsi formativi offerti dal Conservatorio. Gli otto appuntamenti delle meditazioni musicali avranno infatti come protagonisti studenti e docenti dell’Ateneo musicale veronese, che potranno così cimentarsi nell’esecuzione pubblica di un repertorio musicale da concerto.

Rassegna divisa in due parti

La rassegna sarà suddivisa in due parti: una che precede le festività natalizie e la seconda nel periodo antecedente la Quaresima, dall’1 al 22 febbraio 2020. Il primo degli incontri, previsto per sabato 30 novembre, vedrà protagonista il quartetto vocale “Le Jardin Suspendù” diretto da Cristina Zanella e all’organo Nicola Dolci. I successivi appuntamenti del mese di dicembre valorizzeranno gli allievi dei corsi formativi accademici:

sabato 7 dicembre – Margherita Dalla Vecchia, organo, Ensemble vocale gregoriano
sabato 14 dicembre – Andrea Macinanti, organo e Anna Battaglia, soprano
sabato 21 dicembre – Viswas Orler, organo, Ensemble vocale e strumentale diretto da Federico Zandonà

Tutti gli appuntamenti si terranno presso la Cattedrale di Verona – Santa Maria Assunta – alle ore 17.30 e avranno la durata di circa un’ora. Fondazione Cariverona da sempre sostiene iniziative culturali in ambito artistico e attività che valorizzino gli strumenti musicali e nel tempo si è impegnata al recupero di oltre 20 organi storici costruiti tra il ‘600 e ’800 – tra cui appunto l’organo Antegnati restaurato ad inizio anni ’90 – presenti nei territori di riferimento, risultando quindi naturale riconoscersi in questo progetto che arricchisce anche l’offerta culturale della città di Verona.

Impegno di continuità

“La Fondazione prosegue nell’impegno e nel dare continuità a questo meritevole progetto, a servizio della cultura e della formazione in ambito musicale, permettendo agli studenti dell’Ateno musicale veronese di misurarsi con i preziosi strumenti musicali del nostro prezioso patrimonio organistico” ha sottolineato il Presidente della Fondazione Cariverona Alessandro Mazzucco “Oggi rafforziamo lo storico rapporto che ci lega con il Conservatorio di Verona e la Parrocchia di Santa Maria Assunte, poiché la capacità di collaborare con gli altri attori del “sistema culturale”, siano essi privati o pubblici, condividendo gli stessi obiettivi e creando reti tra i soggetti portatori di competenze, è metodologia fondamentale per la crescita e lo sviluppo culturale e sociale delle nostre comunità”. Il Presidente del Conservatorio Giovanni Frigo e il Direttore M° Federico Zandonà hanno osservato come “La continuazione del ciclo partito lo scorso anno dei Vespri d’Organo in Cattedrale del Duomo di Verona, in un contesto colmo di bellezza artistica e spiritualità, offrirà l’opportunità di ascoltare, in dialogo con le voci e gli strumenti, le cristalline e affascinanti sonorità dell’organo Antegnati-Formentelli. Essi si rivolgono ad un pubblico eterogeneo, che varia dal turista presente in città a quanti cercano un’introduzione spirituale alla funzione eucaristica che segue, dai cultori e gli appassionati del repertorio organistico a coloro che, alle prime esperienze di ascolto, si avvicinano alla grande musica del passato”. “La Cattedrale di Verona ha la fortuna e la bellezza di avere al suo interno tre organi, costruiti in tempi diversi, che la arricchiscono di valore artistico per la loro fattura, ma soprattutto per la specificità della loro sonorità. Con questa iniziativa desideriamo far ascoltare la tavolozza timbrica particolare dell’Organo Formentelli” commenta Mons. Luigi Cottarelli, Parroco della Cattedrale di Santa Maria Assunta “Alla conclusione della Messa vespertina festiva delle ore 16.00 e in preparazione alla Messa delle ore 18.30, la Cattedrale offre un momento di profonda spiritualità con l’ascolto di musica sacra che, sul far della sera del sabato, invita alla contemplazione e al ringraziamento per ciò che è stato vissuto nella settimana che si conclude. Ed è bello sapere che accanto ai maestri importanti ed esperti si esibiranno anche giovani e bravi organisti della nuova generazione di allievi del Conservatorio di Verona, continuatori della grande arte organistica italiana.” Tutti gli appuntamenti si terranno presso la Cattedrale di Verona – Santa Maria Assunta – alle ore 17.30 e avranno la durata di un’ora circa.  L’ingresso agli eventi è libero fino ad esaurimento posti.