Manca ancora qualche ora alla chiusura delle urne, eppure c’è già chi potrebbe brindare alla vittoria. In alcuni Comuni della provincia di Verona, infatti, si è presentato un solo candidato sindaco e pertanto la partita si giocava non contro gli avversari politici ma contro l’astensionismo.

Cosa prevede la legge in questi casi

La legge, infatti, dice che negli enti con un solo candidato sindaco si debbano recare alle urne almeno la metà più uno degli aventi diritto, altrimenti le elezioni sono annullate e arriva il commissario prefettizio che resta in carica fino alla prossima tornata amministrativa.

I Comuni veronesi con un solo candidato sindaco

I Comuni che si trovano in questa situazione sono: Concamarise, dove corre solo Cristiano Zuliani; Salizzole, dove vi è il solo Angelo Campi; Zimella, con Sonia Biasin; Pressana, con il solo Renato Greghi; Roveredo di Gua’, dove corre solo l’ex presidente della provincia di Verona, Antonio Pastorello; e infine Nogarole Rocca, con Luca Trentini. In tutti, alle 19.00, l’affluenza era già superiore al 50% più uno degli aventi diritto e pertanto avrebbero già i requisiti per poter essere i nuovi primi cittadini. Per avere l’ufficialità, però, bisogna aspettare lo spoglio dal momento che il quorum deve essere al netto di schede nulle o bianche. Detto questo è chiaro che è assai probabile che si abbiano già i nomi dei nuovi sindaci di ben 6 Comuni veronesi.