Nemmeno il tempo di presentare ufficialmente la propria candidatura, e per il Graziano Lorenzetti arriva la prima grana da risolvere.

La candidatura di Lorenzetti

Ieri, sabato 2 febbraio, si è tenuta la conferenza di presentazione del candidato sindaco della Lega alle prossime elezioni comunali di Legnago, alla presenza, tra gli altri, del ministro Fontana e di alcuni senatori e onorevoli. Fino a quel momento era filato tutto liscio, con parole di grande fiducia per una campagna elettorale che si preannuncia come molto combattuta.

LEGGI ANCHE: Legnago, presentata la candidatura a sindaco di Lorenzetti

Ciro Maschio (Fratelli d’Italia) non ci sta

Ma in serata ecco arrivare la doccia fredda da un possibile alleato. Il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Ciro Maschio, infatti, non ha apprezzato la mancanza di condivisione sul nome di Lorenzetti, dichiarando: “Siamo stupiti da questa accelerazione sul candidato sindaco di Legnago, anche perché non c’è stato nessun tavolo provinciale e comunale del centrodestra nel quale sia stato chiuso un accordo sulla scelta del candidato sindaco di Legnago”.

“Non ci sembra una buona idea partire senza una gamba”

Maschio sottolinea come: “Quella annunciata oggi è la proposta, rispettabile, di un pezzo importante del centrodestra. Fratelli d’Italia è da sempre coerentemente nel centrodestra. Ci dispiace non essere stati coinvolti in questo accordo a due tra lega e una associazione locale. Gli accordi dovrebbero essere fatti per fare una squadra forte, non per perdere pezzi prima ancora di partire. Non ci sembra una buona idea partire zoppicando, anzi senza una gamba.  Sarebbe un regalo al centrosinistra che si sta compattando sul proprio candidato. Ne prendiamo atto e quindi per ora Fratelli d’Italia ha le mani libere”.

Leggi anche:  Bardolino: ecco la nuova giunta comunale

Previsto un incontro nei prossimi giorni

Ci sarà un incontro, assicura Maschio, per capire cosa ne sarà di una eventuale alleanza: “Nei prossimi giorni ci incontreremo con Lega e alleati a livello provinciale e comunale per discuterne e capire se c’è la volontà di unire la coalizione su un accordo condiviso e vincente o se ognuno sarà libero di andare per la propria strada. Di sicuro Fratelli d’Italia, che è in crescita e ha già ottenuto importanti risultati in recenti amministrative (come a Villafranca col 9,5%) sarà presente col proprio simbolo e protagonista anche a Legnago”.