Ex ferrovia in via di riqualificazione. In esame, in Consiglio, l’area di Porto San Pancrazio.

Deroga alla destinazione d’uso

Iniziato nel Consiglio comunale di questa l’esame della proposta di delibera per la deroga alla destinazione d’uso sull’intervento di riqualificazione dell’ex area ferroviaria di Porto San Pancrazio. Il progetto porterà alla ristrutturazione e parziale ricomposizione volumetrica dei fabbricati esistenti in via Porto San Michele.

Recupero e mantenimento

L’opera prevede il mantenimento e il recupero dei due principali immobili esistenti (uno dei quali era un magazzino automatizzato, utilizzato dalle Ferrovie come scalo e deposito, mentre l’altro era adibito a deposito). Si tratta di edifici che ben si prestano ad un utilizzo sportivo, essendo caratterizzati da notevoli altezze interne. Con l’intervento si prevede la ricomposizione volumetrica, senza incremento della superficie coperta, degli edifici minori, nonché la sistemazione delle aree esterne. La ricomposizione dei volumi che verranno demoliti porterà alla costruzione di un nuovo edificio a torre, che sarà destinato ad ospitare servizi e alloggi per studenti.

Sport e studio, il futuro degli edifici

Previsti nei due edifici principali spazi coperti destinati alla pratica di diversi sport, in particolare pallavolo, pallacanestro, tennis, arti marziali, palestra, sala pesi, pugilato, calcetto, atletica (pista con zona fitness), ginnastica artistica, pattinaggio (pista da ghiaccio olimpionica, con zona wellness). I bambini avranno luoghi a loro riservati, per praticare attività fisica (minibasket, pallavolo, calcetto, ginnastica, arrampicata) e per dedicarsi anche allo studio, in apposite aree dotate di spogliatoi. Con la nuova soluzione progettuale si prevede, in uno dei due immobili maggiori, anche un’area per artigianato di servizio alla persona. Vi sarà una zona destinata ad attività commerciale, in cui è previsto l’insediamento di un unico spazio commerciale di media struttura a connotazione sportiva, con superficie di vendita di 2500 metri quadri. Al piano primo dello stesso edificio sarà ricavata una palestra per la scherma con annessi spazi per la ristorazione ed un centro medico sportivo con servizi correlati. Al piano secondo si prevede una palestra per la danza ed un’area per la foresteria, che si sviluppa anche al piano terzo, ove verrà realizzato anche un Museo dello Sport. Sulla copertura è prevista un’ampia terrazza panoramica con un lounge bar, adatta ad ospitare eventi. All’esterno verranno realizzati campi da tennis o beach volley polivalenti.

Leggi anche:  Arresto per droga sul treno diretto a Bolzano

Emendamenti proposti

Collegati alla proposta di delibera 77 emendamenti di cui 70 a firma del capogruppo Sinistra in Comune Michele Bertucco, 5 del capogruppo Movimento 5 stelle Marta Vanzetto e 1 del capogruppo Verona civica Tommaso Ferrari.