La Lega di Villafranca esulta per il no del Tar a Mustatea. Il consigliere uscente aveva fatto ricorso perché era rimasto fuori dal Consiglio per un voto. Salvo dunque Giuliani.

La Lega di Villafranca esulta per il no del Tar a Mustatea

La sezione di Villafranca di Verona della Lega il suo gruppo consigliare con gli assessori, hanno appreso con grande soddisfazione il rigetto da parte del Tar del Veneto del ricorso del candidato di Forza Italia Catalin Mustatea che ha sancito la permanenza del consigliere Nicola Giuliani in Consiglio Comunale. Mustatea aveva fatto ricorso perché era rimasto fuori dal Consiglio comunale per un solo voto.

“Lega primo partito”

“E’ questo per noi la conferma definitiva che la Lega è il primo partito di Villafranca di Verona con i suoi sei consiglieri comunali – ha spiegato la commissaria del Carroccio Albertina Bighelli – Ciò costituisce una rappresentatività importante che ci carica di responsabilità verso chi ci ha votato e verso la comunità tutta ma è anche l’espressione della volontà del paese di voler essere rappresentata e amministrata soprattutto dai valori che la Lega da sempre esprime”.

Leggi anche:  Comitato Territoriale Ceretano battesimo di piazza

Il ringraziamento al consigliere Giuliani

“Un grazie la sezione lo vuole rivolgere – continua la nota – al consigliere Giuliani che ha atteso pazientemente il responso continuando a espletare il suo ruolo senza risparmio. Orbene terminate finalmente le dispute sui seggi, la Lega vuole nel proseguo della gestione amministrativa della Città apportare il proprio determinante contributo a questa Amministrazione con lealtà verso gli alleati ma con la determinazione affinché i valori che incarna e rappresenta siano accolti nelle scelte sia quotidiane che programmatiche di Villafranca”.

Foto tratta da Adevarul.ro