Coinvolgere i cittadini per un programma che possa essere realmente condiviso e partecipato: è così che si presenterà «Prima Bardolino», lista che correrà per le elezioni comunali del 26 maggio, guidata dal candidato sindaco Daniele Bertasi. L’appuntamento per la presentazione del progetto è per giovedì 14 marzo, alle 20.45 alla Loggia Rambaldi. Nell’occasione verrà presentata l’iniziativa d’ascolto che interesserà nelle prossime settimane l’intero territorio comunale con tanto di incontri a Calmasino, Cisano e in centro.

Chi è Daniele Bertasi

Bertasi, 37 anni, di professione avvocato civilista, sposato con un figlio, arriva da un’esperienza in consiglio comunale. «Mi sono confrontato con molti miei concittadini — afferma — e mi sono reso conto che a Bardolino c’è una gran voglia di cambiamento. Per questo con l’aiuto di una squadra con grande esperienza ho deciso di raccogliere la sfida: daremo una seria e credibile alternativa alle amministrazioni degli ultimi dieci anni. Abbiamo chiamato la nostra proposta “Prima Bardolino” perché vogliamo mettere davanti a tutto i bardolinesi, quanti vivono e amano il nostro paese. Le cose da fare sono moltissime: dalla tutela del territorio, con la valorizzazione, anche in chiave economica e turistica dell’entroterra, all’offrire una risposta alla domanda di sicurezza da parte dei cittadini. Cominciamo il nostro cammino con una visione solida, forti delle battaglie per cui ci siamo contraddistinti negli ultimi anni, ma allo stesso tempo siamo aperti alle proposte che arrivano dai nostri concittadini».

Leggi anche:  Regione: Qual è il futuro dell’Autonomia?

L’iniziativa di ascolto

«Proponi. Condividi. Scegli.» è lo slogan dell’iniziativa di ascolto che la lista civica «Prima Bardolino»  presenterà all’appuntamento in Loggia Rambaldi. Un progetto partecipativo che intende utilizzare i nuovi canali di comunicazione, senza rinunciare ai «classici» incontri sul territorio, per raccogliere le istanze che arrivano dai residenti. Grazie a un questionario che verrà distribuito agli appuntamento (e che potrà essere compilato online) i partecipanti potranno segnalare quali sono i problemi, le azioni urgenti da fare e i progetti su cui puntare nei prossimi cinque anni.