Con la presentazione del bilancio il gruppo consiliare di Tradizione e Futuro ha messo sul tavolo un risultato molto importante per il futuro di Povegliano Veronese.

Il bilancio presentato

Il più grande traguardo è sicuramente il raggiunto e definitivo pareggio di bilancio. Risultato del grosso lavoro compiuto dall’Amministrazione Comunale e dal Sindaco in questi anni. Frutto di un impegno quotidiano, ed del lavoro probante e puntale degli uffici
comunali. “Fare scelte impopolari non è facile, ci vuole coraggio. – dichiara l’amministrazione comunale – Andare contro la convenienza politica pur di dare stabilità al proprio paese è una delle cose di cui sempre si discute e mai si mette in pratica. La nostra Amministrazione lo ha fatto, lo fa e lo farà se sarà necessario, perché il bene comune viene prima e conta di più del consenso”.

Le voci

Non mancano in questo bilancio numeri importanti, come un forte sostegno alla scuola materna, fondi per la biblioteca, fondi per i progetti della scuola dell’obbligo. Nell’attesa del consuntivo, che potrà sbloccare probabili ulteriori fondi, è chiaro come oggi la comunità poveglianese riparta libera da una situazione drammatica. Tra le voci compaiono inoltre somme importanti per le opere pubbliche, derivate dagli interventi di ricollocazione dei vincoli. Le spese per investimento riguarderanno interventi di efficientamento e messa in sicurezza degli edifici pubblici, manutenzioni, telecamere, sistemazione di quelle opere che per troppo tempo sono rimaste ferme.

Leggi anche:  Zaia a Roma tra manganelli e autonomia

Il commento politico

“È sempre più chiaro – sottolinea la giunta comunale – come la nostra amministrazione abbia saputo fare fronte comune alle polemiche inutili, dimostrando quotidianamente con i numeri la realtà dei fatti. Numeri che nessuno mai ha saputo smentire, e nessuno mai potrà smentire perché rappresentano la verità, senza
colore. Povegliano ha rischiato seriamente di finire nel baratro, per scelte politiche che si sono rivelate prive di logica. Non adeguare l’Irpef nel momento della mancanza dei fondi della base militare, mantenendo un livello di spesa comunale impossibile da sostenere ci ha condotti fin qui”. “Serviva coraggio, – continuano – serviva andare contro la convenienza politica e metterci la faccia. Lo abbiamo fatto noi, svelando la bolla in cui Povegliano ha vissuto per troppo tempo. Il bilancio 2019 è la dimostrazione, che fare politica amministrativa non è solamente tagliare nastri, ma sempre più spesso è avere la forza di fare scelte lungimiranti. Povegliano Veronese ha sofferto ma vince!”

TORNA ALLA HOMEPAGE