Al Terzo Stormo di Villafranca gli studenti dell’Anti parlano di tutela ambientale. Presentati i risultati del progetto di studio  sulle costruzioni innovative ecocompatibili.

Al Terzo Stormo di Villafranca gli studenti dell’Anti parlano di tutela ambientale

Nella serata del 14 maggio, il 3° Stormo dell’Aeronautica Militare di Villafranca ha ospitato il Comitato Ambiente del Distretto Lions 108Ta1 per una conferenza di presentazione dei risultati del progetto sulle costruzioni innovative ecocompatibili, realizzato con gli studenti del liceo Carlo Anti di Villafranca, che si proponeva di studiare alcuni esempi di architettura organica ovvero di soluzioni costruttive in grado di soddisfare i più elevati standard di comfort ottimizzando, al contempo, l’uso delle risorse e riducendo al minimo l’impatto ambientale e l’inquinamento, il tutto a favore delle generazioni future.

L’excursus da Seneca a Greta Thunberg

L’ingegnere Franco de Toffol, past governatore coordinatore del Comitato Ambiente del Distretto Lions 108Ta1, in apertura ha ripercorso le tappe principali della questione ambientale facendo risalire le prime preoccupazioni sulla salubrità dei luoghi in cui viviamo fino a Seneca, il quale nel 61 d.C. stigmatizzava “il fetore, la fuliggine e la pesantezza dell’aria” di Roma. Un rapido excursus poi sulle principali iniziative adottate dai singoli stati e dalla comunità internazionale ha condotto l’uditorio dalla prima legge contro l’inquinamento emanata nel 1285 a Londra da Edoardo I, fino alle recenti vicende delle quali si è resa protagonista la giovane studentessa svedese Greta Thunberg.

Gli studi dei giovani dell’Anti

E sono stati proprio i giovani studenti del Liceo Carlo Anti di Villafranca i veri protagonisti della serata. Quattro di loro, presentati dal giornalista Claudio Gasparini, che ha fatto da moderatore, hanno illustrato i risultati dei loro studi su alcuni brillanti esempi di architettura organica realizzati in Italia e che hanno avuto modo di visitare e scoprire di persona. Si è trattato della Casa Riga di Comano (Trento), del Maso Grieserhof di Nalles (Bolzano), della Giardineria Rottensteiner di Bolzano, del quartiere Le Albere di Trento progettato dall’architetto Renzo Piano, del Bosco Verticale di Milano progettato dall’architetto Stefano Boeri. Sono infine stati fatti dei cenni sulla City Life di Milano, progetto di riqualificazione del quartiere Fiera, e sulla Masdar City negli Emirati Arabi, esempio di città a emissioni zero.

Leggi anche:  Studenti veronesi in Camera di Commercio per prepararsi alla maturità

Soddisfazione per la serata

I rappresentanti delle istituzioni cittadine e scolastiche e i membri dei Lions hanno speso parole di ringraziamento, per aver aderito all’iniziativa, al Comandante del 3° Stormo, Colonnello Francesco De Simone, il quale nel suo indirizzo di saluto ha colto l’occasione per sottolineare che, già da alcuni anni, l’Aeronautica Militare ha adottato una propria politica per l’ambiente, implementata attraverso iniziative per l’efficientamento energetico delle infrastrutture, il monitoraggio e la bonifica delle aree utilizzate. L’iniziativa avviata con l’Istituto Anti ed i Lions di Villafranca si inserisce nell’ambito delle numerose iniziative promosse e sostenute dal 3° Stormo a favore dei giovani, tra queste Job&Orienta, il Master di Orientamento organizzato dal Comitato per l’Orientamento Scolastico e Professionale di Verona e il progetto “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento” (già noto come Alternanza Scuola Lavoro), eventi che offrono l’opportunità di comunicare i valori fondanti dell’Aeronautica Militare.