Verona Settegiorni https://veronasettegiorni.it Tue, 11 Dec 2018 18:36:47 +0000 it-IT hourly 1 Casa sgomberata a San Bonifacio https://veronasettegiorni.it/cronaca/casa-sgomberata-a-san-bonifacio/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/casa-sgomberata-a-san-bonifacio/#respond Tue, 11 Dec 2018 18:34:06 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36283 Casa sgomberata a San Bonifacio. Sono intervenuti gli agenti della locale e i carabinieri per garantire l’abitazione ai nuovi aventi diritto. Lo sgombero Sgomberata nella mattinata di oggi, martedì 11 dicembre, una casa popolare nella zona del cimitero di San Bonifacio occupata abusivamente dopo che da mesi era scaduta la legittima assegnazione da parte del […]

Continua la lettura di Casa sgomberata a San Bonifacio su Verona Settegiorni.

]]>
Casa sgomberata a San Bonifacio. Sono intervenuti gli agenti della locale e i carabinieri per garantire l’abitazione ai nuovi aventi diritto.

Lo sgombero

Sgomberata nella mattinata di oggi, martedì 11 dicembre, una casa popolare nella zona del cimitero di San Bonifacio occupata abusivamente dopo che da mesi era scaduta la legittima assegnazione da parte del Comune a un gruppo di persone di origine slava ma che da decenni abitano nell’est veronese.

Leggera resistenza

A intervenire sono stati dapprima gli agenti della locale polizia di San Bonifacio, supportati poi, a causa di una leggera resistenza opposta dagli ex aventi diritto, dai carabinieri di San Bonifacio. Non erano presenti minori all’interno dell’appartamento.

La resa

Le persone all’interno dell’appartamento non volevano più uscire, ma dopo poco si sono arrese, hanno raccolto le loro cose e hanno lasciato la casetta alla persona alla quale è stata assegnata.

 

Continua la lettura di Casa sgomberata a San Bonifacio su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/casa-sgomberata-a-san-bonifacio/feed/ 0
Comitato Territoriale Ceretano battesimo di piazza https://veronasettegiorni.it/politica/comitato-territoriale-ceretano-battesimo-di-piazza/ https://veronasettegiorni.it/politica/comitato-territoriale-ceretano-battesimo-di-piazza/#respond Tue, 11 Dec 2018 17:25:51 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36290 Comitato Territoriale Ceretano battesimo di piazza. Il primo gazebo per il CTC Battesimo di piazza per il Comitato Territoriale Ceretano che domenica 9 ha fatto il suo esordio con un gazebo in via Paride per presentare alla cittadinanza le sue attività. Le finalità del Comitato Il CTC è nato per far da tramite, ed accorciare […]

Continua la lettura di Comitato Territoriale Ceretano battesimo di piazza su Verona Settegiorni.

]]>
Comitato Territoriale Ceretano battesimo di piazza.

Il primo gazebo per il CTC

Battesimo di piazza per il Comitato Territoriale Ceretano che domenica 9 ha fatto il suo esordio con un gazebo in via Paride per presentare alla cittadinanza le sue attività.

Le finalità del Comitato

Il CTC è nato per far da tramite, ed accorciare perciò le distanze, tra i cittadini e le istituzioni. Per aiutare a risolvere le problematiche del territorio quali la sicurezza e l’inquinamento.

La presentazione delle attività del Comitato

“Oggi siamo qui per farci conoscere anche dal resto della cittadinanza – sottolinea il presidente Ermes Pettene – che magari non ha avuto la possibilità di sapere delle nostre attività come, per esempio, le “passeggiate romantiche” serali. Finalmente il nostro comitato è stato ufficialmente registrato e abbiamo uno statuto che rispetta tutti i dettami legislativi”. “Questa mattina – continua – è possibile avvicinarsi alla nostra realtà, conoscere le nostre iniziative e tesserarsi. Oltre al tema della sicurezza, che affrontiamo attraverso le nostre ormai affermate passeggiate, stiamo pensando ad altre iniziative a favore della nostra città”.

Continua la lettura di Comitato Territoriale Ceretano battesimo di piazza su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/politica/comitato-territoriale-ceretano-battesimo-di-piazza/feed/ 0
Furto di energia elettrica nell’area nomadi di Forte Azzano https://veronasettegiorni.it/cronaca/furto-di-energia-elettrica-nellarea-nomadi-di-forte-azzano/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/furto-di-energia-elettrica-nellarea-nomadi-di-forte-azzano/#respond Tue, 11 Dec 2018 16:11:49 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36284 Contatori manomessi, collegamenti abusivi e pinze a portata di mano. È stato scoperto all’interno dell’area nomadi di Forte Azzano un furto di energia elettrica. Allacciamenti irregolari alla rete portavano direttamente all’interno di singole abitazioni. E, infatti, all’occhio vigile di Agsm i conti non tornavano. Cinque contatori manomessi Così nei giorni scorsi sono intervenuti gli agenti […]

Continua la lettura di Furto di energia elettrica nell’area nomadi di Forte Azzano su Verona Settegiorni.

]]>
Contatori manomessi, collegamenti abusivi e pinze a portata di mano. È stato scoperto all’interno dell’area nomadi di Forte Azzano un furto di energia elettrica. Allacciamenti irregolari alla rete portavano direttamente all’interno di singole abitazioni. E, infatti, all’occhio vigile di Agsm i conti non tornavano.

Cinque contatori manomessi

Così nei giorni scorsi sono intervenuti gli agenti della Polizia municipale, allertata dall’azienda che fornisce l’energia elettrica, insieme ai tecnici di Megareti. All’interno dell’area sono stati trovati ben 5 contatori manomessi, per i quali sono state segnalate alla Procura della Repubblica 4 persone per furto aggravato e continuato.

Poco tempo fa bloccate sette utenze per morosità

Non solo. Colonnine e piazzole danneggiate, cavi volanti e alcuni sotterrati in modo da celarne il furto, forature nei muri, interruttori di protezione e collegamenti artigianali. Il tutto consentiva di consumare energia attraverso allacciamenti abusivi. Gli agenti hanno trovato anche attrezzi come pinze e cacciaviti, pronti per essere usati. Ma anche una specie di protezione rudimentale per la pioggia, realizzata con una bottiglietta di plastica. All’interno dell’area, tempo fa, erano già state bloccate da Megareti sette utenze elettriche per morosità.

Continua la lettura di Furto di energia elettrica nell’area nomadi di Forte Azzano su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/furto-di-energia-elettrica-nellarea-nomadi-di-forte-azzano/feed/ 0
Discariche abusive, in Veneto cinque contengono rifiuti pericolosi https://veronasettegiorni.it/attualita/discariche-abusive-veneto-cinque-contengono-rifiuti-pericolosi/ https://veronasettegiorni.it/attualita/discariche-abusive-veneto-cinque-contengono-rifiuti-pericolosi/#respond Tue, 11 Dec 2018 14:05:37 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36277 Nel 2014 la Corte di Giustizia europea ha condanno l’Italia a una sanzione forfettaria di 40 milioni di euro e a una penalità di altri 42.8 milioni per ogni semestre di ritardo, per il mancato adeguamento ad una sentenza del 2007 sulle discariche abusive di rifiuti pericolosi. Cinque siti in Veneto In Veneto i siti […]

Continua la lettura di Discariche abusive, in Veneto cinque contengono rifiuti pericolosi su Verona Settegiorni.

]]>
Nel 2014 la Corte di Giustizia europea ha condanno l’Italia a una sanzione forfettaria di 40 milioni di euro e a una penalità di altri 42.8 milioni per ogni semestre di ritardo, per il mancato adeguamento ad una sentenza del 2007 sulle discariche abusive di rifiuti pericolosi.

Cinque siti in Veneto

In Veneto i siti individuati dal Commissario straordinario alla bonifica delle discariche abusive, Generale dei carabinieri Giuseppe Vadalà, sono in tutto sette, su 51 a livello nazionale, e ad oggi due sono già usciti dalla procedura di infrazione. Si tratta della discarica Malcontenta C. bonificata da Syndial e certificata da Arpav, uscita dalla procedura in giugno e del sito di Sernaglia della Battaglia.

L’accordo tra Arpav e commissario governativo

Un’azione importante perché dalla multa vengono detratti 400.000 euro per ogni discarica contenete rifiuti pericolosi, e 200.000 euro per ogni altra discarica contenente rifiuti non pericolosi, messe a norma in conformità alla sentenza. E proprio per intensificare le azioni e arrivare a chiudere in tempi brevi la procedura, Arpav si è messa a disposizione del commissario governativo, siglando, in questi giorni, un accordo per dare supporto tecnico alle attività di caratterizzazione e bonifica nei cinque siti veneti restanti, tutti in provincia di Venezia.

Le discariche abusive

Si tratta di discariche localizzate a Marghera, Mira, Salzano, Chioggia e Moranzani. Tra le attività in corso: per la discarica di rifiuti solidi urbani dell’area Miatello, a Marghera, si sta svolgendo la verifica della radioattività a cui seguiranno la caratterizzazione dell’area, l’analisi di rischio e il progetto di messa in sicurezza, mentre nella discarica di rifiuti solidi urbani a Sant’Elena di Robegano a Salzano, è stata fatta la conferenza dei servizi. Inoltre Arpav, nel 2018, su indicazioni del Ministero dell’Ambiente, prima della nomina del commissario, ha sottoposto a verifica la discarica del sito ex Sordon, nel sito industriale di Porto Marghera. Nell’accordo con il Generale Vadalà, Arpav implementa l’analisi conoscitiva dei singoli siti, la loro caratterizzazione e le analisi di rischio, attivando un presidio e un monitoraggio continuo.

Continua la lettura di Discariche abusive, in Veneto cinque contengono rifiuti pericolosi su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/discariche-abusive-veneto-cinque-contengono-rifiuti-pericolosi/feed/ 0
Posti letto nel veronese, accreditati tre ospedali di comunità https://veronasettegiorni.it/attualita/posti-letto-nel-veronese-accreditati-tre-ospedali-di-comunita/ https://veronasettegiorni.it/attualita/posti-letto-nel-veronese-accreditati-tre-ospedali-di-comunita/#respond Tue, 11 Dec 2018 13:25:36 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36267 “Con questi tre accreditamenti, abbiamo dato una risposta forte e significativa agli impegni di potenziamento dell’assistenza sanitaria territoriale. Tre Ospedali di Comunità con una sessantina di posti letto in localizzazioni strategiche sono la testimonianza della convinzione con cui, anche mentre c’era chi parlava di bugie, abbiamo perseguito un risultato che sarà molto utile ai pazienti […]

Continua la lettura di Posti letto nel veronese, accreditati tre ospedali di comunità su Verona Settegiorni.

]]>
“Con questi tre accreditamenti, abbiamo dato una risposta forte e significativa agli impegni di potenziamento dell’assistenza sanitaria territoriale. Tre Ospedali di Comunità con una sessantina di posti letto in localizzazioni strategiche sono la testimonianza della convinzione con cui, anche mentre c’era chi parlava di bugie, abbiamo perseguito un risultato che sarà molto utile ai pazienti fragili e alle loro famiglie”.

“Svolta significativa per la sanità veronese”

Così, il neo Sottosegretario alla Salute Luca Coletto commenta una serie di accreditamenti istituzionali da lui presentati in Giunta regionale prima della nomina nazionale, approvati oggi dall’Esecutivo veneto. “Per la sanità veronese è una svolta molto significativa – sottolinea Coletto – perché questi ospedali di Comunità si trovano in aree strategiche del territorio, come San Bonifacio, Bovolone e Valeggio, dove parte un risposta concreta alle necessità dei residenti dell’Ulss Scaligera”.

I tre ospedali di comunità

L’Ospedale di Comunità di San Bonifacio è accreditato per 12 posti letto ed ha la sua sede operativa presso l’Ospedale Fracastoro. L’Ospedale di Comunità di Bovolone è accreditato con una dotazione di 23 posti letto, ed ha sede operativa presso l’Ospedale Nodo di Rete Monospecialistico Riabilitativo San Biagio. L’Ospedale di Comunità di Valeggio sul Mincio è accreditato per 24 posti letto e ha sede presso il Centro Sanitario Polifunzionale di Valeggio, in Via S. Maria Crocefissa di Rosa.

Continua la lettura di Posti letto nel veronese, accreditati tre ospedali di comunità su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/posti-letto-nel-veronese-accreditati-tre-ospedali-di-comunita/feed/ 0
Associazione per delinquere: cinque arresti e indagini in corso tra Verona, Milano e Salerno FOTO – VIDEO https://veronasettegiorni.it/cronaca/associazione-per-delinquere-cinque-arresti-e-indagini-in-corso-tra-verona-milano-e-salerno-foto-video/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/associazione-per-delinquere-cinque-arresti-e-indagini-in-corso-tra-verona-milano-e-salerno-foto-video/#respond Tue, 11 Dec 2018 13:15:27 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36242 Associazione per delinquere: cinque arresti e indagini in corso tra Verona, Milano e Salerno. Un prestanome, autisti occasionali e prezzi concorrenziali hanno rischiato di mettere in crisi il mercato e truffato diverse aziende. Un triangolo tra nord e sud L’operazione è stata portata a termine nei giorni scorsi, ed è stata frutto di diverse settimane […]

Continua la lettura di Associazione per delinquere: cinque arresti e indagini in corso tra Verona, Milano e Salerno FOTO – VIDEO su Verona Settegiorni.

]]>

Associazione per delinquere: cinque arresti e indagini in corso tra Verona, Milano e Salerno. Un prestanome, autisti occasionali e prezzi concorrenziali hanno rischiato di mettere in crisi il mercato e truffato diverse aziende.

Un triangolo tra nord e sud

L’operazione è stata portata a termine nei giorni scorsi, ed è stata frutto di diverse settimane di indagine partita da Verona, da una ditta che venne rilevata a inizio anno. Un’indagine condotta dalla polizia stradale di Verona sud e dal suo comandante Girolamo Lacquaniti, con il supporto del servizio di quella di Roma, e che ha portato il Pm (Pubblico Ministero) della Procura di Verona Marco Zenatelli a richiedere e ottenere dal Gip (Giudice per le Indagini Preliminari) Marzio Bruno Guidorizzi l’emissione di diverse custodie cautelari in carcere nei confronti di una serie di soggetti accusati dei reati di: associazioni per delinquere (articolo 416 C.P.) finalizzata a truffe, appropriazione indebita, ricettazione e riciclaggio. L’operazione ha interessato le province di Verona, Salerno e Milano.

Gli arrestati

Sono cinque gli uomini catturati e arrestati in questi giorni: a Verona sono scattare le manette per Tiziano Bosetto classe 1966, Simone Poliziani classe 1973, a Salerno è stato preso Salvatore Romano classe 1979, a Nocera Inferiore il trentatreenne Leonardo Vastola e agli arresti è finito il sessantottino leccese residente a Milano Bruno Brandini.

Si tratta di uomini con precedenti diversi di polizia per reati analoghi, sono considerati professionisti per questo genere di attività.

Modus operandi

Hanno attratto un’azienda in difficoltà proponendole un risanamento con delle condizioni, come quella del prestanome. Dopo questa intesa si proponevano sul mercato a prezzi nettamente inferiori, chiedevano la metà rispetto alla concorrenza alle ditte che hanno bisogno di terzi per il trasporto delle merce. Arrivavano dunque dal cliente con una bolla di trasporto valida, ma non portavano a destinazione la merce. Un vortice che genera dei danni consistenti al mercato. In due operazioni di questi cinque soggetti sono state recuperate merci per un valore, all’ingrosso, di 400 mila euro circa.

Il comandante della polizia stradale di Verona sud Girolamo Lacquaniti ne ha spiegato il modus operandi sviscerato dalle attività di indagine delle ultime settimane: “Questo gruppo ha creato la propria credibilità andando a individuare una ditta conosciuta nel settore trasporti e in difficoltà, rassicurando il gestore con la dimostrazione di voler investire nel settore, in cambio di questo aiuto, però, a capo è stato messo un loro prestanome”.

Associazione per delinquere: cinque arresti e indagini in corso tra Verona, Milano e Salerno. Un prestanome, autisti occasionali e prezzi concorrenziali hanno messo in crisi il mercato e truffato diverse aziende. Associazione per delinquere: cinque arresti e indagini in corso tra Verona, Milano e Salerno. Un prestanome, autisti occasionali e prezzi concorrenziali hanno messo in crisi il mercato e truffato diverse aziende. Associazione per delinquere: cinque arresti e indagini in corso tra Verona, Milano e Salerno. Un prestanome, autisti occasionali e prezzi concorrenziali hanno messo in crisi il mercato e truffato diverse aziende.

Avevano a disposizione un paio di camion, tra i quali uno è poi essere risultato rubato, su di questi poi cambiavano le targhe continuamente. I camionisti, invece, sono persone che con non sembrano essere interessanti dal punto di vista investigativo, perché si tratta di persone assoldate occasionalmente per trasportare, come qualsiasi altra azienda.

Le operazioni

Una bella intesa tra autotrasportatori e polizia stradale ha favorito queste indagini, perché alcune ditte avevano segnalato il problema. In un caso, per esempio, un carico è stato recuperato grazie alla segnalazione di un camionista.

La prima operazione, quella che ha condotto all’arresto dei cinque uomini ha riguardato diversa merce come cosmetici, generi alimentari e materia prima plastica, pellet di plastica, per un valore di circa 150 mila euro.

Parallelamente, c’è stata un’altra operazione e ha interessato invece un tipo di merce particolare, come i gruppi elettrogeni e materiale ferroso pregiato per un valore di circa 250 mila euro.

Associazione per delinquere: cinque arresti e indagini in corso tra Verona, Milano e Salerno. Un prestanome, autisti occasionali e prezzi concorrenziali hanno messo in crisi il mercato e truffato diverse aziende. Associazione per delinquere: cinque arresti e indagini in corso tra Verona, Milano e Salerno. Un prestanome, autisti occasionali e prezzi concorrenziali hanno messo in crisi il mercato e truffato diverse aziende. Associazione per delinquere: cinque arresti e indagini in corso tra Verona, Milano e Salerno. Un prestanome, autisti occasionali e prezzi concorrenziali hanno messo in crisi il mercato e truffato diverse aziende. Associazione per delinquere: cinque arresti e indagini in corso tra Verona, Milano e Salerno. Un prestanome, autisti occasionali e prezzi concorrenziali hanno messo in crisi il mercato e truffato diverse aziende.

Le merci che questi prelevavano e non facevano arrivare a destinazione non appartenevano a un settore merceologico preciso. Tutto era ben accetto per essere prelevato e poi immesso nel mercato a proprio vantaggio.

Perquisizioni fruttuose

“Nelle perquisizioni fatte in fase di arresto è stato trovato molto materiale di interesse investigativo – ha affermato Lacquaniti -. Il mondo dell’autotrasporto nasconde grandi possibilità per le organizzazioni criminali. Verona è un centro fondamentale per l’autostrasporto e le associazioni di categoria ci chiedono di vigilare. Se qualcuno imbroglia, non solo truffa, ma stronca le aziende sane con un danno indotto dalla concorrenza sleale.



 

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Verona e Provincia Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Verona Settegiorni: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Vuoi ritrovare Veronasettegiorni.it sul desktop del tuo smartphone?
LEGGI ANCHE: Come aggiungere il nostro sito alla schermata home del cellulare

Continua la lettura di Associazione per delinquere: cinque arresti e indagini in corso tra Verona, Milano e Salerno FOTO – VIDEO su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/associazione-per-delinquere-cinque-arresti-e-indagini-in-corso-tra-verona-milano-e-salerno-foto-video/feed/ 0
Nuova rete idrica a Gazzo Veronese https://veronasettegiorni.it/attualita/nuova-rete-idrica-a-gazzo-veronese/ https://veronasettegiorni.it/attualita/nuova-rete-idrica-a-gazzo-veronese/#respond Tue, 11 Dec 2018 13:03:15 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36265 Nuova rete idrica a Gazzo Veronese Nuova rete idrica l’annuncio di Acque Veronesi Gazzo Veronese sarà dotata di una nuova rete idrica moderna ed efficiente, in grado di soddisfare le esigenze della collettività e di garantire acqua sicura e controllata. La nuova infrastruttura, realizzata da Acque Veronesi, ha come obiettivo quello di andare a risolvere definitivamente […]

Continua la lettura di Nuova rete idrica a Gazzo Veronese su Verona Settegiorni.

]]>
Nuova rete idrica a Gazzo Veronese

Nuova rete idrica l’annuncio di Acque Veronesi

Gazzo Veronese sarà dotata di una nuova rete idrica moderna ed efficiente, in grado di soddisfare le esigenze della collettività e di garantire acqua sicura e controllata. La nuova infrastruttura, realizzata da Acque Veronesi, ha come obiettivo quello di andare a risolvere definitivamente le criticità di approvvigionamento relative alla zona industriale sita a Maccacari. L’area è attualmente servita da una rete idrica realizzata inizialmente per il servizio antincendio, ma alla quale risultano allacciate alcune utenze private residenti nella frazione. Tale rete è alimentata da un pozzo realizzato nelle vicinanze, la cui acqua presenta alcuni parametri con valori che spesso superano i limiti di legge ammessi per la potabilità della stessa.

Ecco cosa prevedono i lavori

I lavori, partiti in queste settimane, prevedono la dismissione di questo punto di emungimento e la conversione dell’esistente rete antincendio privata in rete di acquedotto pubblica. Grazie al progetto della società consortile sarà quindi realizzata una nuova tratta di rete acquedottistica della considerevole lunghezza di circa 3 chilometri  che collegherà le utenze di Maccacari con la rete presente a Sustinenza, nel Comune di Casaleone. Sarà inoltre riattivata ed adeguata una rete di distribuzione già presente a Maccacari, ad oggi però non funzionante, grazie alla quale sarà assicurata l’erogazione dell’acqua alla zona industriale ed artigianale di Gazzo Veronese.

Sarà tutto pronto per fine mese

“Un’opera impegnativa sia dal punto di vista operativo e strutturale, sia economico – ha commentato Roberto Mantovanelli, presidente di Acque Veronesi – I lavori, che si concluderanno entro la fine di questo mese, hanno avuto un costo di 318 mila euro e assicureranno ai cittadini della zona una maggiore sicurezza sulla qualità dell’acqua, che sarà adesso finalmente controllata e assolutamente potabile. In poco meno di 2 mesi riusciremo a realizzare circa 3 chilometri di nuove condotte idriche alle quali saranno allacciati un centinaio di residenti”.

 

Continua la lettura di Nuova rete idrica a Gazzo Veronese su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/nuova-rete-idrica-a-gazzo-veronese/feed/ 0
Al Santuario della Bassanella ritorna il tradizionale presepe https://veronasettegiorni.it/attualita/al-santuario-della-bassanella-ritorna-il-tradizionale-presepe/ https://veronasettegiorni.it/attualita/al-santuario-della-bassanella-ritorna-il-tradizionale-presepe/#respond Tue, 11 Dec 2018 11:25:07 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36252 Al Santuario della Bassanella ritorna il tradizionale presepe. L’inaugurazione avverrà giovedì 20 dicembre con la santa messa alle ore 19, a cui farà seguito un momento di festa. Al Santuario della Bassanella ritorna il tradizionale presepe Il Comitato Promotore della Bassanella ha realizzato anche quest’anno una bellissima iniziativa: verrà infatti inaugurato giovedì 20 dicembre con […]

Continua la lettura di Al Santuario della Bassanella ritorna il tradizionale presepe su Verona Settegiorni.

]]>
Al Santuario della Bassanella ritorna il tradizionale presepe. L’inaugurazione avverrà giovedì 20 dicembre con la santa messa alle ore 19, a cui farà seguito un momento di festa.

Al Santuario della Bassanella ritorna il tradizionale presepe

Il Comitato Promotore della Bassanella ha realizzato anche quest’anno una bellissima iniziativa: verrà infatti inaugurato giovedì 20 dicembre con la Santa messa alle ore 19 al Santuario il tradizionale presepe. Nell’occasione avrà luogo la benedizione del bambino Gesù e un momento di festa con lo scambio degli auguri.

Di cosa si tratta

Dopo l’ assenza dell’ anno scorso, dovuta ad alcuni regolamenti che erano in corso, quest’ anno ci sarà un ritorno alle origini, senza dimenticare però le novità del 2017. Il giardino adiacente al santuario sarà infatti trasformato nella capanna di Gesù: ci sarà il presepe storico allestito dai volontari, che da mesi si impegnano per questa iniziativa, la presenza degli animali e lo spazio dedicato ai presepi che i bambini / ragazzi potranno consegnare ed esporre. I giovanissimi sono infatti invitati a realizzare un presepe, fatto con materiali a scelta, che potranno consegnare nel giardino coperto lunedì 17, martedì 18 e mercoledì 19 dicembre dalle 16.30 alle 18.

Il presepe sarà aperto tutti i giorni fino all’Epifania.

Continua la lettura di Al Santuario della Bassanella ritorna il tradizionale presepe su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/al-santuario-della-bassanella-ritorna-il-tradizionale-presepe/feed/ 0
Tentato furto su camion in sosta: 2 arresti https://veronasettegiorni.it/cronaca/tentato-furto-su-camion-in-sosta-2-arresti/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/tentato-furto-su-camion-in-sosta-2-arresti/#respond Tue, 11 Dec 2018 10:19:13 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36243 Tentato furto su camion in sosta: 2 arresti. L’episodio si è verificato durante la notte, mentre il trasportatore era in attesa di scaricare in ditta la merce. Il colpo Verso le 3.30 della mattina, un gruppo di 5 malviventi a bordo di un furgone, si è avvicinato a un camion in sosta di fronte alla […]

Continua la lettura di Tentato furto su camion in sosta: 2 arresti su Verona Settegiorni.

]]>
Tentato furto su camion in sosta: 2 arresti. L’episodio si è verificato durante la notte, mentre il trasportatore era in attesa di scaricare in ditta la merce.

Il colpo

Verso le 3.30 della mattina, un gruppo di 5 malviventi a bordo di un furgone, si è avvicinato a un camion in sosta di fronte alla stabilimento dell’azienda Calzedonia che si trova in viale Europa a Menà di Castagnaro. I 5 hanno forzato la portiera posteriore del tir, iniziando a scaricare la merce, mentre il trasportatore era in attesa di poter portare i prodotti, tra i quali dei profumi, all’interno della ditta, legittima proprietaria.

Intercettati

Finito il colpo, mentre si stavano allontanando, sono stati bloccati da una pattuglia della Stazione di Castagnaro con a bordo il comandante. I militari sono riusciti a bloccarne 2 mentre altri 3 si sono dati alla fuga e sui quali i carabinieri stanno indagando per risalire alla loro identità.

Leggi anche: Svuotavano i tir in sosta, sgominata una banda di sette persone

Due su cinque sono stati presi

I 2 uomini, D.G., cittadino romeno, classe 1978 residente a Opera, nel milanese, pregiudicato e T.N.V., cittadino romeno, classe 1971, residente in Romania ma di fatto senza fissa dimora, incensurato, sono stati dichiarati in arresto per furto aggravato, in concorso e portati inizialmente alla stazione di Castagnaro e poi nelle camere di sicurezza della Compagnia di Legnago, dove sono rimasti per la notte.

Restituita la merce

Questa mattina sono stati portati dai carabinieri in Tribunale di Verona per essere giudicati per direttissima. La refurtiva è stata interamente rinvenuta nel furgone, per un totale di 7 scatoloni di profumi, recuperata e restituita all’avente diritto.

Continua la lettura di Tentato furto su camion in sosta: 2 arresti su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/tentato-furto-su-camion-in-sosta-2-arresti/feed/ 0
Un furgoncino per promuovere i prodotti del territorio https://veronasettegiorni.it/attualita/un-furgoncino-per-promuovere-i-prodotti-del-territorio/ https://veronasettegiorni.it/attualita/un-furgoncino-per-promuovere-i-prodotti-del-territorio/#respond Tue, 11 Dec 2018 09:39:38 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36238 Un furgoncino per sponsorizzare i prodotti del territorio, con un punto vendita ricco di delizie genuine. Un furgoncino-negozio per far conoscere le bontà del territorio Il Consorzio Ortofrutticolo di Belfiore, una cooperativa agricola con oltre 60 soci, leader nell’ortofrutta veronese, ha ideato questa iniziativa per far conoscere i propri prodotti, sia freschi che trasformati. La […]

Continua la lettura di Un furgoncino per promuovere i prodotti del territorio su Verona Settegiorni.

]]>
Un furgoncino per sponsorizzare i prodotti del territorio, con un punto vendita ricco di delizie genuine.

Un furgoncino-negozio per far conoscere le bontà del territorio

Il Consorzio Ortofrutticolo di Belfiore, una cooperativa agricola con oltre 60 soci, leader nell’ortofrutta veronese, ha ideato questa iniziativa per far conoscere i propri prodotti, sia freschi che trasformati. La clientela potrà provare le mele del territorio e la vasta linea di succhi “CentoperCento”, estratti direttamente dalla mela, senza additivi e senza conservanti. Ci sarà, ovviamente, anche la possibilità di preparare i cesti natalizi, con l’aggiunta dei prodotti delle aziende del territorio.

Il commento del presidente Faedo

Il nuovo presidente, Stefano Faedo, punta molto sull’iniziativa e dichiara: “Il Consorzio Ortofrutticolo di Belfiore è una realtà consolidata dell’ortofrutta veronese da più di 60 anni, in grado di ampliarsi ed evolvere il proprio punto vendita, per condividere nel territorio i frutti del proprio lavoro o meglio condividere con il territorio i frutti del proprio lavoro, siano essi prodotti freschi o trasformati, come il nostro nuovo succo”.

Un furgoncino per promuovere i prodotti del territorio

Continua la lettura di Un furgoncino per promuovere i prodotti del territorio su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/un-furgoncino-per-promuovere-i-prodotti-del-territorio/feed/ 0
Uomo morto annegato a Desenzano https://veronasettegiorni.it/cronaca/annegamento-a-desenzano-soccorsi-per-un-uomo-di-68-anni/ Tue, 11 Dec 2018 08:14:09 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36268 Un uomo di 68 anni è annegato a Desenzano questa mattina, 11 dicembre. Aggiornamento delle 14 Il comunicato stampa della Guardia Costiera di Verona ha spiegato come è stato ritrovato il corpo: “ Nella mattinata di oggi il corpo senza vita del sessantottenne è stato individuato incastrato fra gli scogli nei pressi di Desenzano. A […]

Continua la lettura di Uomo morto annegato a Desenzano su Verona Settegiorni.

]]>
Un uomo di 68 anni è annegato a Desenzano questa mattina, 11 dicembre.

Aggiornamento delle 14

Il comunicato stampa della Guardia Costiera di Verona ha spiegato come è stato ritrovato il corpo: “ Nella mattinata di oggi il corpo senza vita del sessantottenne è stato individuato incastrato fra gli scogli nei pressi di Desenzano. A causa del basso fondale e del moto ondoso, la dipendente motovedetta CP 703, impegnata nelle ricerche, non ha potuto avvicinarsi e si è reso necessario l’intervento del Nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Milano per il recupero della salma. Sul posto anche il personale medico del 118 e i Carabinieri di Desenzano che cercheranno di fare luce sull’esatta dinamica dei fatti”.

Aggiornamento delle 11

Confermato che l’uomo viveva a Moniga.

Sul posto è arrivato il medico legale, il sindaco di Moniga, e il comandante della Polizia Locale Valtenesi.

Aggiornamento delle 10.50

Si sta attendendo l’arrivo del medico legale. Sul posto ci sono i Carabinieri, Polizia Locale, Vigili del fuoco, e un’ambulanza.

E’ possibile che l’uomo fosse in giro in canoa visto che indossava abbagliamento sportivo. Sembra che l’uomo possa essere residente a Moniga, una persona di cui era stata segnalata la scomparsa. Per ora non ci sono certezze.

Annegamento

I soccorsi sono stati chiamati alle 7.53 per aiutare un uomo nel lago all’altezza della spiaggia vicino all’ex discoteca Sesto Senso. L’emergenza è da codice rosso. Sul posto è stata chiamata la Guardia costiera assieme ai Vigili del fuoco.

Sono arrivate anche due automediche e l’ambulanza di Garda Salò.

Trovato il corpo senza vita

Il corpo senza vita del 68enne è stato trovato in zona Idroscalo.

Per ora non si sa cosa sia avvenuto; le indagini sono in corso.

Continua la lettura di Uomo morto annegato a Desenzano su Verona Settegiorni.

]]>
Christmas run con i Babbo Natale della Melegatti https://veronasettegiorni.it/attualita/christmas-run-con-i-babbo-natale-della-melegatti/ https://veronasettegiorni.it/attualita/christmas-run-con-i-babbo-natale-della-melegatti/#respond Tue, 11 Dec 2018 07:09:57 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36233 (foto della passata edizione) Christmas run con i Babbo Natale della Melegatti. Questa domenica la camminata podistica non competitiva aperta a tutti dove la nuova gestione dell’azienda dolciaria ha deciso di coinvolgere i dipendenti. Sport, divertimento e solidarietà Domenica 16 dicembre, con partenza alle 10 da piazza Bra, torna a Verona la Melegatti Christmas Run, […]

Continua la lettura di Christmas run con i Babbo Natale della Melegatti su Verona Settegiorni.

]]>
(foto della passata edizione)

Christmas run con i Babbo Natale della Melegatti. Questa domenica la camminata podistica non competitiva aperta a tutti dove la nuova gestione dell’azienda dolciaria ha deciso di coinvolgere i dipendenti.

Sport, divertimento e solidarietà

Domenica 16 dicembre, con partenza alle 10 da piazza Bra, torna a Verona la Melegatti Christmas Run, camminata podistica non competitiva aperta a tutti. Sponsor ufficiale della 9ª edizione, la nuova gestione della storica azienda dolciaria veronese che, per l’occasione, coinvolgerà nell’evento i suoi dipendenti, tutti vestiti da Babbo Natale, con casacche in blu.

Un grande momento di festa a scopo benefico, il cui ricavato sarà devoluto quest’anno al Comitato Uffi Onlus – United For Fighting.

I percorsi

Nella tradizionale corsa di Natale si potrà scegliere tra due percorsi cittadini di 5 o 10 chilometri, entrambi con partenza e arrivo in piazza Bra.

Il costo

Il costo per partecipare è di 7 euro per il solo pettorale e i prodotti gastronomici, 15 euro comprensivo anche dell’abito di Babbo Natale. Per i bambini fino ai 10 anni accompagnati da un genitore, l’iscrizione è gratuita e comprende un cappellino da Babbo Natale. Pettorale e vestito vanno ritirati al momento dell’iscrizione. Il pacco con i prodotti tipici potrà essere ritirato post gara allo stand dell’iniziativa in piazza Bra.

Oltre 30mila persone in 8 edizioni

L’evento è stato presentato dall’assessore allo sport Filippo Rando insieme al presidente di Veronamarathon Eventi Matteo Bortolaso. Presenti il vicepresidente della Melegatti 1894 Roberto Spezzapria, Francesca Vanzo di Agsm, fra gli sponsor della manifestazione, e Chiara Bertoncelli del Comitato Uffi Onlus e mamma di Tommy, il piccolo affetto da ittiosi. “Un bell’evento aperto a tutta la cittadinanza – ha detto Rando –, che ha visto al via, in 8 edizioni, più di 30mila persone. Un grande fiume rosso di Babbi Natale in corsa che, ormai da tradizione, colora la nostra città in un allegro momento di festa per tutti”.

Continua la lettura di Christmas run con i Babbo Natale della Melegatti su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/christmas-run-con-i-babbo-natale-della-melegatti/feed/ 0
Medico di famiglia: a Colognola un posto vacante https://veronasettegiorni.it/attualita/medico-di-famiglia-a-colognola-un-posto-vacante/ https://veronasettegiorni.it/attualita/medico-di-famiglia-a-colognola-un-posto-vacante/#respond Tue, 11 Dec 2018 06:55:45 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36204 Medico di famiglia: a Colognola un posto vacante. La scomparsa improvvisa del dottor Scaglia a novembre, preceduto a gennaio dal dottor Contardo, ha lasciato un vuoto assistenziale per diverse famiglie. Il concorso è già sul Bollettino Ufficiale. L’incontro con l’Aulss Si è tenuto ieri, lunedì 10 dicembre, l’incontro tra il dottor Roberto Borin, direttore del […]

Continua la lettura di Medico di famiglia: a Colognola un posto vacante su Verona Settegiorni.

]]>
Medico di famiglia: a Colognola un posto vacante. La scomparsa improvvisa del dottor Scaglia a novembre, preceduto a gennaio dal dottor Contardo, ha lasciato un vuoto assistenziale per diverse famiglie. Il concorso è già sul Bollettino Ufficiale.

L’incontro con l’Aulss

Si è tenuto ieri, lunedì 10 dicembre, l’incontro tra il dottor Roberto Borin, direttore del Distretto 2 della Aulss 9 Scaligera, il sindaco di Colognola ai Colli Claudio Carcereri de Prati e il vicesindaco e assessore alla qualità della vita Giovanna Piubello per discutere sulla situazione del medico di famiglia in paese.

Quel posto vacante

Durante l’incontro si è affrontato il tema del posto resosi vacante di medico di famiglia. Il dottor Borin ha confermato che quel posto è stato regolarmente messo a concorso e già pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto. La selezione si concluderà entro il mese di dicembre 2018 con la comunicazione da parte della Regione dell’avente diritto.

La scomparsa

Ha lasciato tutti increduli la scomparsa del dottor Luigi Scaglia, noto medico di famiglia che da molti anni svolgeva il proprio servizio a Colognola ai Colli. Un brutto infarto, la causa del decesso; non sono bastate le immediate cure prestate all’ospedale di Borgo Trento e un complesso intervento cardio-chirurgico a contrastare una situazione che fin da subito si è manifestata in tutta la sua gravità.  Nei giorni successivi all’intervento erano insorte diverse complicazioni che in pochi giorni hanno determinato l’infausto esito.

 

Una vita senza eccessi

Assiduo frequentatore dei campi da tennis, ma anche grande appassionato della musica Beat, tanto che suonava in un complesso, i Delirium Termens, che lui stesso aveva fondato con alcuni amici, con il quale si esibiva in diverse occasioni. Grazie ai suoi hobby, aveva una cerchia di molti amici con cui intratteneva rapporti contraddistinti da simpatia, amicizia e assoluta cordialità.

A gennaio un’altra perdita

Professionista stimato in paese, aveva raccolto il testimone del compianto dottor Claudio Contardo, scomparso a gennaio di quest’anno. Quella del medico è diventata praticamente una professione di famiglia, perché anche il figlio Marco, di cui parlava con l’orgoglio del padre, ha proseguito la sua strada e del nonno, optando però per l’ambiente ospedaliero come ortopedico.

 

Continua la lettura di Medico di famiglia: a Colognola un posto vacante su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/medico-di-famiglia-a-colognola-un-posto-vacante/feed/ 0
Falciata mentre stava attraversando la strada, muore una donna https://veronasettegiorni.it/cronaca/falciata-mentre-stava-attraversando-la-strada-muore-una-donna/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/falciata-mentre-stava-attraversando-la-strada-muore-una-donna/#respond Mon, 10 Dec 2018 21:28:09 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36223 Un nuova vittima sulle strade veronesi. Questa sera, intorno alle 18.40, una donna è stata investita a Tombazosana, frazione di Ronco all’Adige. Attraversa la strada e viene centrata in pieno La donna stava attraversando a piedi via Cavalieri di Vittorio Veneto quando, per cause ancora in corso di accertamento, è stata centrata in pieno da […]

Continua la lettura di Falciata mentre stava attraversando la strada, muore una donna su Verona Settegiorni.

]]>
Un nuova vittima sulle strade veronesi. Questa sera, intorno alle 18.40, una donna è stata investita a Tombazosana, frazione di Ronco all’Adige.

Attraversa la strada e viene centrata in pieno

La donna stava attraversando a piedi via Cavalieri di Vittorio Veneto quando, per cause ancora in corso di accertamento, è stata centrata in pieno da un’auto guidata da un giovane.

Deceduta sul posto

Sul posto sono giunti i sanitari del 118 con un’ambulanza infermierizzata e un’automedica, ma per la donna non c’è stato nulla da fare e si è potuto solo costatarne il decesso. Giunta anche una pattuglia della polizia stradale che avrebbe anche ritirato la patente al giovane alla guida.

Continua la lettura di Falciata mentre stava attraversando la strada, muore una donna su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/falciata-mentre-stava-attraversando-la-strada-muore-una-donna/feed/ 0
Il Chiaretto che verrà: ecco la pre-anteprima del Chiaretto di Bardolino VIDEO https://veronasettegiorni.it/attualita/il-chiaretto-che-verra-ecco-la-pre-anteprima-del-chiaretto-di-bardolino-video/ https://veronasettegiorni.it/attualita/il-chiaretto-che-verra-ecco-la-pre-anteprima-del-chiaretto-di-bardolino-video/#respond Mon, 10 Dec 2018 17:42:43 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36220 Il Chiaretto di Bardolino anticipa la stagione delle anteprime del vino con un’inedita pre-anteprima. La pre-anteprima Oggi, lunedì 10 dicembre è stato infatti possibile avere un’idea dell’annata 2018 con il banco d’assaggio Il Chiaretto che è stato aperto al Ristorante La Loggia Rambaldi sul lungolago di Bardolino. Sono state ben 45 le aziende presenti con […]

Continua la lettura di Il Chiaretto che verrà: ecco la pre-anteprima del Chiaretto di Bardolino VIDEO su Verona Settegiorni.

]]>

Il Chiaretto di Bardolino anticipa la stagione delle anteprime del vino con un’inedita pre-anteprima.

La pre-anteprima

Oggi, lunedì 10 dicembre è stato infatti possibile avere un’idea dell’annata 2018 con il banco d’assaggio Il Chiaretto che è stato aperto al Ristorante La Loggia Rambaldi sul lungolago di Bardolino. Sono state ben 45 le aziende presenti con la nuova produzione prelevata dalle vasche e con il Chiaretto di Bardolino 2017, che invece proprio in questi mesi di fine anno presenta la sua espressione più compiuta.

Il commento di Franco Cristoforetti

“Assaggiamo il nuovo Chiaretto – spiega Franco Cristoforetti, presidente del Consorzio di Tutela Chiaretto e Bardolino – in una fase in cui il vino ha appena finito la fermentazione e si esprime in tutta la sua esuberanza. Sul lago di Garda siamo di fronte ad un’annata favorevole, che ha unito precipitazioni superiori alla media e temperature elevate, garantendo il raggiungimento di un’ottima maturazione del frutto senza smarrire la classica freschezza e sapidità dei nostri vini”.

Le condizioni meteo favorevoli

Da gennaio a ottobre nel 2018 infatti la stazione meteo dell’Arpa Veneto di Calmasino di Bardolino ha registrato 798 mm di pioggia, contro i soli 562 mm dell’intera stagione 2017. Le temperature si sono tenute mediamente sempre al di sopra della serie storica, creando condizioni per un particolare vigore vegetativo e consentendo la perfetta maturazione delle uve con valori della gradazione zuccherina e dell’acidità mediamente in linea con quelli del 2017.

La “vera” anteprima

L’evento è stato una semplice anticipazione della “vera” anteprima del Chiaretto, organizzata congiuntamente dal Consorzio di tutela Chiaretto e Bardolino e dal Consorzio Valtènesi, in programma domenica 10 e lunedì 11 marzo a Lazise. In quell’occasione i vini rosa del lago di Garda della vendemmia 2018 saranno imbottigliati e pronti per essere immessi sul mercato.

Continua la lettura di Il Chiaretto che verrà: ecco la pre-anteprima del Chiaretto di Bardolino VIDEO su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/il-chiaretto-che-verra-ecco-la-pre-anteprima-del-chiaretto-di-bardolino-video/feed/ 0
Il Terzo Stormo festeggia la Madonna di Loreto https://veronasettegiorni.it/attualita/il-terzo-stormo-madonna-loreto/ https://veronasettegiorni.it/attualita/il-terzo-stormo-madonna-loreto/#respond Mon, 10 Dec 2018 16:56:48 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36198 In occasione della Festa della Madonna di Loreto, santa patrona degli aviatori, è stata celebrata oggi, lunedì 10 dicembre, la messa nel Duomo di Villafranca, cui ha preso parte il Terzo Stormo dell’Aeronautica Militare. Il Terzo Stormo festeggia la Madonna di Loreto Durante la celebrazione eucaristica, che ha avuto inizio alle 10.30 il vescovo di […]

Continua la lettura di Il Terzo Stormo festeggia la Madonna di Loreto su Verona Settegiorni.

]]>
In occasione della Festa della Madonna di Loreto, santa patrona degli aviatori, è stata celebrata oggi, lunedì 10 dicembre, la messa nel Duomo di Villafranca, cui ha preso parte il Terzo Stormo dell’Aeronautica Militare.

Il Terzo Stormo festeggia la Madonna di Loreto

Durante la celebrazione eucaristica, che ha avuto inizio alle 10.30 il vescovo di Verona, S.E.R. Giuseppe Zenti, ha ringraziato la forza armata per il generoso e spesso silente lavoro svolto quotidianamente, così come il sindaco di Villafranca, Roberto Dall’Oca, ha rimarcato come la comunità del 3° Stormo sia parte integrante del tessuto sociale villafranchese, e sia diventato nel tempo
stimolo per una crescita sia civica sia economica.

Il Terzo Stormo festeggia la Madonna di Loreto

Il dono consegnato dal colonnello De Simone al vescovo

Dopo aver ringraziato gli ospiti, le autorità intervenute ed il parroco del Duomo per l’ospitalità concessa alla comunità, il colonnello De Simone ha consegnato una speciale targa al vescovo, quale segno tangibile di gratitudine, sulla quale è stato inciso il testo della Preghiera dell’aviatore.
Numerose le autorità civili e militari che hanno aderito all’invito del comandante del 3° Stormo, tra queste, il prefetto ed il questore di Verona, i sindaci di Villafranca e Sommacampagna, alcuni rappresentanti dei Comuni contermini, i labari delle associazioni combattentistiche e d’arma ed i gonfaloni della città di Villafranca, nonché numerosi cittadini ed ex-appartenenti al reparto.

La patrona degli aviatori

Il 10 dicembre è un giorno particolarmente significativo per il personale in azzurro da quel lontano 24 marzo del 1920, data in cui Papa Benedetto XV proclamò la Beata Vergine Lauretana patrona di tutti gli aviatori, accogliendo i desideri dei piloti della Prima guerra mondiale che indicarono la Vergine quale patrona in virtù del riconoscimento, da parte della chiesa, del miracolo della traslazione della Santa Casa di Nazareth.

Continua la lettura di Il Terzo Stormo festeggia la Madonna di Loreto su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/il-terzo-stormo-madonna-loreto/feed/ 0
Panico spray peperoncino: è successo anche a Verona https://veronasettegiorni.it/attualita/panico-spray-peperoncino-e-successo-anche-a-verona/ https://veronasettegiorni.it/attualita/panico-spray-peperoncino-e-successo-anche-a-verona/#respond Mon, 10 Dec 2018 16:47:05 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36180 Un gesto che si ripete, ai concerti come a scuola. Spruzzare spray urticante sta diventando una preoccupante consuetudine in grado di procurare panico e, nei casi più gravi, come quello successo nella discoteca di Ancona, possono addirittura tramutarsi in tragedia. Anche in provincia di Verona questa stupida moda ha preso piede. In due occasioni, infatti, […]

Continua la lettura di Panico spray peperoncino: è successo anche a Verona su Verona Settegiorni.

]]>
Un gesto che si ripete, ai concerti come a scuola. Spruzzare spray urticante sta diventando una preoccupante consuetudine in grado di procurare panico e, nei casi più gravi, come quello successo nella discoteca di Ancona, possono addirittura tramutarsi in tragedia. Anche in provincia di Verona questa stupida moda ha preso piede. In due occasioni, infatti, è stato spruzzato dello spray urticante costringendo a evacuare gli edifici.

Spray urticante al “Marie curie” di Bussolengo

Il primo caso era avvenuto lo scorso 11 maggio presso la sede staccata dell’istituto tecnico commerciale «Marie Curie» a Bussolengo. Allora si era trattato del gesto sconsiderato di un ragazzo di 18 anni, che spruzzando dello spray urticante in una zona ristretta dell’edificio, aveva creato notevoli disagi. Una bravata involontaria che, di fatto, aveva causato ricoveri per intossicazione e per crisi di panico.

Un caso anche a Villafranca

Sempre a maggio di quest’anno un caso analogo all’istituto comprensivo Cavalchini Moro. Al rientro in classe degli alunni dopo una prova di evacuazione, era stato avvertito un odore forte e molto acre che aveva causato bruciori alla gola e agli occhi. I vigili del fuoco avevano parlato subito di spray urticante. Studenti evacuati e diversi ragazzi con irritazione alla gola, visitati dal personale del 118. In tutto erano stati sette gli studenti portati in ospedale perché i sintomi persistevano: tre a Bussolengo e quattro in Borgo Trento, tutti in pediatria e tutti in codice verde.

Continua la lettura di Panico spray peperoncino: è successo anche a Verona su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/panico-spray-peperoncino-e-successo-anche-a-verona/feed/ 0
Cavalcavia dell’autostrada: a San Bonifacio ripartono i disagi https://veronasettegiorni.it/attualita/cavalcavia-dellautostrada-a-san-bonifacio-ripartono-i-disagi/ https://veronasettegiorni.it/attualita/cavalcavia-dellautostrada-a-san-bonifacio-ripartono-i-disagi/#respond Mon, 10 Dec 2018 16:13:34 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36200 Cavalcavia dell’autostrada: a San Bonifacio ripartono i disagi. Solo una settimana fa i lavori erano terminati, ma con amara sorpresa gli automobilisti stamattina si sono di nuovo imbattuti nel senso unico alternato. Cavalcavia dell’autostrada: a San Bonifacio ripartono i disagi È durata poco meno di una settimana l’esultanza degli automobilisti che quotidianamente solo soliti transitare […]

Continua la lettura di Cavalcavia dell’autostrada: a San Bonifacio ripartono i disagi su Verona Settegiorni.

]]>
Cavalcavia dell’autostrada: a San Bonifacio ripartono i disagi. Solo una settimana fa i lavori erano terminati, ma con amara sorpresa gli automobilisti stamattina si sono di nuovo imbattuti nel senso unico alternato.

Cavalcavia dell’autostrada: a San Bonifacio ripartono i disagi

È durata poco meno di una settimana l’esultanza degli automobilisti che quotidianamente solo soliti transitare per San Bonifacio: gli sfortunati che stamattina. lunedì 10 dicembre, si sono appropinquati ad imboccare il cavalcavia dell’autostrada, per entrare in paese, si sono infatti trovati di fronte il ripristino del senso unico alternato, che nelle scorse settimane aveva causato non pochi disagi ed interminabili code.

Scoppia la rabbia social

Il senso unico alternato era stato istituito qualche settimana fa a causa dei lavori di consolidamento del ponte di Villanova, nel comune di San Bonifacio, a opera di Veneto Strade. Da martedì 4 dicembre però la corsia chiusa della strada regionale 11 era stata riaperta, dopo che Veneto Strade aveva ultimato la posa dei micropali per il consolidamento del ponte sui torrenti Alpone e Tramigna. Questo fino a stamattina, quando gli automobilisti hanno potuto imbattersi in un inaspettato quanto poco gradito regalo di Natale in anticipo. Immediata è stata la reazione sui social, dove numerose sono traboccate le lamentele di tutti coloro che ancora una volta si sono travati in colonna ad aspettare un semaforo che «non scatta mai».

L’ironia natalizia

Tra questi c’è stato anche chi, forse per disperazione, ha preso la cosa con un po’ di ironia, scrivendo sul gruppo del paese «A Natale puoi….chiudere tutti i cavalcavia che vuoi…», suscitando nei compaesani una, seppur amara, risata. Quando finirà tutto questo?

Continua la lettura di Cavalcavia dell’autostrada: a San Bonifacio ripartono i disagi su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/cavalcavia-dellautostrada-a-san-bonifacio-ripartono-i-disagi/feed/ 0
Rissa tra ubriachi in pieno centro a Verona https://veronasettegiorni.it/cronaca/rissa-tra-ubriachi-in-centro-a-verona/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/rissa-tra-ubriachi-in-centro-a-verona/#respond Mon, 10 Dec 2018 14:33:39 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36188 Nella serata di ieri, domenica 9 dicembre, una violenta rissa tra ubriachi ha acceso il centro di Verona. Rissa tra ubriachi in pieno centro a Verona Protagonisti quattro extracomunitari, che hanno iniziato a darsele di santa ragione intorno alle 20:30, in piazza Cittadella, creando scompiglio e paura nei passanti che increduli hanno assistito a violenza […]

Continua la lettura di Rissa tra ubriachi in pieno centro a Verona su Verona Settegiorni.

]]>
Nella serata di ieri, domenica 9 dicembre, una violenta rissa tra ubriachi ha acceso il centro di Verona.

Rissa tra ubriachi in pieno centro a Verona

Protagonisti quattro extracomunitari, che hanno iniziato a darsele di santa ragione intorno alle 20:30, in piazza Cittadella, creando scompiglio e paura nei passanti che increduli hanno assistito a violenza e disordini nel centro della città gremita di turisti per i mercatini di Natale.

Hanno usato vetri rotti per farsi male

Tutto è partito da un pomeriggio di alcol. Un rumeno, un marocchino, un indiano ed un pakistano, seduti sulle panchine della piazza citata, hanno infatti iniziato a fare qualche brindisi pre natalizio di troppo, consumando in realtà una smodata quantità di alcolici. Dal nulla sono nate così le prime discussioni, i toni si sono alzati ed anche le mani, tanto che lo scompiglio ha preso la forma di una vera e propria colluttazione. I quattro, ormai fuori di senno, hanno utilizzato per farsi del male tutto quanto trovassero a portata di mano: bottiglie di vetro rotte, un cartellone pubblicitario di un negozio lì vicino, addirittura hanno provato a rompere il parabrezza di uno scooter per lanciarlo gli uni contro gli altri. Scooter che, ovviamente, è caduto a terra, rimanendo inevitabilmente danneggiato dalla furia dei quattro ubriachi.

Rissa tra ubriachi in pieno centro a Verona

L’arresto

Immediata la chiamata al 112, altrettanto immediato l’intervento: gli uomini dell’Arma sono infatti riusciti a riconoscere, nel trambusto generale, i quattro autori della rissa, conducendoli in caserma in stato di arresto per lesione personale, rissa in concorso e danneggiamento. In corso la direttissima.

Continua la lettura di Rissa tra ubriachi in pieno centro a Verona su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/rissa-tra-ubriachi-in-centro-a-verona/feed/ 0
Operazione laser agli occhi, i pro e i contro https://veronasettegiorni.it/salute/operazione-laser-agli-occhi-i-pro-e-i-contro/ Mon, 10 Dec 2018 14:32:19 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36195 Operazione laser agli occhi, quali sono i pro e i contro? Evitare gli occhiali da vista e tornare a vederci bene è il sogno di moltissime persone costrette a inforcare le lenti da anni per distinguere testi scritti o figure in lontananza. C’è chi, a tal proposito, decide di farsi operare con il laser per […]

Continua la lettura di Operazione laser agli occhi, i pro e i contro su Verona Settegiorni.

]]>
Operazione laser agli occhi, quali sono i pro e i contro? Evitare gli occhiali da vista e tornare a vederci bene è il sogno di moltissime persone costrette a inforcare le lenti da anni per distinguere testi scritti o figure in lontananza. C’è chi, a tal proposito, decide di farsi operare con il laser per correggere chirurgicamente i difetti visivi. La scienza medica può farlo e migliaia di pazienti lo hanno già sperimentato con buoni risultati. Vediamo nel dettaglio qual è lo stato dell’arte al momento e com’è il rapporto pro-contro a tal proposito.

Operazione laser agli occhi

Si possono correggere la miopia, l’ipermetropia e l’astigmatismo (che può essere associato ad altri difetti). E, negli ultimi anni, si è aggiunta la presbiopia (da valutare però con attenzione). Per astigmatismo e miopia è necessario asportare una quantità di tessuto corneale maggiore, a parità di diottrie, rispetto all’ipermetropia. Secondo la Food and Drug Administration (FDA), massimo organismo governativo statunitense per la salute dei cittadini, si possono avere i seguenti effetti collaterali (o persino veri e propri danni oculari nei casi peggiori). Secchezza oculare che può essere grave: dopo l’intervento potrebbe essere necessario instillare frequentemente lacrime artificiali e fare ricorso a umettanti oculari (gel), mentre in precedenza non se ne faceva uso; possibile necessità di mettere comunque occhiali anche se di gradazione inferiore.

Non sempre si riesce a eliminare del tutto il difetto

Infatti non sempre si riesce a eliminare del tutto il difetto visivo; il 20% dei pazienti che si sottopongono a chirurgia refrattiva continuano a sperimentare un peggioramento; rischio di aloni, abbagliamento, visione delle luci a forma di stella, visione doppia, problemi visivi che possono essere debilitanti. Detto di questi possibili problemi, va anche registrato che nell’80% dei casi la tecnica funziona perfettamente; l’età giusta per sottoporsi al trattamento è 25-45 anni e il prezzo si aggira più o meno attorno ai 2.000 euro (in media) per occhio operato.

Continua la lettura di Operazione laser agli occhi, i pro e i contro su Verona Settegiorni.

]]>
Abuso della tecnologia, attenzione a smartphone e videogiochi https://veronasettegiorni.it/salute/abuso-della-tecnologia-smartphone/ Mon, 10 Dec 2018 14:25:36 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36192 Attenzione all’abuso della tecnologia sulla nostra vita quotidiana. Esagerare con smartphone e computer può causare conseguenze psichiche e comportamentali, soprattutto nei ragazzi adolescenti. Non si tratta di un allarme da retrogradi. Ma della realtà dei fatti. A cui è giunta la ricerca scientifica nel campo della neuropsichiatria analizzando un ampio paniere di giovani; in età […]

Continua la lettura di Abuso della tecnologia, attenzione a smartphone e videogiochi su Verona Settegiorni.

]]>
Attenzione all’abuso della tecnologia sulla nostra vita quotidiana. Esagerare con smartphone e computer può causare conseguenze psichiche e comportamentali, soprattutto nei ragazzi adolescenti. Non si tratta di un allarme da retrogradi. Ma della realtà dei fatti. A cui è giunta la ricerca scientifica nel campo della neuropsichiatria analizzando un ampio paniere di giovani; in età compresa fra i 12 e i 25 anni. Solo a Milano e provincia sono circa 40mila i ragazzi che si dicono insoddisfatti della propria vita, e un po’ di più sono quelli che manifestano disturbi d’ansia e depressione.

Abuso della tecnologia, occhio al bombardamento

Le «nuove droghe» che minacciano le notti dei nostri figli sono anche Internet, social network, smartphone e videogiochi: un «bombardamento» di stimoli che può sviluppare dipendenze e che tiene in costante stato di allerta i ragazzi. Essi una notte su dieci dormono meno di 6 ore mentre la media per chi ha questa età dovrebbe essere di circa 8 ore. Questa «insonnia tecnologica» mette a repentaglio lo sviluppo del loro cervello e, se c’è una predisposizione latente, li espone al rischio di disturbi psichici. Lo hanno spiegato bene il professor Claudio Mencacci, direttore del Dipartimento di Neuroscienze e salute mentale del Fatebenefratelli-Sacco di Milano e lo psichiatra Gianni Migliarese, autore di «La salute psichica in adolescenza».

Le soluzioni proposte

Secondo i due luminari, «studi su campioni ampi hanno trovato una forte correlazione tra disturbi del sonno (quantità, qualità, sonnolenza diurna) e utilizzo di smartphone e social network soprattutto nelle ore serali». L’insonnia poi potrebbe agire da detonatore ampliando la vulnerabilità individuale a differenti patologie psichiche, tra cui depressione e impulsività. Soluzioni? Tanto per cominciare evitare l’uso di smartphone nelle ore serali e dopocena. Quindi aumentare le ore di sonno soprattutto nella fascia di età compresa fra i 14 e i 20 anni.

Continua la lettura di Abuso della tecnologia, attenzione a smartphone e videogiochi su Verona Settegiorni.

]]>
Guarino Veronese: ragazza investita all’uscita da scuola https://veronasettegiorni.it/cronaca/guarino-veronese-ragazza-investita-all-uscita-da-scuola/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/guarino-veronese-ragazza-investita-all-uscita-da-scuola/#respond Mon, 10 Dec 2018 13:51:13 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36177 Guarino Veronese: ragazza investita all’uscita da scuola. La giovane in ospedale per accertamenti, era cosciente. L’episodio Poco dopo le 13 di oggi, lunedì 10 dicembre, davanti all’uscita del liceo statale Guarino Veronese in via Cavalieri di Vittorio Veneto a San Bonifacio è stata investita una studentessa da una signora a bordo di una utilitaria. La giovane si […]

Continua la lettura di Guarino Veronese: ragazza investita all’uscita da scuola su Verona Settegiorni.

]]>
Guarino Veronese: ragazza investita all’uscita da scuola. La giovane in ospedale per accertamenti, era cosciente.

L’episodio

Poco dopo le 13 di oggi, lunedì 10 dicembre, davanti all’uscita del liceo statale Guarino Veronese in via Cavalieri di Vittorio Veneto a San Bonifacio è stata investita una studentessa da una signora a bordo di una utilitaria. La giovane si trovava in prossimità delle strisce pedonali, subito dopo l’impatto la donna si è fermata e sono state allertati Forze dell’Ordine e soccorsi.

Cosciente, è stata soccorsa

La ragazza, una minorenne residente a San Giovanni Ilarione, era cosciente quando è stata immobilizzata e stabilizzata immediatamente dal personale della Croce Rossa, poi è trasportata all’ospedale di San Bonifacio per gli accertamenti a seguito delle contusioni riportate.

Guarino Veronese: ragazza investita all’uscita da scuola. La giovane in ospedale per accertamenti, era cosciente.

 

Aggiornamenti in corso

Sul posto c’erano diversi studenti, testimoni dell’episodio, che si sono fermati.  La polizia locale sta indagando sull’episodio seguiranno aggiornamenti.

Continua la lettura di Guarino Veronese: ragazza investita all’uscita da scuola su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/guarino-veronese-ragazza-investita-all-uscita-da-scuola/feed/ 0
I dolci di Natale, dal panettone alla bisciola https://veronasettegiorni.it/cucina/i-dolci-di-natale-panettone-bisciola/ Mon, 10 Dec 2018 13:48:08 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36183 I dolci di Natale, una tradizione da rispettare. E com’è ovvio, a farla da padroni nei menù di fine anno sono i dolci. Ciascuno ha le sue preferenze e ogni zona d’Italia ha i suoi dolci particolari con qualche eccezione che travalica i confini regionali. Il panettone, per esempio, nato milanese è oggi «patrimonio dell’italianità». […]

Continua la lettura di I dolci di Natale, dal panettone alla bisciola su Verona Settegiorni.

]]>
I dolci di Natale, una tradizione da rispettare. E com’è ovvio, a farla da padroni nei menù di fine anno sono i dolci. Ciascuno ha le sue preferenze e ogni zona d’Italia ha i suoi dolci particolari con qualche eccezione che travalica i confini regionali. Il panettone, per esempio, nato milanese è oggi «patrimonio dell’italianità». Stesso dicasi per il pandoro (di Verona). Ma ci sono una miriade di specialità locali che pochi conoscono e che invece rappresentano una fetta corposa della gastronomia nazionale. Ecco qui di seguito una carrellata non esaustiva con breve descrizione di ciascun dolce. In Piemonte va alla grande il Tronchetto di Natale: calorico fino all’insolenza (uova, burro, mascarpone, crema di marroni, brandy, panna e cioccolato) è un dono della provvidenza per ogni goloso.

I dolci di Natale, dal Trentino al Friuli

In Trentino invece il dolce tipico è lo Zelten: pane fruttato e riccamente speziato le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Il nome deriva dal tedesco «zelten», vale a dire «a volte», che evidenzia la cadenza della preparazione del dolce, limitata. Oltre al panettone, la Lombardia ha dato i natali anche all’ottima «Bisciòla» che è un po’ il dolce dei valtellinesi, custodi della ricetta originale che prevede un generoso impiego di noci, fichi secchi e uvetta. In Friuli mangiano invece la Gubana: forma a chiocciola, colore che ricorda un fungo porcino, è il tipico rotolo di pasta dolce friulano, farcito con frutta secca, uva passa, amaretti e insaporito con un goccio di grappa. Irrisolvibile querelle sulle origini del nome: prima versione, arriva dalla Slovenia, dove «guba» significa «piega» vista la forma del dolce ripiegata.

Dalla Liguria all’Emilia Romagna

Seconda versione: in dialetto friulano «guban» vuol dire porcino, e il colore ricorda proprio la cappella di un fungo porcino. Nome a parte, il dolce è proprio buono, ed è quello che conta! Trasferiamoci quindi in Liguria con il Pandolce: per molti liguri è improponibile barattare il pandolce, una specie di focaccia di pasta lievitata ricca di canditi e uvette, con il panettone. Oltremodo sostanzioso, il pandolce ligure incorpora uva sultanina, zucca candita, pistacchi e pinoli. Gli emiliani e i romagnoli sono specialisti del Panspeziale (chiamato anche Certosino in alcune zone). A Bologna fanno le cose per bene, per cui la ricetta del Panspeziale è certificata e depositata in Camera di Commercio da giugno 2003. Lasciamo perdere l’apporto calorico… Cioccolato, miele, mostarda bolognese, frutta candita, pinoli e burro. Fate voi con i dolci di Natale!

Un salto a Siena…

In Emilia c’è anche il cosiddetto «panone di Natale» che è un dolce natalizio delle campagne bolognesi che cambia ricetta di casa in casa. Ingredienti più nutrienti: nocciole, arachidi, mandorle, ciliege candite e cognac. Qualche chilometro più verso il centro ed ecco il Panforte della Toscana: capolavoro della gastronomia il Panforte, dolce toscano la cui fama valica i confini regionali da decenni, è ricoperto di mandorle e farcito con arance e cedri canditi. Come nel caso del torrone, la ricetta originale prevede l’uso dell’ostia. Tra i dolci a base di mandorla della tradizione di Siena spiccano i Ricciarelli, biscottini natalizi che alle mandorle uniscono i profumi irresistibili di vaniglia e cannella.

… quindi si inizia a scendere

Nelle Marche c’è quindi il Fristingo (detto anche frustingo o pistingo). Nato come piatto povero del periodo natalizio (recupera il pane raffermo), oltre al nome cambia ricetta nel giro di pochi chilometri. Non dovrebbero mancare: noci, mandorle, fichi secchi, pane posso, frutta candita, uva sultanina e vino cotto. In Campania si mangiano gli Struffoli: palline di pasta fritta legate con il miele che, nella ricetta napoletana, domina la frutta candita con un ruolo da protagonista per la zucca (la celebre cucuzzata). Sempre nel Napoletano ci sono le famosissime Zeppole, vendute per strada già nel 1700, sono piccole ciambelle profumatissime arricchite di miele e confettini colorati che le rendono subito riconoscibili.

Calabria, Sardegna…

Ancora più a Sud, in Calabria e Basilicata, domina la frutta secca cucinata in mille varianti. Molto apprezzati sono i fichi secchi con mandorle, noci, cioccolato, canditi e sovrapposti a quattro a quattro. Infine, le Sebadas della Sardegna: si usa il raffinato (e amaro) miele di corbezzolo come una glassa che ricopre un grosso raviolo di sfoglia dolce ripieno di pecorino. Insomma, adesso che l’acquolina in bocca c’è… non resta che assaggiare! Eccovi dunque i dolci di Natale più diffusi…

Continua la lettura di I dolci di Natale, dal panettone alla bisciola su Verona Settegiorni.

]]>
Referendum, ventisei Comuni veneti chiamati a esprimersi sulla fusione https://veronasettegiorni.it/attualita/referendum-ventisei-comuni-veneti-chiamati-a-esprimersi-sulla-fusione/ https://veronasettegiorni.it/attualita/referendum-ventisei-comuni-veneti-chiamati-a-esprimersi-sulla-fusione/#respond Mon, 10 Dec 2018 13:36:08 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36173 Il 16 dicembre prossimo sarà giornata di referendum per 26 comuni veneti di cinque province, con una popolazione di quasi 83 mila abitanti di cui 77.464 elettori, chiamati ad esprimersi su una serie di fusioni finalizzate a far nascere 10 nuovi comuni. Si tratta della più rilevante tornata referendaria dal 1995 ad oggi, periodo nel […]

Continua la lettura di Referendum, ventisei Comuni veneti chiamati a esprimersi sulla fusione su Verona Settegiorni.

]]>
Il 16 dicembre prossimo sarà giornata di referendum per 26 comuni veneti di cinque province, con una popolazione di quasi 83 mila abitanti di cui 77.464 elettori, chiamati ad esprimersi su una serie di fusioni finalizzate a far nascere 10 nuovi comuni. Si tratta della più rilevante tornata referendaria dal 1995 ad oggi, periodo nel corso del quale sono già stati soppressi 20 comuni veneti (l’85% del quali con meno di 5 mila abitanti) che si sono fusi in nove (per i due terzi con più di 5 mila abitanti). I dati sono stati evidenziati nel corso dell’incontro che il vicepresidente della Regione Gianluca Forcolin ha avuto oggi a Palazzo Ferro Fini con i sindaci dei comuni interessati al voto.

“L’impegno è quello di portare la maggior parte dei cittadini a votare”

“Il 16 dicembre – ha fatto presente Forcolin – la popolazione di questi territori si pronuncerà quindi per la nascita o meno di nuove realtà comunali. Se la consultazione referendaria avrà esito positivo, come auspichiamo, con la fusione il numero complessivo di Comuni componenti il territorio regionale passerà dai 571 attuali a 555. L’impegno comune deve essere quello di portare il maggior numero possibile di cittadini a votare, ma il messaggio che deve passare è che la fusione non è un’imposizione ma una grande opportunità, di cui la popolazione deve essere
cosciente”.

Regione supporta la fusione dei Comuni piccoli

Il vicepresidente ha sottolineato anche il percorso che la Regione del Veneto ha fatto e continuerà a fare per supportare i processi di fusione sul territorio, soprattutto per le realtà comunali al di sotto dei 5 mila abitanti (che nel Veneto costituiscono il 45% dei comuni con circa un milione di abitanti complessivamente) mentre è già in consiglio regionale il testo della normativa per il riordino territoriale. Forcolin ha garantito ai sindaci sia la continuità degli strumenti di incentivazione amministrativa ed economica nel bilancio regionale, coerentemente con quanto già messo a disposizione negli anni precedenti, sia l’affiancamento e la vicinanza della Regione in tutte le fasi anche quelle successive ai referendum.

Niente quorum

Non è previsto nessun quorum per questi referendum consultivi e la fusione sarà approvata se sarà raggiunta la maggioranza dei voti favorevoli. Se vincerà il sì, entro febbraio sarà approvata dal Consiglio regionale una legge per l’istituzione di ciascun nuovo comune. I Prefetti nomineranno i commissari per la gestione dei comuni soppressi fino alle elezioni che daranno vita alle nuove amministrazioni.

Continua la lettura di Referendum, ventisei Comuni veneti chiamati a esprimersi sulla fusione su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/referendum-ventisei-comuni-veneti-chiamati-a-esprimersi-sulla-fusione/feed/ 0
False generalità: la Polfer arresta un ventiduenne https://veronasettegiorni.it/cronaca/false-generalita-la-polfer-arresta-un-ventiduenne/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/false-generalita-la-polfer-arresta-un-ventiduenne/#respond Mon, 10 Dec 2018 13:31:38 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36174 False generalità: la Polfer arresta un ventiduenne. Scarcerato da meno di due mesi, ha ben pensato di mentire agli agenti, finendo nuovamente nei guai.   La segnalazione Nella serata di sabato 8 dicembre, mentre gli Agenti della Polizia Ferroviaria di Verona Porta Nuova erano impegnati nei consueti e incessanti servizi controllo, al binario su cui […]

Continua la lettura di False generalità: la Polfer arresta un ventiduenne su Verona Settegiorni.

]]>
False generalità: la Polfer arresta un ventiduenne. Scarcerato da meno di due mesi, ha ben pensato di mentire agli agenti, finendo nuovamente nei guai.

 

La segnalazione

Nella serata di sabato 8 dicembre, mentre gli Agenti della Polizia Ferroviaria di Verona Porta Nuova erano impegnati nei consueti e incessanti servizi controllo, al binario su cui si trovava il treno regionale proveniente da Rovigo, la loro attenzione è stata richiamata dal Capo treno che segnalava alcuni passeggeri, probabilmente magrebini, sprovvisti di biglietto e ubriachi.

Senza documenti

I quattro giovani, di cui tre cittadini marocchini e un italiano, erano sprovvisti anche dei documenti. Inoltre, uno dei ragazzi ha fornito delle generalità sulla cui esattezza gli operatori hanno da subito nutrito forti dubbi, sottoponendolo perciò ad accertamenti dattiloscopici al fine di identificarlo.

La vera identità

All’esito degli accertamenti, è stato appurato da parte degli agenti che il giovane ventiduenne C.Y., nato a Soave e cittadino italiano, residente nella bassa veronese, ha fornito false generalità, forse perché scarcerato meno di due mesi prima, dopo una detenzione per ricettazione.

Il giovane aveva, infatti, a carico numerosissimi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, nonché resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione, inosservanza dei provvedimenti dell’autorità e rissa.

 

Obbligo di firma

C.Y. è stato quindi tratto in arresto per il reato di false attestazioni sull’identità personale a Pubblico Ufficiale. Nella mattinata di domenica è stato accompagnato davanti al Giudice Monocratico del Tribunale di Verona che ha convalidato l’arresto ed applicato nei suoi confronti la misura dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza e firma quotidiana alla locale Stazione Carabinieri.

 

Continua la lettura di False generalità: la Polfer arresta un ventiduenne su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/false-generalita-la-polfer-arresta-un-ventiduenne/feed/ 0
Pesce a Natale, il re della tavola https://veronasettegiorni.it/cucina/pesce-a-natale-il-re-della-tavola/ Mon, 10 Dec 2018 11:41:23 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36169 Pesce a Natale, il re della tavola. Se ne avete le capacità datevi da fare, sorprendere i vostri ospiti, mettetevi in cucina e deliziate i commensali con una favolosa cena (oppure un pranzo) a base di pesce. Sopratutto al nord i frutti del mare sono usati tradizionalmente più per la sera della vigilia, per chi […]

Continua la lettura di Pesce a Natale, il re della tavola su Verona Settegiorni.

]]>
Pesce a Natale, il re della tavola. Se ne avete le capacità datevi da fare, sorprendere i vostri ospiti, mettetevi in cucina e deliziate i commensali con una favolosa cena (oppure un pranzo) a base di pesce. Sopratutto al nord i frutti del mare sono usati tradizionalmente più per la sera della vigilia, per chi ce l’ha come abitudine. Le specialità da portare in tavola sono tantissime e c’è soltanto una peculiarità da rispettare senza se e senza ma. Stiamo parlando di materie prime di primissima qualità.

Pesce a Natale, iniziamo con gli antipasti

Il mondo più sconfinato è quello degli antipasti, utilizzato anche per i pranzi di Natale: ecco dunque carpaccio di storione fresco, uova di storione, salmone, cozze e capesante gratinate. Il capolavoro per il primo piatto sarebbe l’aragosta allo champagne con riso pilaf, altrimenti pensate a spaghetti con dadolata di storione e salsa di prezzemolo. Ma il grande classico risponde al nome dei gamberoni, magari serviti con una spruzzata di champagne e pepe rosa, oppure sotto forma di spiedini accompagnati da foglie di alloro e salsa con basilico. Il già citato salmone è un altro alimento onnipresente sulle tavole nostrane, sia come antipasto che scottato e servito su un letto di insalata e melograno (che con il suo colore rosso sarà un piacere anche per l’occhio e richiamerà alle colorazioni natalizie).

E poi ci sono le tradizioni

Ma andiamo a sviscerare un po’ le tradizioni: il baccalà è una delle pietanze più gettonate per la vigilia di Natale. Si tratta dunque del merluzzo fresco conservato sotto sale (a differenza dello stoccafisso, essiccato). Servito poi con patate nella ricetta più classica, cucinato ovviamente al forno. Altra grande figlia della tradizione è l’insalata di polpo, anche qui accompagnata dalle patate, oppure il cocktail di gamberi.

Salmone, calamari, gamberi…

Se volete restare sul classico (e anche sul facile) è possibile continuare con un sempre delizioso piatto di pennette al salmone. Possibilmente sfumato con della vodka, oppure con i vermicelli con le vongole o con delle tagliatelle al nero di seppia. Leggermente più complicati sono i calamari ripieni di pane, acciughe, parmigiano, uova, prezzemolo, aglio, olio e pepe. Possibile poi che a nessuno venga in mente la frittura di gamberi e calamari? Anche questa specialità, semplice da preparare è davvero parecchio diffusa durante le cene natalizie.

Continua la lettura di Pesce a Natale, il re della tavola su Verona Settegiorni.

]]>
Colore Pantone 2019, ora tocca al Living Coral https://veronasettegiorni.it/casa/colore-pantone-2019-living-coral/ Mon, 10 Dec 2018 11:36:28 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36166 Qual è il colore Pantone 2019? Vivace eppur delicato, Pantone 16-1546 Living Coral ci avvolge con calore e affetto infondendo conforto e ottimismo in un mondo in continuo cambiamento. Con l’invasione della tecnologia digitale e i social media sempre più parte integrante della nostra quotidianità, ricerchiamo esperienze autentiche e coinvolgenti che consentano di instaurare legami […]

Continua la lettura di Colore Pantone 2019, ora tocca al Living Coral su Verona Settegiorni.

]]>
Qual è il colore Pantone 2019? Vivace eppur delicato, Pantone 16-1546 Living Coral ci avvolge con calore e affetto infondendo conforto e ottimismo in un mondo in continuo cambiamento. Con l’invasione della tecnologia digitale e i social media sempre più parte integrante della nostra quotidianità, ricerchiamo esperienze autentiche e coinvolgenti che consentano di instaurare legami personali e intimità. Socievole e vivace, Pantone 16-1546 Living Coral invita con la sua natura coinvolgente ad attività spensierate. Pantone 16-1546 Living Coral simboleggia la nostra necessità innata di ottimismo e allegri passatempi e incarna il nostro desiderio di espressione giocosa. Essenza della vita moderna, Pantone Living Coral è un colore rassicurante. Si manifesta nella natura che ci circonda e che mostra al contempo una vivace presenza sui social media.

Il colore Pantone 2019

Pantone 16-1546 Living Coral trasmette le caratteristiche desiderate, familiari e stimolanti, del colore presente in natura. Nella sua grandiosa, seppur più sfuggente, manifestazione sottomarina questa tonalità vivificante ed effervescente incanta l’occhio e la mente. Al centro del nostro vivido ecosistema cromatico naturale, Pantone Living Coral ricorda come le barriere coralline siano un variegato caleidoscopio di colori. Da 20 anni, il Pantone Color of the Year influenza lo sviluppo dei prodotti e le decisioni in materia di acquisti in svariati settori, tra cui moda, arredamento di interni, design industriale, imballaggio dei prodotti e graphic design.

Il Pantone Color of the Year

La scelta del colore dell’anno è frutto di un’attenta valutazione e dell’analisi delle tendenze. In effetti, per effettuare tale selezione, ogni anno gli esperti del Pantone Color Institute perlustrano ogni angolo della terra alla ricerca delle nuove influenze in fatto di colore. Parliamo di influssi che possono provenire dagli ambiti più svariati. Quali il mondo dello spettacolo e della produzione cinematografica, le collezioni d’arte itineranti e i nuovi artisti, la moda. Anche tutte le sfere del design, le mete turistiche più gettonate, così come i nuovi stili di vita, di gioco e le condizioni socio-economiche. Le influenze possono derivare anche da nuove tecnologie, materiali, texture ed effetti che hanno un impatto sul colore. Dalle più importanti piattaforme di social media e persino da eventi sportivi che catturano l’attenzione internazionale.

Continua la lettura di Colore Pantone 2019, ora tocca al Living Coral su Verona Settegiorni.

]]>
Consigli per scegliere l’albero di Natale giusto https://veronasettegiorni.it/casa/consigli-per-scegliere-lalbero-di-natale-giusto/ Mon, 10 Dec 2018 11:19:54 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36163 Raffica di consigli per scegliere l’albero di Natale giusto. Secondo la Coldiretti è meglio preventivare l’acquisto dell’albero vero con qualche giorno di anticipo. Per dare modo di adattarsi al nuovo ambiente e distendere bene i rami. In vivaio invece occorre scegliere alberi italiani, che non sono stati trasportati per lunghe distanze con mezzi inquinanti, di […]

Continua la lettura di Consigli per scegliere l’albero di Natale giusto su Verona Settegiorni.

]]>
Raffica di consigli per scegliere l’albero di Natale giusto. Secondo la Coldiretti è meglio preventivare l’acquisto dell’albero vero con qualche giorno di anticipo. Per dare modo di adattarsi al nuovo ambiente e distendere bene i rami. In vivaio invece occorre scegliere alberi italiani, che non sono stati trasportati per lunghe distanze con mezzi inquinanti, di altezza giusta per la casa. Senza andare alla ricerca della pianta perfetta perché ogni esemplare tende ad avere un lato meno ricco di rami nella parte cresciuta verso nord. Ed è bene ricordarsi che, poiché le piante tendono a perdere gli aghi nella parte interna dei rami, sono da scuotere per far cadere quelli secchi per non sporcare la casa.

Altri consigli per scegliere l’albero di Natale

Tra le mura domestiche l’albero vero è da sistemare – continua la Coldiretti – in un luogo luminoso, fresco, lontano da fonti di calore. Come stufe e termosifoni e al riparo da correnti d’aria o folate di vento, per la vicinanza a porte e finestre. Sono inoltre da evitare gli addobbi pesanti per non spezzare i rami ed è bene non spruzzare neve sintetica e spray colorati. Perché l’albero e vivo e respira. La terra nel vaso è da mantenere umida, ma non eccessivamente bagnata, con l’utilizzo di un nebulizzatore, che potrebbe essere applicato anche ai rami in assenza di fili elettrici.

E poi quando arriva il 6 gennaio…

Al termine delle festività, se non ci sono le condizioni per piantare l’albero in giardino, è bene informarsi – conclude la Coldiretti – se ci sono presso il rivenditore, il Comune o il Corpo forestale dello Stato centri di recupero che quando è possibile provvedono ripiantarli in ambienti adatti.

Continua la lettura di Consigli per scegliere l’albero di Natale giusto su Verona Settegiorni.

]]>
Nuova Skoda Scala, arriva la berlina compatta https://veronasettegiorni.it/motori/nuova-skoda-scala-berlina-compatta/ Mon, 10 Dec 2018 11:04:13 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36160 Arriva la nuova Skoda Scala. Forte di una nuova personalità, nuove tecnologie e un nuovo nome, Skoda Scala ridefinisce l’offerta del Marchio boemo tra le auto compatte. La bBerlina compatta 5 porte combina un nuovo linguaggio estetico a un elevato grado di funzionalità e a soluzioni di connettività allo stato dell’arte. Skoda Scala riprende le linee anticipate dal concept VISION RS e sarà lanciata sui […]

Continua la lettura di Nuova Skoda Scala, arriva la berlina compatta su Verona Settegiorni.

]]>
Arriva la nuova Skoda Scala. Forte di una nuova personalità, nuove tecnologie e un nuovo nome, Skoda Scala ridefinisce l’offerta del Marchio boemo tra le auto compatte. La bBerlina compatta 5 porte combina un nuovo linguaggio estetico a un elevato grado di funzionalità e a soluzioni di connettività allo stato dell’arte. Skoda Scala riprende le linee anticipate dal concept VISION RS e sarà lanciata sui mercati internazionali nella prima metà del 2019. Cinque le motorizzazioni disponibile con potenze comprese tra 90 CV (66 kW) e 150 CV (110 kW).

Nuova Skoda Scala e sicurezza

La nuova Skoda Scala offre un elevato livello di sicurezza attiva e passiva, tecnologia LED per i gruppi ottici anteriori e posteriori, un ampio spazio per passeggeri e bagagli e, come da tradizione, svariate soluzioni SimplyClever. Così Bernhard Maier, CEO Skoda: “Con Scala iniziamo un nuovo capitolo nell’offerta Skoda nel segmento di riferimento. È un’auto completamente inedita che stabilisce nuovi punti di riferimento in fatto di tecnologia, sicurezza e design. Scala incarna perfettamente il tipico “smartunderstatement” Skoda e siamo convinti che abbia la possibilità di ridefinire la presenza Skoda sul mercato tra le compatte di segmento C”.

Il riposizionamento di Skoda

Con Scala, Skoda ha ridefinito il proprio posizionamento nel segmento delle compatte. Forte di eccellente connettività con allestimenti e materiali di qualità, la vettura incarna alla perfezione i canoni tipici del Marchio, riassunti al meglio nell’espressione “smartunderstatement”. #scala si rivolge, dunque, anche a un target più giovane, una generazione always online e attenta al design, ma in grado di apprezzare anche i generosi rapporti di spazio di cui Skoda è da sempre sinonimo, il bagagliaio ai vertici del segmento e l’interessante rapporto qualità/prezzo.

Le motorizzazioni

Motori e assetto: tre motorizzazioni benzina TSI 1.0 o 1.5 litri di cilindrata oltre a un 1.6 TDI con una gamma di potenza che spazia da 95 a 150 CV (da 70 a 110 kW). Nel corso del 2019 verrà introdotto il 1.0 G-TEC 90 CV (66 kW), alimentato con il metano ecologico (gas naturale). I cinque motori turbo parchi nei consumi soddisfano, naturalmente, la norma sui gas di scarico Euro 6dTEMP. In opzione è disponibile lo Sport Chassis Control, un assetto variabile con modalità Normal e Sport. Selezionabili attraverso il sistema di infotainment di bordo nel menu Driving Mode Select.

Continua la lettura di Nuova Skoda Scala, arriva la berlina compatta su Verona Settegiorni.

]]>
Nuova Peugeot 508 SW a giugno anche in Italia https://veronasettegiorni.it/motori/nuova-peugeot-508-sw-giugno-italia/ Mon, 10 Dec 2018 10:54:54 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36157 La nuova Peugeot 508 SW punta l’Italia. Dopo la presentazione al Salone dell’Auto di Parigi 2018, è ordinabile da oggi anche nel nostro paese dove sarà in consegna dal mese di giugno 2019. Sarà disponibile una gamma composta da sei allestimenti, con due motorizzazioni benzina PureTech da 1.6 litri di cilindrata e tre Diesel BlueHDi, da 1.5 […]

Continua la lettura di Nuova Peugeot 508 SW a giugno anche in Italia su Verona Settegiorni.

]]>
La nuova Peugeot 508 SW punta l’Italia. Dopo la presentazione al Salone dell’Auto di Parigi 2018, è ordinabile da oggi anche nel nostro paese dove sarà in consegna dal mese di giugno 2019. Sarà disponibile una gamma composta da sei allestimenti, con due motorizzazioni benzina PureTech da 1.6 litri di cilindrata e tre Diesel BlueHDi, da 1.5 litri e 2.0 litri di cilindrata. Tutte le motorizzazioni sono già omologate secondo la norma Euro6.2 ed in linea con il nuovo protocollo di omologazione WLTP.

Nuova Peugeot 508 SW

La gamma italiana della nuova Peugeot 508 SW è declinata in sei diversi allestimenti. E 5 diversi livelli di potenza dei motori, tra benzina e Diesel (180 e 225 CV le motorizzazioni benzina, 130, 160 e 180 le Diesel). I prezzi partono da un listino di ingresso di 31.530 euro della versione Active dotata del BlueHDi 130 con cambio manuale a 6 rapporti ed arrivano ai 51.000 euro della versione a tiratura limitata BlueHDi 180 First Edition. Disponibile in soli 100 esemplari per l’Italia, che si caratterizza per la dotazione completissima ed un livello di personalizzazione ancor più elevato, grazie, soprattutto, alla presenza del rivestimento in legno effetto zebrano del vano di carico e di tante altre particolarità di finitura. Ordinabile già da oggi, le consegne sono previste dal mese di Giugno 2019.

Stile personale per la Nuova Peugeot 508 SW

Con un profilo basso e dinamico che strizza l’occhio al mondo delle shooting brakes, la nuova Peugeot 508 SW si distingue per lo stile personale. E per la ridotta altezza della carrozzeria che le dona un carattere dinamico, esaltato anche dall’assenza delle cornici ai finestrini. Il tutto senza rinunciare alla praticità delle più tradizionali station wagon, in termini di abitabilità, volume ed accessibilità al bagagliaio.

 Peugeot i-Cockpit

Grazie al rivoluzionario Peugeot i-Cockpit di nuova generazione, alle sospensioni posteriori Multi-Link ed alla disponibilità delle sospensioni a smorzamento pilotato, è in grado di offrire una grande esperienza di guida ed è la compagna ideale per i lunghi viaggi. Garantendo un confort eccellente ed uno standard di sicurezza elevatissimo, grazie a sistemi di assistenza attiva alla guida davvero innovativi. Come il sistema Night Vision, inedito nel segmento, che utilizza una telecamera a raggi infrarossi per rilevare la presenza di esser viventi davanti al veicolo di notte o in caso di visibilità ridotta, ben oltre la portata dei fanali.

Dal frontale all’abitacolo

Il frontale, identico a quello della Berlina, può esser dotato di proiettori Full Led con la nuova firma luminosa. Mentre il posteriore si caratterizza per la presenza di gruppi ottici con la stessa tecnologia visibili anche lateralmente. Uniti da un profilo nero a determinare ancor più uno stile distintivo e davvero molto personale. Colpisce poi l’abitacolo, uno degli elementi maggiormente spettacolari dell’auto. Questo, dominato dal Peugeot i-Cockpit contribuisce a trasmettere una sensazione di grande qualità a bordo dell’auto. Grazie anche alla presenza di materiali pregiati quali legno e pelle, sapienti abbinamenti di colore e materiali differenti.

Continua la lettura di Nuova Peugeot 508 SW a giugno anche in Italia su Verona Settegiorni.

]]>
Smog, blocco delle auto e polemica https://veronasettegiorni.it/attualita/smog-blocco-delle-auto-e-polemica/ https://veronasettegiorni.it/attualita/smog-blocco-delle-auto-e-polemica/#respond Mon, 10 Dec 2018 07:15:05 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36152 Smog, blocco delle auto e polemica. Bottacin: “Da alcuni sindaci polemiche disinformate. Regione pilatesca? Falso. Facciamo tutto quel che serve, compresi milioni di finanziamenti”. Trecento milioni “Premesso che il potere di ordinanza è in capo ai Sindaci, e che quindi respingo al mittente l’accusa alla Regione di atteggiamento pilatesco, credo sia bene ricordare a Rucco […]

Continua la lettura di Smog, blocco delle auto e polemica su Verona Settegiorni.

]]>
Smog, blocco delle auto e polemica. Bottacin: “Da alcuni sindaci polemiche disinformate. Regione pilatesca? Falso. Facciamo tutto quel che serve, compresi milioni di finanziamenti”.

Trecento milioni

“Premesso che il potere di ordinanza è in capo ai Sindaci, e che quindi respingo al mittente l’accusa alla Regione di atteggiamento pilatesco, credo sia bene ricordare a Rucco e ad alcuni altri Sindaci che stanno polemizzando, che la Regione ha fatto, e sta facendo, tutto quanto le compete, compresi i sostegni concreti che, nel settore del risanamento dell’aria, sono stati di 300 milioni solo negli ultimi anni, ai quali vanno aggiunti i contributi ai cittadini per la rottamazione delle vecchie stufe, delle auto più inquinanti, e dei veicoli commerciali”. Con queste parole, l’Assessore all’Ambiente della Regione Veneto, Gianpaolo Bottacin, risponde alle polemiche di queste ore sul blocco delle auto in alcuni territori del Veneto.

Occorre valutare singolarmente

“La Regione fa tutto quel che deve fare – aggiunge Bottacin – anche dare ai Sindaci tutti i datti aggiornati e tempestivi tramite Arpav, nella convinzione che vengano valutati con la massima attenzione per poi emettere le ordinanze sulla base del reale inquinamento presente sul territorio di loro competenza. Di certo, però, non ha alcun senso chiedere che si realizzi una sorta di ordinanza su vasta scala territoriale, perché non sarebbe intelligente creare problemi ai cittadini laddove l’inquinamento non c’è, basti pensare, per capirlo, a Belluno, città capoluogo che per la sua collocazione in zona montana questi problemi non li ha”.

Dove intervenire

“Dicono – aggiunge Bottacin – che l’aria non ha confini, ma anche questo è uno slogan, perché in realtà, invece, si deve intervenire dove l’emissione c’è e crea inquinamento. Dove non ci sono né l’emissione, né l’inquinamento, non ha senso”.

Percentuali

“Non dimentichiamoci mai – precisa l’Assessore – che gli esperti ci dicono che il trasporto incide solo per il 18% dell’inquinamento e se si attuano i blocchi come hanno fatto alcuni Comuni l’anno scorso, la riduzione si ridurrebbe del 2%”.

La Regione è presente

“Ricordo infine al Sindaco Rucco – conclude Bottacin – che i suoi cittadini sanno per fortuna bene che la Regione c’è, al punto che hanno presentato molte domande per la rottamazione delle vecchie stufe e delle auto più vecchie, tutte finanziate”.

Continua la lettura di Smog, blocco delle auto e polemica su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/smog-blocco-delle-auto-e-polemica/feed/ 0
Inseguimento per le vie di Parona, arrestato un pregiudicato https://veronasettegiorni.it/cronaca/inseguimento-per-le-vie-di-parona-arrestato-un-pregiudicato/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/inseguimento-per-le-vie-di-parona-arrestato-un-pregiudicato/#respond Sun, 09 Dec 2018 17:07:04 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36149 Durante l’ordinaria attività di prevenzione dei reati in Via Ca’ di Cozzi, una pattuglia del Repart Prevenzione Crimine “Veneto”, con il sistema elettronico di rilevamento targhe “Mercurio”, ha intercettato una Citroen C3 segnalata in banca dati come rubata lo scorso 12 novembre a San Martino Buon Alberto. Inseguimento per le vie di Parona Gli agenti, […]

Continua la lettura di Inseguimento per le vie di Parona, arrestato un pregiudicato su Verona Settegiorni.

]]>
Durante l’ordinaria attività di prevenzione dei reati in Via Ca’ di Cozzi, una pattuglia del Repart Prevenzione Crimine “Veneto”, con il sistema elettronico di rilevamento targhe “Mercurio”, ha intercettato una Citroen C3 segnalata in banca dati come rubata lo scorso 12 novembre a San Martino Buon Alberto.

Inseguimento per le vie di Parona

Gli agenti, a questo punto, dopo aver ripetutamente intimato l’alt, si sono messi all’inseguimento dell’auto che, nel frattempo, aveva aumentato la velocità. La fuga è terminata in Via dei Monti, dove i due occupanti si sono dati alla fuga in direzione opposta, nei vigneti adiacenti. Uno dei due, poi identificato per Sefgjini Gjok, è stato bloccato dopo una lunga corsa nei campi ma prima, per sottrarsi alla cattura, si era scagliato contro gli operatori con calci e pugni tanto da causare ad uno di loro una ferita alla mano con due giorni di prognosi.

Arrestato un albanese

L’albanese, ventitreenne e già gravato da precedenti per reati specifici contro il patrimonio, è stato dunque arrestato per lesioni finalizzate alla resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per il reato di ricettazione. Continuano le indagini per l’individuazione del secondo uomo che è riuscito a far perdere le proprie tracce. Trattenuto, su disposizione del Pubblico Ministero, presso le camere di sicurezza della Questura, in attesa del rito direttissimo, lo straniero è comparso questa mattina davanti al giudice che, dopo la convalida dell’arresto, ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari a Lodi, città dove è domiciliato, in attesa del rinvio dell’udienza fissata per il 10 gennaio 2019.

Continua la lettura di Inseguimento per le vie di Parona, arrestato un pregiudicato su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/inseguimento-per-le-vie-di-parona-arrestato-un-pregiudicato/feed/ 0
Tentato furto al supermercato, un 44enne in manette https://veronasettegiorni.it/cronaca/tentato-furto-al-supermercato-un-44enne-in-manette/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/tentato-furto-al-supermercato-un-44enne-in-manette/#respond Sun, 09 Dec 2018 15:52:44 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36146 Si era organizzato di tutto punto, il rumeno classe ’74 arrestato ieri pomeriggio dai carabinieri del norm di Verona per furto aggravato all’Esselunga di via Fincato. Tentato furto in un supermercato di via Fincato L’uomo, pluripregiudicato, si era infatti recato al supermercato con uno zainetto vuoto ed in compagnia di un connazionale: trattenutisi per una […]

Continua la lettura di Tentato furto al supermercato, un 44enne in manette su Verona Settegiorni.

]]>
Si era organizzato di tutto punto, il rumeno classe ’74 arrestato ieri pomeriggio dai carabinieri del norm di Verona per furto aggravato all’Esselunga di via Fincato.

Tentato furto in un supermercato di via Fincato

L’uomo, pluripregiudicato, si era infatti recato al supermercato con uno zainetto vuoto ed in compagnia di un connazionale: trattenutisi per una decina di minuti tra gli scaffali dei vini, i due si sono poi separati e recati in due casse differenti, pagando uno un paio di bottiglie di birra , e l’altro una cassa di Tavernello.

Notato dagli addetti alla sicurezza

Peccato che gli addetti alla sicurezza avessero notato che lo zainetto di uno dei due era vuoto all’ingresso, e sembrava ben pieno all’uscita: hanno così pensato di fermare il non troppo furbo rumeno e chiamare il 112. Immediato l’intervento della pattuglia che ha operato una perquisizione personale nei confronti del sospettato: ed infatti, nello zaino l’uomo aveva nascosto ben tre bottiglie di liquore, “Vecchia Romagna” per l’esattezza, dal valore complessivo di circa 80€.

Arrestato dai carabinieri

Aveva rotto e lasciato negli scaffali le scatole contenenti il liquore, per provare a passare indisturbato ai varchi d’uscita: ma per fortuna l’occhio attento dei negozianti e l’immediato intervento dei Carabinieri hanno impedito il compiersi del furto. Questa mattina l’arrestato comparirà dinanzi al giudice per la celebrazione del rito direttissimo.

Continua la lettura di Tentato furto al supermercato, un 44enne in manette su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/tentato-furto-al-supermercato-un-44enne-in-manette/feed/ 0
Minacce col coltello e sassate al locale, arrestato un uomo a San Bonifacio https://veronasettegiorni.it/cronaca/minacce-col-coltello-e-sassate-al-locale-arrestato-un-uomo-a-san-bonifacio/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/minacce-col-coltello-e-sassate-al-locale-arrestato-un-uomo-a-san-bonifacio/#respond Sun, 09 Dec 2018 15:21:54 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36143 Venerdì, alle prime ore del mattino, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione di San Giovanni Ilarione hanno tratto in arresto E.C.F., cittadino marocchino classe ‘84, con precedenti di polizia, senza fissa dimora ed irregolare sul territorio italiano, per aver commesso i reati di minaccia aggravata, resistenza e violenza ad un Pubblico Ufficiale e lesioni […]

Continua la lettura di Minacce col coltello e sassate al locale, arrestato un uomo a San Bonifacio su Verona Settegiorni.

]]>
Venerdì, alle prime ore del mattino, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione di San Giovanni Ilarione hanno tratto in arresto E.C.F., cittadino marocchino classe ‘84, con precedenti di polizia, senza fissa dimora ed irregolare sul territorio italiano, per aver commesso i reati di minaccia aggravata, resistenza e violenza ad un Pubblico Ufficiale e lesioni personali.

Tutto nato per un ingresso vietato

Tutto è iniziato intorno alle 01.30 circa quando un gruppo di 3 giovani marocchini, tra cui l’arrestato, hanno tentato di avere accesso in un locale, solitamente frequentato da magrebini. Considerato il loro evidente stato di alterazione da abuso di sostanze alcoliche, il personale posto all’ingresso del locale ha vietato loro l’accesso. Tale diniego ha fatto sì che i tre dessero in escandescenza e che iniziassero a minacciare con un coltello a serramanico l’addetto del locale.

L’arrivo dei carabinieri

Chiamato il 112, gli uomini dell’Arma sono intervenuti immediatamente nonostante i tre si fossero già dileguati. Ma proprio mentre i Carabinieri erano sul luogo a raccogliere elementi utili al rintraccio, i tre sono riapparsi dall’oscurità, dando inizio ad una sassaiola verso le vetrate del locale. Uno dei sassi ha colpito, seppur in maniera lieve, uno dei militari.

Uno dei tre finito in manette

Quindi, scattate le ricerche dei tre che nel frattempo si erano dati nuovamente alla fuga sfruttando l’oscurità, alle 02.50 circa, è stato rintracciato nei pressi del locale proprio il E.C.F.. Questi, alla vista dei Carabinieri, ha reagito immediatamente minacciandoli verbalmente ed avviando una colluttazione, prima di essere immobilizzato e portato nella caserma dell’Arma di San Bonifacio. Nel corso della perquisizione personale, inoltre, è stato rinvenuto un coltello a serramanico della lunghezza di 15 cm.

Convalida dell’arresto

Dichiarato in arresto, lo straniero ha trascorso 2 notti nelle camere di sicurezza e stamattina è stato accompagnato dinnanzi al Giudice del Tribunale di Verona che, dopo aver convalidato l’arresto, ha concesso i termini a difesa disponendo la custodia in carcere del soggetto.

Continua la lettura di Minacce col coltello e sassate al locale, arrestato un uomo a San Bonifacio su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/minacce-col-coltello-e-sassate-al-locale-arrestato-un-uomo-a-san-bonifacio/feed/ 0
Immersione fatale per un sub, muore un 55enne sul Garda https://veronasettegiorni.it/cronaca/immersione-fatale-per-un-sub-muore-un-55enne-sul-garda/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/immersione-fatale-per-un-sub-muore-un-55enne-sul-garda/#respond Sun, 09 Dec 2018 13:13:15 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36140 Stava effettuando un’immersione a carattere sportivo sul lago di Garda quando qualcosa è andato storto. Muore un sub a Torri del Benaco Un sub di 55 anni è deceduto quest’oggi, intorno alle 12.00, a Torri del Benaco dopo essersi immerso nelle acque del lago di Garda. Possibile che l’uomo abbia avvertito un malore mentre si […]

Continua la lettura di Immersione fatale per un sub, muore un 55enne sul Garda su Verona Settegiorni.

]]>
Stava effettuando un’immersione a carattere sportivo sul lago di Garda quando qualcosa è andato storto.

Muore un sub a Torri del Benaco

Un sub di 55 anni è deceduto quest’oggi, intorno alle 12.00, a Torri del Benaco dopo essersi immerso nelle acque del lago di Garda. Possibile che l’uomo abbia avvertito un malore mentre si trovava sott’acqua.

Inutili i soccorsi

A nulla è servito l’intervento dei soccorritori, giunti sul posto con un’ambulanza e l’elisoccorso proveniente da Trento. Dopo aver tentato di rianimarlo, i medici non hanno potuto fare altro che dichiararne il decesso.

Continua la lettura di Immersione fatale per un sub, muore un 55enne sul Garda su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/immersione-fatale-per-un-sub-muore-un-55enne-sul-garda/feed/ 0
Auto investe tre pedoni, una dodicenne è gravissima https://veronasettegiorni.it/cronaca/auto-investe-tre-pedoni-una-dodicenne-e-gravissima/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/auto-investe-tre-pedoni-una-dodicenne-e-gravissima/#respond Sun, 09 Dec 2018 12:22:19 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36137 Nuovo gravissimo incidente avvenuto in questo fine settimana sulle strade veronesi. Tre pedoni investiti a Legnago Questa mattina, domenica 9 dicembre, intorno alle 11.20, un’auto ha investito tre pedoni che stavano attraversando la strada a Legnago. Grave una dodicenne A seguito dell’impatto una ragazzina di 12 anni ha riportato gravi ferite ed è stato necessario […]

Continua la lettura di Auto investe tre pedoni, una dodicenne è gravissima su Verona Settegiorni.

]]>
Nuovo gravissimo incidente avvenuto in questo fine settimana sulle strade veronesi.

Tre pedoni investiti a Legnago

Questa mattina, domenica 9 dicembre, intorno alle 11.20, un’auto ha investito tre pedoni che stavano attraversando la strada a Legnago.

Grave una dodicenne

A seguito dell’impatto una ragazzina di 12 anni ha riportato gravi ferite ed è stato necessario l’intervento dell’elisoccorso di Verona Emergenza che ha trasportato la 12enne al Polo Confortini di Verona in codice rosso.

Feriti il fratellino e la madre

La madre e il fratellino, invece, hanno riportato conseguenze meno gravi e sono state trasportate all’ospedale di Legnago. Sul posto i sanitari del 118 sono intervenuti con due ambulanze e un’automedica.

Continua la lettura di Auto investe tre pedoni, una dodicenne è gravissima su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/auto-investe-tre-pedoni-una-dodicenne-e-gravissima/feed/ 0
Nottata di incidenti, anche a Domegliara un’auto esce di strada https://veronasettegiorni.it/cronaca/incidente-domegliara-un-ferito-9-dicembre-2018/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/incidente-domegliara-un-ferito-9-dicembre-2018/#respond Sun, 09 Dec 2018 09:09:52 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36135 Nottata di incidenti in provincia di Verona. Dopo lo scontro tra auto e scooter avvenuto a Dossobuono e l’uscita di strada di una vettura a Bussolengo, anche a Domegliara una persona è rimasta ferita dopo aver perso il controllo della propria vettura. Incidente a Domegliara L’incidente è avvenuto questa notte, intorno alle 2.25, a Domegliara, […]

Continua la lettura di Nottata di incidenti, anche a Domegliara un’auto esce di strada su Verona Settegiorni.

]]>
Nottata di incidenti in provincia di Verona. Dopo lo scontro tra auto e scooter avvenuto a Dossobuono e l’uscita di strada di una vettura a Bussolengo, anche a Domegliara una persona è rimasta ferita dopo aver perso il controllo della propria vettura.

Incidente a Domegliara

L’incidente è avvenuto questa notte, intorno alle 2.25, a Domegliara, in via Casetta, e ha visto coinvolta una sola vettura che è uscita di strada autonomamente per cause ancora in corso di accertamento.

Un ferito

L’automobilista è rimasto ferito ed è stato soccorso dai sanitari del 118, giunti sul luogo dell’incidente con un’ambulanza. Il ferito è stato trasportato all’ospedale di Negrar in codice giallo.

 

LEGGI ANCHE: Incidente tra auto e scooter a Dossobuono, una persona ferita

LEGGI ANCHE: Auto sbanda ed esce di strada, un ferito a Bussolengo

Continua la lettura di Nottata di incidenti, anche a Domegliara un’auto esce di strada su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/incidente-domegliara-un-ferito-9-dicembre-2018/feed/ 0
Auto sbanda ed esce di strada, un ferito a Bussolengo https://veronasettegiorni.it/cronaca/auto-sbanda-ed-esce-di-strada-un-ferito-a-bussolengo/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/auto-sbanda-ed-esce-di-strada-un-ferito-a-bussolengo/#respond Sun, 09 Dec 2018 08:20:58 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36133 Nottata di incidenti in provincia di Verona. Dopo lo scontro tra scooter e moto a Dossobuono e lo schianto avvenuto a Domegliara, anche a Bussolengo un’auto è uscita di strada. L’incidente a Bussolengo Intorno alle 2.50, infatti, un’automobile, per cause ancora in corso di accertamento, è uscita di strada autonomamente mentre stava percorrendo la strada […]

Continua la lettura di Auto sbanda ed esce di strada, un ferito a Bussolengo su Verona Settegiorni.

]]>
Nottata di incidenti in provincia di Verona. Dopo lo scontro tra scooter e moto a Dossobuono e lo schianto avvenuto a Domegliara, anche a Bussolengo un’auto è uscita di strada.

L’incidente a Bussolengo

Intorno alle 2.50, infatti, un’automobile, per cause ancora in corso di accertamento, è uscita di strada autonomamente mentre stava percorrendo la strada regionale 11, all’altezza dell’incrocio con via Molinara.

Una persona ferita

La persona alla guida è rimasta ferita ed è stata soccorsa dai sanitari del 118, giunti sul posto con un’ambulanza e un’auto medica, ed è stata trasportata all’ospedale Borgo Trento di Verona in codice giallo.

LEGGI  ANCHE: Incidente tra auto e scooter a Dossobuono, una persona ferita

Continua la lettura di Auto sbanda ed esce di strada, un ferito a Bussolengo su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/auto-sbanda-ed-esce-di-strada-un-ferito-a-bussolengo/feed/ 0
Incidente tra auto e scooter a Dossobuono, una persona ferita https://veronasettegiorni.it/cronaca/incidente-auto-scooter-dossobuono-un-ferito-9-dicembre-2018/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/incidente-auto-scooter-dossobuono-un-ferito-9-dicembre-2018/#respond Sun, 09 Dec 2018 08:02:07 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36130 Dopo il terribile incidente avvenuto ieri a Valeggio, nel quale ha perso la vita un giovane di Povegliano, ancora un incidente che ha visto coinvolte un’auto e una moto in provincia di Verona. Auto contro scooter Questa notte, infatti, intorno alle 02.45, si è verificato un incidente che ha visto coinvolte una vettura e uno […]

Continua la lettura di Incidente tra auto e scooter a Dossobuono, una persona ferita su Verona Settegiorni.

]]>
Dopo il terribile incidente avvenuto ieri a Valeggio, nel quale ha perso la vita un giovane di Povegliano, ancora un incidente che ha visto coinvolte un’auto e una moto in provincia di Verona.

Auto contro scooter

Questa notte, infatti, intorno alle 02.45, si è verificato un incidente che ha visto coinvolte una vettura e uno scooter in via Cavour a Dossobuono di Villafranca.

Un ferito

La persona alla guida del motociclo è rimasta ferita ed è stata soccorsa dai sanitari del 118, giunti sul luogo dell’incidente con un’ambulanza e un’auto medica. Il ferito è stato trasportato all’ospedale Borgo Trento di Verona in codice giallo.

LEGGI ANCHE: Centauro morto a Valeggio, è un giovane di Povegliano FOTO e VIDEO

Continua la lettura di Incidente tra auto e scooter a Dossobuono, una persona ferita su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/incidente-auto-scooter-dossobuono-un-ferito-9-dicembre-2018/feed/ 0
Pedone investito a Tregnago, è grave https://veronasettegiorni.it/cronaca/pedone-investito-tregnago-grave-9-dicembre-2018/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/pedone-investito-tregnago-grave-9-dicembre-2018/#respond Sun, 09 Dec 2018 07:40:35 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36126 Una serata da dimenticare quella di ieri a Tregnago. Proprio in pieno centro, infatti, un pedone è stato investito da un’automobile. Pedone investito a Tregnago Erano le 19.25 circa di ieri, sabato 8 dicembre, quando un pedone è stato falciato mentre stava attraversando la centralissima via Vittorio Veneto, a Tregnago. Codice rosso Il 48enne è […]

Continua la lettura di Pedone investito a Tregnago, è grave su Verona Settegiorni.

]]>
Una serata da dimenticare quella di ieri a Tregnago. Proprio in pieno centro, infatti, un pedone è stato investito da un’automobile.

Pedone investito a Tregnago

Erano le 19.25 circa di ieri, sabato 8 dicembre, quando un pedone è stato falciato mentre stava attraversando la centralissima via Vittorio Veneto, a Tregnago.

Codice rosso

Il 48enne è rimasto ferito gravemente ed è stato soccorso dai sanitari del 118 giunti sul posto con l’ambulanza e un’auto medica. L’uomo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Borgo Trento di Verona. La prognosi è riservata.

Continua la lettura di Pedone investito a Tregnago, è grave su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/pedone-investito-tregnago-grave-9-dicembre-2018/feed/ 0
Colognola ai Colli, acceso l’albero di Natale della casa di riposo VIDEO https://veronasettegiorni.it/attualita/colognola-ai-colli-sindaco-accende-albero-natale-casa-riposo/ https://veronasettegiorni.it/attualita/colognola-ai-colli-sindaco-accende-albero-natale-casa-riposo/#respond Sat, 08 Dec 2018 17:32:24 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36122 Il sindaco di Colognola Claudio Carcererei De Prati ha acceso l’albero di Natale della casa di riposo della Fondazione Marangoni con il Coro di San Zeno. Tra vin brûlé e pandoro, l’amministrazione ha consegnato agli anziani dei pensieri di Natale realizzati dalle ragazze disabili dell’istituto Gresner.

Continua la lettura di Colognola ai Colli, acceso l’albero di Natale della casa di riposo VIDEO su Verona Settegiorni.

]]>

Il sindaco di Colognola Claudio Carcererei De Prati ha acceso l’albero di Natale della casa di riposo della Fondazione Marangoni con il Coro di San Zeno. Tra vin brûlé e pandoro, l’amministrazione ha consegnato agli anziani dei pensieri di Natale realizzati dalle ragazze disabili dell’istituto Gresner.

Continua la lettura di Colognola ai Colli, acceso l’albero di Natale della casa di riposo VIDEO su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/colognola-ai-colli-sindaco-accende-albero-natale-casa-riposo/feed/ 0
Ricerca, da Verona una speranza per la lotta ai tumori https://veronasettegiorni.it/attualita/ricerca-da-verona-una-speranza-per-la-lotta-ai-tumori/ https://veronasettegiorni.it/attualita/ricerca-da-verona-una-speranza-per-la-lotta-ai-tumori/#respond Sat, 08 Dec 2018 16:11:49 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36119 “Ci sono malattie contro le quali non si finisce mai di combattere. Tumori e celiachia sono tra queste e, pur se con caratteristiche molto diverse, condizionano pesantemente la salute e la vita dei malati. Che nello stesso giorno due università venete annuncino di aver fatto importanti passi avanti è motivo di grande orgoglio”. Lo dice […]

Continua la lettura di Ricerca, da Verona una speranza per la lotta ai tumori su Verona Settegiorni.

]]>
“Ci sono malattie contro le quali non si finisce mai di combattere. Tumori e celiachia sono tra queste e, pur se con caratteristiche molto diverse, condizionano pesantemente la salute e la vita dei malati. Che nello stesso giorno due università venete annuncino di aver fatto importanti passi avanti è motivo di grande orgoglio”. Lo dice il Presidente della Regione, Luca Zaia, alla luce delle notizie che provengono dagli Atenei di Verona e Padova in materia di ricerca scientifica nella lotta al tumore e alla celiachia.

Un’importante ricerca che proviene da Verona

A Verona, un team dell’università scaligera, coordinato dall’immunologo Vincenzo Bronte, docente del dipartimento di Medicina, ha identificato una molecola che ostacola l’efficacia delle terapie per la cura dei tumori e lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Nature Communications, può aprire nuove frontiere nella lotta al cancro. A Padova, un team di ricercatori universitari, guidato dal Dott. Giorgio Cozza del Dipartimento di Medicina Molecolare, ha scoperto una molecola chimica, l’Ivacaftor, in grado di prevenire e problemi intestinali provocati dalla celiachia.

La soddisfazione di Zaia

“Con queste nuove scoperte – dice Zaia – le Università di Padova e Verona confermano di essere entrambe proiettate nella sanità del terzo millennio, e di costituire grandi punti di riferimento per la medicina non solo veneta, ma nazionale e internazionale. A questi bravi ricercatori – conclude il Governatore – esprimo il mio personale ringraziamento ma, prima di tutto, quello dei tanti malati che, ce lo auguriamo tutti, potranno ricevere nuove cure e benefici dal loro difficile lavoro”.

Continua la lettura di Ricerca, da Verona una speranza per la lotta ai tumori su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/ricerca-da-verona-una-speranza-per-la-lotta-ai-tumori/feed/ 0
Centauro morto a Valeggio, è un giovane di Povegliano FOTO e VIDEO https://veronasettegiorni.it/cronaca/centauro-morto-a-valeggio-e-un-giovane-di-povegliano-foto-e-video/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/centauro-morto-a-valeggio-e-un-giovane-di-povegliano-foto-e-video/#respond Sat, 08 Dec 2018 12:02:17 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36101 Un sabato di festa soleggiato, perfetto per un giro in moto, si è tramutato in una nuova tragedia della strada. Centauro morto a Valeggio Questa mattina, infatti, si è verificato un drammatico incidente sulla strada provinciale 24, che collega Villafranca a Valeggio sul Mincio, all’altezza della località Casa Bodron. La dinamica Un 23enne ha perso […]

Continua la lettura di Centauro morto a Valeggio, è un giovane di Povegliano FOTO e VIDEO su Verona Settegiorni.

]]>

Un sabato di festa soleggiato, perfetto per un giro in moto, si è tramutato in una nuova tragedia della strada.

Centauro morto a Valeggio

Questa mattina, infatti, si è verificato un drammatico incidente sulla strada provinciale 24, che collega Villafranca a Valeggio sul Mincio, all’altezza della località Casa Bodron.

La dinamica

Un 23enne ha perso il controllo della propria moto mentre stava effettuando un sorpasso. Il mezzo è scivolato lungo il bordo strada mentre il corpo del giovane è finito nella corsia opposta andando a sbattere violentemente contro una vettura, un Fiat Sedici, che stava sopraggiungendo proprio in quel momento.

Centauro morto a Valeggio, è un giovane di Povegliano FOTO e VIDEO

 

A perdere la vita un ragazzo residente a Povegliano

L’impatto non ha lasciato scampo al centauro, E.R., residente a Povegliano, il quale è morto sul colpo. La persona alla guida della vettura coinvolta nell’incidente e il passeggero non hanno riportato gravi ferite ma sono stati portati all’ospedale di Villafranca sotto shock.

LEGGI ANCHE: “Drammatico incidente a Valeggio, un morto e due feriti”

Continua la lettura di Centauro morto a Valeggio, è un giovane di Povegliano FOTO e VIDEO su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/centauro-morto-a-valeggio-e-un-giovane-di-povegliano-foto-e-video/feed/ 0
Drammatico incidente a Valeggio, un morto e due feriti https://veronasettegiorni.it/cronaca/drammatico-incidente-a-valeggio-un-morto-e-due-feriti/ https://veronasettegiorni.it/cronaca/drammatico-incidente-a-valeggio-un-morto-e-due-feriti/#respond Sat, 08 Dec 2018 10:29:20 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36096 Drammatico incidente avvenuto questa mattina a Valeggio sul Mincio. Incidente mortale Erano le 10.10 circa di oggi, sabato 8 dicembre, quando una moto e un’auto sono entrate in collisione a Valeggio sul Mincio, precisamente in località Bodron. A seguito del violento impatto il motociclista ha perso la vita. Nello scontro sono rimaste ferite altre due […]

Continua la lettura di Drammatico incidente a Valeggio, un morto e due feriti su Verona Settegiorni.

]]>
Drammatico incidente avvenuto questa mattina a Valeggio sul Mincio.

Incidente mortale

Erano le 10.10 circa di oggi, sabato 8 dicembre, quando una moto e un’auto sono entrate in collisione a Valeggio sul Mincio, precisamente in località Bodron. A seguito del violento impatto il motociclista ha perso la vita. Nello scontro sono rimaste ferite altre due persone.

I soccorsi

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 giunti un’ambulanza e l’elisoccorso di Verona emergenza. I due feriti sono stati trasportati all’ospedale di Villafranca in codice verde. Intervenuta anche una pattuglia dei carabinieri per ricostruire la dinamica.

Continua la lettura di Drammatico incidente a Valeggio, un morto e due feriti su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/cronaca/drammatico-incidente-a-valeggio-un-morto-e-due-feriti/feed/ 0
A Verona i presepi dei ragazzi con materiale riciclato: oggi le premiazioni https://veronasettegiorni.it/attualita/presepi-materiale-riciclato-verona-scuole-8-dicembre-2018/ https://veronasettegiorni.it/attualita/presepi-materiale-riciclato-verona-scuole-8-dicembre-2018/#respond Sat, 08 Dec 2018 10:03:37 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36092 Presepi con materiale riciclato. Amia ripropone anche quest’anno il tradizionale concorso che ha lo scopo di diffondere fra i bambini una buona educazione civica ed ecologica e di coinvolgerli nelle tematiche del riciclo e dell’ambiente. In concreto, consente ai ragazzi delle diverse scuole, di vario ordine e grado di Verona e della provincia, di creare […]

Continua la lettura di A Verona i presepi dei ragazzi con materiale riciclato: oggi le premiazioni su Verona Settegiorni.

]]>
Presepi con materiale riciclato. Amia ripropone anche quest’anno il tradizionale concorso che ha lo scopo di diffondere fra i bambini una buona educazione civica ed ecologica e di coinvolgerli nelle tematiche del riciclo e dell’ambiente. In concreto, consente ai ragazzi delle diverse scuole, di vario ordine e grado di Verona e della provincia, di creare vere e proprie opere d’arte, utilizzando oggetti e materiali destinati, altrimenti, al bidone della spazzatura. Da sottolineare la varietà dei materiali utilizzati: pezzi di biciclette, gusci di noci, tappi in sughero, polistirolo, stoffe pregiate, lattine vuote, pezzi di compensato. Vengono riutilizzati, riproposti, assemblati grazie proprio alla fantasia e alla creatività dei bambini e dei loro insegnanti.

La mostra

La mostra, voluta fortemente da Amia, Comune di Verona Ambiente, Consorzio di Bacino VR2 e Consorzio di Bacino Verona Nord ha aperto i battenti ieri, 7 dicembre, e si concluderà il 26. Naturalmente, accesso gratuito per ammirare tutti e 383 i presepi, di cui 110 arrivano dalla città e 273 dalla provincia. Anche quest’anno la rassegna sarà ospitata nella Loggia di Frà Giocondo in piazza dei Signori con l’aggiunta di una nuova sede espositiva riservata esclusivamente ai Presepi vincitori delle passate edizioni nella Galleria Giustizia Vecchia in piazza S. Zeno. Le premiazioni avverranno oggi, sabato 8 dicembre alle ore 15.30 nella Basilica di San Zeno in piazza San Zeno a Verona e ci sarà un premio speciale della Coldiretti che ha voluto dare il proprio contributo a questa splendida iniziativa. A seguire si terrà il Concerto del Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano, diretto da Sabrina Simonini.

“Natale per recuperare il valore antico e autentico delle cose”

“Il Natale è un occasione da non perdere per recuperare il valore antico e autentico delle cose – afferma il presidente Bruno Tacchella – perciò anche quest’anno abbiamo voluto riproporre questo evento che torna ad esibire le splendide opere, simbolo del Natale, all’insegna del rispetto per l’ambiente e dell’impegno condiviso.  Tengo a sottolineare che quella del Presepe è una tradizione natalizia genuinamente italiana, profondamente radicata nel nostro paese: la iniziò uno degli italiani illustri, il più amato al mondo, San Francesco d’Assisi. E specialmente questa mostra coniuga sapientemente le nostre origini cristiane con la sensibilità sempre maggiore nei confronti dell’ambiente, proprio attraverso un uso corretto e razionale del rifiuto. Colgo l’occasione per ringraziare bambini, insegnanti, collaboratori e tutti coloro che come noi vogliono diffondere un po’ di energia positiva. Buon Natale a tutti!”

Sboarina: “Il presepe è uno dei simboli della nostra cultura”

“Il presepe non è solo la rappresentazione del Natale, ma è anche uno dei simboli della nostra cultura e della tradizione italiana – spiega il sindaco Federico Sboarina -. Ecco perché Verona, oltre ad ospitare ogni anno centinaia di Natività provenienti da tutto il mondo, in una rassegna che richiama migliaia di visitatori, riserva uno spazio importante alle opere realizzate dagli studenti di città e provincia. Un progetto che punta a valorizzare la creatività dei bambini, sensibilizzandoli allo stesso tempo su tematiche importanti. I presepi in mostra sono, infatti, autentiche opere d’arte che, in più, racchiudono l’eccezionale valore educativo di essere realizzate con materiali riciclati. Ringrazio Amia che, attraverso questa iniziativa, aggiunge un’importante tassello all’attività di educazione ambientale che viene fatta nelle scuole”.

Segala: “Scuole veronesi coinvolte in laboratori e attività per mostrare come si possano riutilizzare con fantasia i materiali riciclati”

“Durante tutto l’anno, grazie anche al nostro Centro per il riuso creativo – ha detto l’assessore all’Ambiente Ilaria Segala – coinvolgiamo le scuole veronesi in laboratori e attività per mostrare come si possano riutilizzare con fantasia i materiali riciclati. Rispetto dell’ambiente, sviluppo di coscienza ecologica e salvaguardia della natura sono alcuni dei temi che come amministrazione comunale stiamo portando avanti assieme agli alunni. Se a questi messaggi aggiungiamo i valori espressi dalla Natività, nascono presepi bellissimi frutto dell’inventiva e del grande lavoro dei bambini che trovano la loro perfetta collocazione nella loggia di Fra Giocondo”.

Tabarelli: “Regalano grande ottimismo per il futuro”

“Questa XIX edizione del concorso è la mia prima da Presidente e devo ammettere che è un appuntamento particolarmente emozionante; – dichiara Cristiano Tabarelli, Presidente del Consorzio di Bacino Verona Due del Quadrilatero – tutti questi bambini e ragazzi che durante l’anno scolastico hanno lavorato e collaborato per interpretare la Natività nel rispetto dell’ambiente, riutilizzando materiali di scarto, oggi sono qui festosi per veder riconosciuta la loro creatività. A noi regalano grande ottimismo nel futuro, noi doniamo loro attenzione: venite a visitare la mostra, ad ingresso gratuito, fino al 26 dicembre!”

Mazzi: “L’estro di questi ragazzi è stupefacente”

“L’estro di questi ragazzi, supportato dal lavoro degli insegnanti, è davvero stupefacente e non c’è a Verona, a parer mio, un’occasione altrettanto piacevole e carica di valori cristiani e civici per augurarvi Buon Natale e Buone Feste in Famiglia – dice Gianluigi Mazzi, Presidente del Consiglio di Bacino Verona Nord – perciò, venendo a Verona per i Mercatini di Natale, non mancate di visitare l’esposizione delle opere creative realizzate con materiali di scarto dai bambini delle Scuole del centro e della Provincia: sapranno trasmettervi il vero spirito del Natale.”

Alfeo: “Nostro obiettivo è promuovere comportamenti corretti e responsabili”

“Sensibilizzare i giovanissimi sulle tematiche ambientali – ribadisce il direttore di Amia Maurizio Alfeo – e promuovere comportamenti corretti e responsabili in tal senso è una delle priorità della nostra azienda. Per questo, anche quest’anno riproponiamo una delle manifestazioni a richiamo ecologico più grandi di Verona e provincia. ‘Presepi e Paesaggi in materiale riciclato’ non può non essere promossa e sostenuta, perché associa naturalmente arte, studio e ambiente. Con un risultato direi magnifico. Basta guardare i Presepi esposti, tanto sono belli …. E sostenibili. Natale è per me una festa importante perché unisce tutte le persone, ed è il momento per riunirsi con le proprie famiglie e per essere più buoni. Auguro a tutti un Natale Bello, Buono e Utile per aiutare tutti, specialmente chi è in difficoltà.”

Pandian: “Ridurre, riutilizzare, riparare e riciclare”

“Ridurre, riutilizzare, riparare e riciclare sono, al contempo, le parole chiave delle iniziative di educazione ambientale che portiamo nelle classi delle scuole veronesi nel corso dell’anno scolastico e quelle di questo concorso – racconta Thomas Pandian, Direttore Generale del Consorzio di Bacino Verona Due del Quadrilatero – perché racchiudono in sé un potenziale creativo ed educativo enorme: le cose gettate, apparentemente prive di valore, possono essere riutilizzate, riproposte, assemblate grazie alla fantasia e all’attenzione per l’ambiente.”

 

Continua la lettura di A Verona i presepi dei ragazzi con materiale riciclato: oggi le premiazioni su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/presepi-materiale-riciclato-verona-scuole-8-dicembre-2018/feed/ 0
Cantina di Soave: 70 milioni di euro distribuiti ai soci https://veronasettegiorni.it/attualita/cantina-di-soave-70-milioni-di-euro-distribuiti-ai-soci/ https://veronasettegiorni.it/attualita/cantina-di-soave-70-milioni-di-euro-distribuiti-ai-soci/#respond Sat, 08 Dec 2018 09:32:15 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36089 Unanime approvazione del bilancio d’esercizio 2017/2018 nel corso dell’ultima assemblea dei soci che si è tenuta a Rocca Sveva venerdì 9 novembre, durante la quale è stato anche eletto il nuovo Presidente. Attilio Carlesso ha passato il testimone a Roberto Soriolo, già da circa dieci anni membro del Consiglio di amministrazione di Cantina di Soave. […]

Continua la lettura di Cantina di Soave: 70 milioni di euro distribuiti ai soci su Verona Settegiorni.

]]>
Unanime approvazione del bilancio d’esercizio 2017/2018 nel corso dell’ultima assemblea dei soci che si è tenuta a Rocca Sveva venerdì 9 novembre, durante la quale è stato anche eletto il nuovo Presidente. Attilio Carlesso ha passato il testimone a Roberto Soriolo, già da circa dieci anni membro del Consiglio di amministrazione di Cantina di Soave. Un passaggio di consegne all’insegna della continuità che ha visto Presidente entrante e uscente, Direzione e Consiglio di Amministrazione uniti nel condividere la soddisfazione per i risultati ottenuti nel corso dell’esercizio.

I dati in sintesi:

Fatturato consolidato di 141 milioni di euro

  • La vendemmia 2017, pari a 860.000 quintali di uva conferita, ha determinato un fatturato consolidato di 141 milioni di euro, + 20% rispetto allo scorso esercizio.  All’interno del venduto complessivo, è di rilievo il +39% in valore del prodotto sfuso, soprattutto grazie alle vendite di vini DOP e IGP che hanno mantenuto buone performance.
  • L’imbottigliato cresce in volume (+11%) e in valore (+9%). In linea con le strategie aziendali portate avanti negli ultimi anni, le vendite di prodotto imbottigliato rappresentano il 50% dell’intero fatturato; di cui ben il 52% deriva da prodotto a marchio, core business dell’azienda, contro il 48% determinato  dalla vendita di prodotti a private label.
  • Buona la ripartizione tra le vendite Italia ed estero, rispettivamente 63% le prime e 37% le seconde. Per quanto riguarda l’estero, in un anno particolare che ha visto coincidere una vendemmia eccezionalmente scarsa con gli importanti lavori di ristrutturazione e il conseguente fermo linee di imbottigliamento, gli obiettivi di mantenimento delle posizioni sui principali mercati sono stati raggiunti con successo. Per i vini bianchi, Soave e Pinot Grigio, i mercati di riferimento rimangono Regno Unito, Germania e Austria, mentre per i rossi a più alto valore aggiunto, Ripasso e Amarone, i mercati più importanti si confermano Scandinavia e Svizzera, seguiti dal Regno Unito che ha visto una crescita del +12% rispetto all’anno precedente.

Il patrimonio netto supera i 62 milioni di euro

In tema di capitalizzazione aziendale, il patrimonio netto supera i 62 milioni di euro, a fronte di un cash flow operativo di oltre 9,5 milioni di euro e un utile di esercizio di 3,3 milioni di euro. Buona la disponibilità liquida che, pur in presenza di investimenti nel corso dell’esercizio per 32,4 milioni di euro, passa da 38,2 a 39,3 milioni di euro.
Il totale dei conferimenti aumenta a 98,5 milioni di euro ed è da record la liquidazione destinata alla remunerazione delle uve conferite dai soci viticoltori: 70 milioni di euro.

“La situazione dell’azienda è più che mai solida”

“La situazione dell’azienda – spiega Bruno Trentini, Direttore Generale di Cantina di Soave – appare più che mai solida ed equilibrata in tutte le sue componenti. Abbiamo raggiunto e superato gli obiettivi che ci eravamo prefissati. L’ottima performance dei vini imbottigliati, e tra questi, in particolare quella dei prodotti a marchio aziendale, è un risultato importante. Nel corso dell’esercizio l’azienda ha infatti proseguito nella sua politica commerciale sia in Italia che all’estero, rafforzando i brand già esistenti e creandone di nuovi, al fine di consolidare le attuali posizioni di mercato e conquistarne altre”.

“Garantire il massimo reddito alla base sociale”

“Le operazioni di gestione attuate nel corso dell’esercizio 2017/2018 sono state in linea con quelle degli anni passati, in un’ottica di valorizzazione delle denominazioni territoriali, al fine di garantire il massimo del reddito alla base sociale: l’80% della nostra produzione deriva da vitigni autoctoni. Gestire una denominazione – continua Trentini – significa stabilire la quantità di prodotto da immettere sul mercato senza creare esuberi e definire il posizionamento più corretto per la stessa. Questo è quello che stiamo facendo per le tipologie Soave (gestiamo il 48% dell’intera DOC Soave e il 43% della DOC Soave Classico), Valpolicella (gestiamo il 49% dell’intera DOC Valpolicella) e successivamente per il Lessini Durello (gestiamo il 70% dell’intera DOC Lessini Durello) e Garda, con il risultato che queste denominazioni sono oggi tra le più remunerative per il viticoltore nel panorama nazionale: il confronto con il passato parla da sé”.

Ampliate le strutture produttive

“Nel corso dell’esercizio – termina Trentini – sono proseguiti gli imponenti lavori di ampliamento di tutte le strutture produttive aziendali che vedranno il completamento la prossima primavera. I lavori sono stati anche quest’anno impegnativi sia sotto il profilo della gestione che dal punto di vista economico: 32,4 milioni di euro, per quanto riguarda specificamente l’esercizio appena concluso. Un dato estremamente significativo, dal momento che a fronte di questo notevole esborso, la disponibilità liquida ha registrato un aumento, seppur leggero, passando dai 38,2 milioni di euro dello scorso esercizio ai 39,3 milioni di euro di quello appena concluso, anche grazie al ricorso al finanziamento bancario. Questo dimostra una grande capacità, da parte dell’azienda, di generare liquidità. I 2200 soci quest’anno hanno visto la liquidazione delle uve salire a 70 milioni di euro e la redditività media per ettaro a sfiorare i 13.000 euro. Risultati straordinari che ci gratificano enormemente: siamo una cantina cooperativa e la soddisfazione dei soci conferitori per noi è fondamentale”.

Continua la lettura di Cantina di Soave: 70 milioni di euro distribuiti ai soci su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/cantina-di-soave-70-milioni-di-euro-distribuiti-ai-soci/feed/ 0
Verona, rischio blocco diesel Euro 4 per lo smog https://veronasettegiorni.it/attualita/verona-rischio-blocco-diesel-euro-4-per-lo-smog/ https://veronasettegiorni.it/attualita/verona-rischio-blocco-diesel-euro-4-per-lo-smog/#respond Sat, 08 Dec 2018 08:38:56 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36086 Premessa, al momento non c’è allerta smog da pm10 a Verona, ma siamo a un passo dallo sforamento del limite consentito per legge. Lo spettro del blocco dei diesel Euro 4 In città, nel 2018, si sono registrati finora 33 giorni di sforamento dal 1° gennaio ad oggi, a un passo dalla soglia dei 35 consentiti […]

Continua la lettura di Verona, rischio blocco diesel Euro 4 per lo smog su Verona Settegiorni.

]]>
Premessa, al momento non c’è allerta smog da pm10 a Verona, ma siamo a un passo dallo sforamento del limite consentito per legge.

Lo spettro del blocco dei diesel Euro 4

In città, nel 2018, si sono registrati finora 33 giorni di sforamento dal 1° gennaio ad oggi, a un passo dalla soglia dei 35 consentiti per legge che farebbe scattare il livello arancio e il conseguente blocco dei diesel Euro 4 (servono quattro giornate consecutive oltre la soglia). Si tratta, comunque, del dato più basso, non solo degli ultimi 10 anni, ma da quando è stata introdotta la rilevazione degli inquinanti attraverso le centraline Arpav. Per questo, al momento, il livello rimane verde.

La situazione nelle altre città venete

Le altre città venete, ad eccezione di Belluno, hanno già superato la soglia prevista dalla legge; Padova con 50 giornate oltre i limiti, Venezia con 49, Rovigo con 40, Treviso con 39 e Vicenza con 36. E in molti agglomerati urbani è già scattato il livello d’allerta arancione, mentre a Verona resta confermato il livello verde. Non si attivano pertanto misure di limitazione aggiuntive rispetto a quelle già in vigore.

I dati nel dettaglio a Verona

Nel veronese, sono precisamente 33 gli sforamenti registrati dalla centralina di Corso Milano e 29 quelli della Giarina, con una concentrazione media che, nel 2018, si attesta sui 29 microgrammi per metro cubo (nelle giornate di superamento la soglia è oltre i 50 ug/mc). Dati che confermano il trend di diminuzione delle polveri sottili, grazie anche all’applicazione delle misure antismog con divieti e sanzioni. Un esempio? Nel 2017 erano stati 57 i giorni di superamento della soglia limite di pm10, nel 2015 ben 76.

Il commento dell’assessore all’Ambiente di Verona

“Le misure antismog servono – spiega l’assessore all’Ambiente Ilaria Segala –, ma è necessario l’impegno di tutti nel farsi parte attiva nell’adozione e nella pratica di buoni comportamenti. È merito dei veronesi se la qualità della nostra aria è in miglioramento, grazie alla sensibilità ambientale e ai comportamenti virtuosi dei privati. Invitiamo tutti a continuare a rispettare le regole e in particolare a ridurre l’uso dei veicoli a motore privati, preferendo i mezzi pubblici, diminuire la temperatura e l’uso del riscaldamento nei locali, limitare al massimo l’utilizzo di stufe e caminetti alimentati a biomasse, evitare di bruciare sfalci, potature ed altri residui agricoli all’aperto”.

Confermate a Verona le misure preventive antismog

A Verona restano pertanto confermate le misure preventive antismog previste per il livello verde: il divieto di circolazione, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, per i veicoli benzina euro 0 e 1 e per i veicoli diesel fino agli euro 3; il divieto di usare generatori di calore con una classe di prestazione emissiva inferiore alle 2 stelle; l’obbligo di utilizzare, nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, pellet certificato conforme alla classe A1.

Continua la lettura di Verona, rischio blocco diesel Euro 4 per lo smog su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/verona-rischio-blocco-diesel-euro-4-per-lo-smog/feed/ 0
A voi la prima pagina di LegnagoWeek https://veronasettegiorni.it/attualita/a-voi-la-prima-pagina-di-legnagoweek-16/ https://veronasettegiorni.it/attualita/a-voi-la-prima-pagina-di-legnagoweek-16/#respond Sat, 08 Dec 2018 07:42:02 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36081 Il nuovo numero di LegnagoWeek è in edicola! Ecco la prima pagina.

Continua la lettura di A voi la prima pagina di LegnagoWeek su Verona Settegiorni.

]]>
Il nuovo numero di LegnagoWeek è in edicola! Ecco la prima pagina.

prima pagina LegnagoWeek

Continua la lettura di A voi la prima pagina di LegnagoWeek su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/a-voi-la-prima-pagina-di-legnagoweek-16/feed/ 0
San Bonifacio e San Martino B.A. Week è in edicola! https://veronasettegiorni.it/attualita/san-bonifacio-e-san-martino-b-a-week-e-in-edicola-22/ https://veronasettegiorni.it/attualita/san-bonifacio-e-san-martino-b-a-week-e-in-edicola-22/#respond Sat, 08 Dec 2018 07:37:00 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36078 Ecco a voi la prima pagina di San Bonifacio e San Martino Buon Albergo Week. Buona lettura!

Continua la lettura di San Bonifacio e San Martino B.A. Week è in edicola! su Verona Settegiorni.

]]>
Ecco a voi la prima pagina di San Bonifacio e San Martino Buon Albergo Week. Buona lettura!

San Bonifacio e San Martino Buon Albergo Week

Continua la lettura di San Bonifacio e San Martino B.A. Week è in edicola! su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/san-bonifacio-e-san-martino-b-a-week-e-in-edicola-22/feed/ 0
Buongiorno con GardaWeek https://veronasettegiorni.it/attualita/buongiorno-con-gardaweek-24/ https://veronasettegiorni.it/attualita/buongiorno-con-gardaweek-24/#respond Sat, 08 Dec 2018 07:30:48 +0000 https://veronasettegiorni.it/?p=36075 Ecco la prima pagina di GardaWeek. Vi aspettiamo in edicola!

Continua la lettura di Buongiorno con GardaWeek su Verona Settegiorni.

]]>
Ecco la prima pagina di GardaWeek. Vi aspettiamo in edicola!

prima pagina GardaWeek

Continua la lettura di Buongiorno con GardaWeek su Verona Settegiorni.

]]>
https://veronasettegiorni.it/attualita/buongiorno-con-gardaweek-24/feed/ 0