Nuova viabilità per Verona sud. Parte lo studio per il nuovo progetto.

Nuovo bando

È stato pubblicato venerdì 27 luglio, in Gazzetta Ufficiale, il bando di gara per l’affidamento dei servizi di ingegneria per la redazione di uno Studio di Fattibilità e del Progetto di Fattibilità Tecnica ed economica per la nuova viabilità di accesso alla città di Verona dal casello dell’Autostrada A4 “Verona Sud”. Una iniziativa intrapresa dal Gruppo A4 Holding e fortemente sostenuta dall’Amministrazione comunale che, di concerto, intendono trovare una soluzione definitiva e di lungo periodo per una delle principali porte di accesso alla città. Sulla base delle ipotesi che emergeranno da questa prima ma approfondita analisi, la Società provvederà ad individuare, con il Comune e i soggetti territorialmente interessati, la migliore soluzione a cui dare definitivo avvio. 

Sessanta milioni di euro

L’importo dell’intervento, a carico di A4 Holding, è stimato complessivamente in 60 milioni di euro, con una prima fase di intervento di circa 20 milioni di euro già assentita a Piano Economico Finanziario, e mira a realizzare un sistema di collegamento più funzionale tra autostrada, tangenziale sud e viabilità comunale che sia finalmente adeguato a supportare le attuali esigenze di mobilità e accessibilità dell’area, ma che tenga conto anche delle previsioni di sviluppo urbanistico previste dall’Amministrazione Comunale di Verona.

 

Snodo centrale sul quale intervenire

Da considerare che, negli anni, Verona Sud è diventato uno snodo sempre più centrale per l’accesso alla città ed in particolare alla zona fieristica e alle imprese che gravitano nell’area. Se il casello autostradale è stato nel tempo ingrandito e implementato con nuove tecnologie ad elevata automazione che consentono un veloce flusso e deflusso verso l’autostrada, la viabilità locale non risulta essere più coerente con le attuali esigenze né capace di supportare i picchi di traffico legati ad eventi e manifestazioni cittadine. Lo studio dovrà inoltre tenere in considerazione la viabilità esterna, che soffre di una scarsa capacità di assorbimento nonché la presenza di nuovi insediamenti commerciali e direzionali. Il nuovo progetto terrà conto di collegamenti efficaci (autostrada – tangenziale, autostrada – parcheggi scambiatori) al fine di sviluppare una soluzione intermodale. “In considerazione del mutato contesto urbanistico e del grande sviluppo che ha interessato quest’area, assieme al sindaco Federico Sboarina abbiamo valutato l’opportunità di dare una risposta efficace alle esigenze viabilistiche di quest’area. L’obiettivo è quello di individuare una soluzione per l’accesso al centro storico in grado di integrare sapientemente viabilità urbana, autostradale ed extraurbana ed offrire un servizio sinergico di mobilità pubblica e privata. Siamo certi che si tratti di una sfida complessa ma sono convinto che la determinazione di trovare una soluzione condivisa e definitiva sia la spinta giusta per raggiungere il nostro obiettivo: dare a Verona un accesso all’altezza delle richieste dei suoi cittadini e del suo tessuto imprenditoriale”, ha dichiarato il Presidente di Carlos Del Río Carcaño.

Leggi anche:  Approvata variazione al bilancio

Decongestionare il traffico

“Il bando pubblicato è di vitale importanza per il decongestionamento del traffico a Verona sud sia a vantaggio dei residenti sia delle attività economiche che hanno sede nell’area, fra cui la fiera. Siamo arrivati a questo passaggio operativo grazie ai proficui incontri dei mesi scorsi con il presidente Del Rio. Il rinnovamento del casello è un intervento congruo e compatibile con le linee di sviluppo previste dalla mia amministrazione. Dopo la partenza della progettazione preliminare della variante alla statale 12, questo è un altro importante risultato del lavoro fatto nei mesi scorsi in grande collaborazione con A4 Holding, di cui si delineano i primi risultati” ha commentato il Sindaco Federico Sboarina.