Job&Orienta: tutto pronto per la kermesse scaligera.

Torna Job&Orienta: gli studenti incontrano il mondo del lavoro

“Job&Orienta è diventato negli anni il punto di riferimento per le politiche nazionali in materia di istruzione, formazione e lavoro: è un’occasione per fare il bilancio su ciò che è accaduto nell’anno precedente, ma anche per lanciare le sfide che dovranno riguardare il nostro presente ed il prossimo futuro”. Lo ha sottolineato l’assessore all’istruzione, formazione e lavoro della Regione Veneto, Elena Donazzan, intervenendo alla presentazione della 29esima edizione del salone nazionale dell’orientamento in programma nella Fiera di Verona dal 28 al 30 novembre. Sono oltre 500 le realtà presenti nella rassegna espositiva (tra cui 140 gli atenei italiani), circa 200 gli appuntamenti culturali con oltre 300 relatori attesi negli spazi di incontro e  confronto pubblico tra addetti ai lavori, ragazzi e famiglie.

Tema del 2019: “Il lavoro che vorrei”

“Il tema di quest’anno è ‘Il lavoro che vorrei’: un tema che necessita di essere sviluppato proprio a partire dalle aspettative e dai sogni dei nostri ragazzi, che devono poter trovare realizzazione tra le migliori realtà imprenditoriali e produttive di questo territorio – ha posto l’accento l’assessore –  Un lavoro che vede da un lato le eccellenze del mondo dell’istruzione e della formazione che rendono i nostri ragazzi appetibili e richiesti all’estero, dall’altro tutte le imprese che nel nostro territorio stanno investendo in innovazione, digitalizzazione, industria 4.0, in filiere che ora attirano grandi investitori da tutto il mondo. Nel mezzo sta un proficuo dialogo, sempre più forte, tra il mondo della scuola e il mondo del lavoro: Job&Orienta, in questo quadro, si qualifica sempre più quale autorevole e proficua piattaforma d’incontro”.