Il Senato ha approvato la Legge quadro sulle Isole minori e gli arcipelaghi marittimi e fra di essi sono state inserite anche le isole lacustri come Montisola e Isola del Garda.

Finanziamenti a Montisola e Isola del Garda

“Stiamo parlando di un investimento complessivo di 170 milioni di euro per 6 anni, di questi il dieci per cento sarà destinato agli otto Comuni che hanno nel proprio territorio le isole lacustri e lagunari – ha affermato la senatrice della Lega Simona Pergreffi – Per il 2019 la prima tranche è di 20 milioni di euro, mentre nei seguenti 5 anni salirà a 30 milioni annui. Sono molto soddisfatta di questa aggiunta che vedrà beneficiare in modo considerevole le isole dei nostri laghi e in particolare Montisola. Nell’elenco è compresa anche l’Isola del Garda del comune San Felice del Benaco”

L’iter della legge

Il Senato ha approvato ieri, 17 ottobre, il disegno di legge di tutela e valorizzazione delle Isole minori marine, lagunari e lacustri. Il disegno di legge dovrà passare ora alla Camera.

E’ passato con l’unanimità di 260 sì, nessun contrario e 1 astenuto.

Quanto arriverà nelle casse dei comuni?

“ I criteri saranno determinati a breve e faranno riferimento al numero di abitanti, alle distanze dell’isola dalla terra e dal numero di turisti. Montisola sarà certamente quella più avvantaggiata. Possiamo prevedere oltre trecentomila euro all’anno, quindi quasi 2 milioni in sei anni. Una cifra importante che può consentire all’Amministrazione comunale di programmare una serie di interventi. Anche San Felice del Benaco riceverà dei contributi, anche se ovviamente in forma minore rispetto a Montisola”.

Il disegno di legge

Il progetto di legge originario della senatrice Vilma Moronese, del Movimento 5 Stelle, è stato integrato, in Commissione Ambiente al Senato, con le isole lacustri e lagunari richiamate nel disegno di legge del senatore leghista Briziarelli.

Leggi anche:  Comitato Territoriale Ceretano battesimo di piazza

“Un’aggiunta importante – ha detto in aula la senatrice bergamasca Simona Pergreffi -. Dobbiamo considerare i temi delle politiche dei trasporti e dei collegamenti, dell’efficientamento dei servizi locali, dell’assistenza di protezione civile e sanitaria e della salvaguardia delle piccole produzioni locali. Le isole lacustri sono poche e interessano circa 2000 abitanti ma devono essere comunque degne di attenzione per la loro valenza turistica, storica ed economica”.