Pesenato torna a ruggire, è campione italiano di volo acrobatico.

E’ veronese il campione italiano di acrobazia aerea a motore

A volte abita proprio alla porta accanto il campione che non ti aspetti. Andrea Pesenato, dopo la vittoria nel 2011 in categoria intermedia e dopo uno stop di 8 anni, torna in gara e torna campione. Questa volta la categoria sale, si passa in avanzata. Il primo posto nella gara di Lugo (Trofeo Crippa) ed il secondo posto nella gara di Lucca, conclusa domenica 8 settembre, hanno garantito a Pesenato il titolo di Campione Italiano di acrobazia aerea a motore 2019 categoria Avanzata. La classificadel campionato deve ancora essere ufficializzata dall’Aero Club d’Italia ma ormai si tratta solo di una formalità.

Il volo di Andrea Pesenato con il suo inconfondibile CAP 231 dorato

Un’eccellenza di casa nostra

Si allena all’aeroporto di Legnago Andrea col suo CAP 231 color oro con le stelle. Originario di Minerbe, precisamente di San Zenone, da bambino fantasticava di volare e nonostante all’epoca la vita paresse volergli riservare un altro destino, la caparbietà, la grinta e la capacità di credere davvero nei sogni hanno portato Andrea ad essere oggi uno dei nomi più importanti in Italia nell’ambito del volo acrobatico. Pur essendo entrato nel mondo degli air show solo da quest’anno, Andrea ha preso parte ad eventi importantissimi come Punta Marina air show Valore Tricolore, Viva Lignano, Memorial Mario Stoppani, tutti eventi considerevoli, basti pensare che hanno visto protagoniste le amate Frecce Tricolori. Il prossimo 14 e 15 settembre Andrea sarà a Jesolo, sicuramente uno degli air show più conosciuti in Italia.

Leggi anche:  I controlli auto da programmare in officina per l’inverno

Andrea tra gare ed esibizioni

Andrea dunque riesce a coniugare, come pochi piloti sanno fare, la precisione che serve a diventare campione in gara, alla creatività che è fondamentale per emozionare il pubblico durante le esibizioni. Un orgoglio per la Bassa veronese che può vantare un campione nazionale dall’estrema semplicità, ma dotato di quel talento unico che rende un campione tale al di là dei risultati.