Povegliano Veronese la maggioranza presenza il rendiconto 2018. “Grazie ai risparmi amministrativi del 2017 e del 2018 sono state trovate le cifre per ricostruire tutti i vincoli di bilancio”.

Povegliano Veronese la maggioranza presenza il rendiconto 2018

“Il gruppo consiliare di Tradizione e Futuro mette in evidenza il risultato di amministrazione 2018, che di fatto chiude ogni vertenza pregressa su disavanzi e altri problemi. Vogliamo sottolineare l’importanza di questo lavoro duro e progressivo, che consente oggi a Povegliano Veronese di guardare al domani con rinnovata fiducia. In questi mesi abbiamo lavorato sodo insieme agli uffici, cui va il nostro più sentito ringraziamento. Il disavanzo è stato chiuso, i vincoli di bilancio sono stati ricostruiti, ogni numero è messo al suo posto e questo è un traguardo importantissimo. I soldi ora disponibili sono frutto dei risparmi effettuati sostanzialmente nel 2017 e 2018, oltre all’impegno dei cittadini”. Lo scrive in una nota il gruppo Tradizione e Futuro.

Come sarà utilizzata la cassa comunale

“La Cassa comunale, che ricordiamo non funziona come un bancomat, contiene oggi anche i 902.000€ spendibili e vincolati per spese di investimento in opere e 361.000€ spendibili di parte disponibile libera. Di questi 361.000€, circa 120.000€ serviranno per chiudere il debito fuori bilancio per la Grezzanella, ancora da pagare alla Regione Veneto dalla sua realizzazione. Altri 474.000€ saranno immessi nel fondo pluriennale vincolato, nel fondo crediti di dubbia esigibilità, nel fondo perdite società partecipate, ecc. I cittadini di Povegliano Veronese, che hanno pazientemente sopportato dei disagi, possono ora vedersi tornare indietro il frutto dei loro sacrifici, sotto forma di opere pubbliche, servizi, programmazione. Possiamo quindi programmare interventi sul territorio, dando spazio a lavori pubblici e sistemando quelle manutenzioni per troppo tempo dimenticate. Il bilancio di parte capitale vede oggi tornare al suo posto le somme corrette, con i vincoli di spesa applicati, che si tradurranno in opere pubbliche. Il bilancio di parte corrente è ora sostenibile, rimodulato secondo la capacità di spesa comunale, con le giuste cifre in entrata ed un avanzo 2018 che sarà ritornata sotto forma di servizi”.

Leggi anche:  Silvio Gandini si dimette da consigliere comunale

“Il 2019 sarà l’anno del bilancio”

“La ricostruzione dei vincoli si completa, dunque, mettendo la parola fine ad annualità in cui le cifre disponibili erano usate in maniera impropria, non vincolate o derivanti da avanzi non riscontrati. Grazie ai risparmi amministrativi del 2017 e del 2018 sono state trovate le cifre per ricostruire tutti i vincoli di bilancio, ed ora possiamo reinvestire tali somme sul nostro paese. Avevamo detto che il 2019 sarebbe stato l’anno del rilancio e della ripartenza. Ripartiamo da qui – conclude il gruppo di maggioranza – dopo un lavoro estenuante e capillare che ha messo al suo posto quello che a posto non era. Grazie ai poveglianesi che hanno capito e si sono resi conto della gravità della situazione. Dopo aver sistemato i disavanzi e concluso la revisione dei bilanci, possiamo tutti guardare al domani del nostro paese con maggior fiducia e rinnovato entusiasmo”.